Investimenti

Il Bitcoin è una truffa o un investimento redditizio?

Il Bitcoin è una truffa? In questo momento il Bitcoin è uno degli asset finanziari con il tasso di crescita in assoluto più elevato ed è normale che ci sia un livello di interesse veramente elevatissimo. Molti di coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo delle criptovalute si chiedono se il Bitcoin sia una truffa oppure un investimento redditizio.

Come investire in Bitcoin senza truffe

Bitcoin non è una truffa: è la più grande innovazione nel mondo della finanza degli ultimi 20 anni. Non possiamo prevedere se il Bitcoin riuscirà davvero a rivoluzionare il modo in cui paghiamo ma sicuramente lascerà il segno. Inoltre, il Bitcoin si è dimostrato un ottimo investimento ed è uno degli asset finanziari favoriti da chi fa trading nel breve periodo per la sua elevata volatilità.

Purtroppo, però, la fama del Bitcoin ha attirato anche un gran numero di truffatori. Queste persone sfruttano il nome del Bitcoin per creare vere e proprie truffe. Molto spesso si tratta di Schemi Ponzi che usano soltanto la parola Bitcoin (o semplicemente coin) per attirare un maggior numero di vittime.

Investire in Bitcoin può generare profitti elevatissimi, è sotto gli occhi di tutti. Ma bisogna fare veramente attenzione a questi truffatori che utilizzano il nome del Bitcoin. Parliamo di truffe come The Bitcoin Code che hanno colpito decine di migliaia di italiani ma ce ne sono anche altre.

Qual è il modo migliore per investire in Bitcoin? Qui sotto pubblichiamo una tabella con i 3 migliori broker per investire in Bitcoin senza truffe.

Broker Vantaggi Deposito min. Inizia
Spread bassi, demo gratis 100 € Apri un conto
Social trading 200 € Apri un conto
Deposito minimo 10 euro 10 € Apri un conto

Abbiamo inserito in classifica i migliori broker CFD che consentono di operare sul Bitcoin e sulle altre principali criptovalute. Come mai abbiamo scelto proprio questo strumento finanziario?

I CFD sono uno strumento finanziario semplicissimo da utilizzare, anche per chi non ha molta esperienza. Si tratta di uno strumento regolamentato, quindi sottoposto alla vigilanza continua delle autorità competenti (CONSOB per l’Italia). Questo significa che operando con un broker CFD si ha la certezza matematica di non subire truffe.

Infine, i CFD sono lo strumento perfetto per investire su un asset volatile come il Bitcoin perché consentono di guadagnare sia quando il valore scende, sia quando sale.

Se invece si utilizzano gli Exchange per comprare Bitcoin, ad esempio, si guadagna esclusivamente quando il valore del Bitcoin sale, mentre se perde quando scende. Inoltre, la grande maggioranza degli Exchange di Bitcoin e criptovalute nascondono in realtà delle vere e proprie truffe. Anche quando non rubano direttamente dai conti dei clienti, molti Exchange finiscono in bancarotta in poco tