E-conomy leaks

Banca Popolare di Bari

 

La Banca Popolare di Bari è una delle prime banche presenti sul territorio italiano, una società cooperativa per azioni, che è stata fondata a Bari nel lontano 1960, si tratta addirittura del primo gruppo bancario della zona meridionale d’Italia. È tra le banche pugliesi più popolari insieme alle già ben note Banca Popolare di Puglia e Basilicata, la Banca Popolare Pugliese e BancApulia. Questa banca è ben radicata anche nel centro e nord italia, non solo nel sud.

La rete può vantare la presenza di ben 386 sportelli ed è presente in 13 regioni italiane: in Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Molise, Lazio, Marche, Umbria, Toscana, Veneto e Lombardia ha propri sportelli, mentre in Abruzzo ed Emilia-Romagna è presente attraverso il gruppo Tercas (Banca Tercas e Banca Caripe), gruppi che sono stati acquisiti nel 2014.

Storia Banca Popolare di Bari

La storia della Banca Popolare di Bari è relativamente recente, fu fondata da 75 soci nel 1960. Nel 1998, viene poi costituito il Gruppo Creditizio Banca Popolare di Bari. La crescita continua nel ventennio successivo. Le società controllate da parte di BPdB sono quattro:

– Banca Tercas
– Banca Caripe
– Cassa di Risparmio di Orvieto
– Popolare Bari Corporate Finance

Banca popolare di bari internet banking

Il servizio di Internet Banking fornito da BPB è l’internet banking di Banca Popolare di Bari che essenzialmente permette di gestire tutte le operazioni bancarie direttamente online, dalla comodità della propria poltrona di casa. È il servizio adatto a tutte quelle persone che frequentano poco le filiali, ma anche per chi desidera avere la libertà di gestire le proprie operazioni bancarie in qualsiasi luogo si trovi, la soluzione più adatta per chi utilizza ogni giorno internet.

Per accedere all’home banking, è possibile farlo sia se si è privati, aziende o enti. È sufficiente inserire l’username e la password, per accedere molto velocemente all’home banking Banca Popolare di Bari Login.

Banca-Popolare-Di-Bari-Internet-Banking

Banca popolare di Bari numero verde

Nel caso siano necessarie ulteriori informazioni di qualsiasi tipo, è possibile contattare il numero verde della Banca Popolare di Bari allo: 02 806 5131.

Azioni Banca Popolare di Bari

Il prezzo attuale delle azioni Banca Popolare di Bari, è di 7.50 euro per azione:

Banca-Popolare-Di-Bari-Prezzo-Azioni

Le azioni di Banca Popolare di Bari non sono quotate in Borsa di Milano. Una delle regole fondamentali di un buon investitore, dovrebbe quindi essere quella di non comprare mai le azioni di una banca non quotata, sopratutto se la banca in questione è italiana. Ma di questo ne parleremo nel capitolo successivo.

Banca Popolare di Bari Problemi

I problemi sono stati molti negli ultimi tempi, e l’opinione pubblica si è letteralmente inferocita dopo che la Banca Popolare di Bari ha svalutato il prezzo delle sue azioni del 20% a 7,50 euro rispetto al valore precedente. Sono molti gli azionisti che stanno avendo grandi difficoltà addirittura a vendere le azioni del Banco Popolare di Bari, ecco una prova:

Azioni-Banca-Popolare-di-Bari-Problemi

Come è stato già specificato, le azioni della Banca Popolare di Bari non sono quotate in borsa. Questo può essere quindi un problema per gli azionisti di Banca Popolare di Bari, ovvero gli azionisti BPB. Se le azioni non sono quotate in borsa, significa  che non è assolutamente presente un mercato, come ad esempio quello di Piazza Affari, che studiando i dati finanziari dell’azienda, ne faccia il prezzo in maniera imparziale e lo stesso è stabilito dalla situazione di bilancio della banca che, come è stato visto in passato, ad esempio con la Banca Popolare di Vicenza, può essere eseguito in maniera “errata”. In questi casi, quando arriva la decisione dei conti del mercato, ad esempio in caso di arrivo in borsa tramite IPO, si scopre che le azioni valgono molto meno. BPB ha già “rivalutato” le sue azioni negli ultimi mesi da oltre 9 euro, a 7 euro. Molti investitori, avendo comprato le azioni a 9 euro circa, sono stati quindi truffati, in quanto ancora prima che le azioni fossero state rivalutate del 20% al ribasso, a 7 euro circa. Dunque, a chi ha comprato azioni ed obbligazioni subordinate a 9,53 prima della svalutazione del 20% al ribasso, quelli di Banca Popolare di Bari hanno deciso di “temporeggiare” sino a che le azioni sono state svalutate di circa il 20%, soltanto dopo sono stati accettati gli ordini di vendita dei clienti, che hanno perso quindi una grande parte del loro patrimonio.

Per questo, Banca Popolare di Bari, nella nostra recensione si merita una stella (il voto più basso), per comportamento scorretto nei confronti dei propri clienti.

Sull'autore

Laura Di Borromeo

Laureata presso l’Università Bocconi di Milano. Oggi giornalista pubblicista, appassionata di investimenti e mercati finanziari.

5 Commenti

  • Banca popolare di Bari
    Una masnada di……, Jacobini in testa.
    Salvo poi vedere se anche i Responsabili delle istituzioni delegate ai controlli di questa banca non devono andare in galera!!!!
    Ladri,ladri,ladri!!!!

  • L’atteggiamento supponente di alcuni commentatori ( o fiancheggiatori?) sulla imprevidenza e ignoranza degli acquirenti di Azioni della BancaPopolare di Bari é semplicemente CINICO. Forse a parlare così sono quegli “amici degli amici'”che sono stati tempestivamente avvisati dalla Banca stessa prima che le Azioni venissero deprezzate, perchè provvedessero a sbarazzarsene. Gli altri poveri cristi erano certamente ” ignoranti”, nel senso che IGNORAVANO che le azioni avevano caratteristiche di rischio che non sono state minimamente spiegate dai consulenti, e che non avrebbero potuto venderle come si fa normalmente con le azioni quotate. I promotori della Banca conoscono benissimo i limiti di competenza di clienti che seguono da anni e questi clienti “ignoranti” sono stati i polli più facili da indurre all’acquisto rassicurandoli in modo suadente sulla bontà dell’operazione. Persone giovani o anziane, con una preparazione culturale generica e una considerevole dose di fiducia nella propria Banca, NON AVEVANO GLI STRUMENTI PER PRENDERE DECISIONI CONSAPEVOLI.

    • Grazia perfetta analisi!!! Hanno sempre spacciato le azioni per titoli sicuri !! Senza problemi proprio perchè non quotati!! A me che mi sono fatta fregare a dicembre 2014 mi dicevano che il tempo massimo di rimborso erano 90 gg. Mentivano spudoratamente in quanto a quel tempo la banca aveva già considerevoli problemi di rimborso!! Considerate che avevo premesso che la somma non potevo bloccarla per più di sei mesi o massimo un anno!!!Sempre rassicurata dalla sigra la quale sosteneva che per legge i soldi entro 90 gg dovevano essere sul conto. Io sono stata stupida! ma la sigra della filiale sa cos’è la morale??? Io potrò camminare sempre a testa alta , lei e il suo direttore non so! Ma in ogni caso non finisce tutto così!!!

  • Quello che resta vergognoso è il silenzio stampa anche e soprattutto della stampa locale su questa porcata immane messa in piedi dalla Banca Popolare di Bari.
    Evidentemente anche pezzi grossi di certa stampa sono tra quei “fortunati” avvisati per tempo dello scempio che si stava per perpetrare a danno di risparmiatori comuni mortali e che sono riusciti a liberarsi delle azioni prima della svalutazione .
    Iacobini , vatti a nascondere nei tombini dove troverai i tuoi simili!!!

Rispondi a Grazia Elia X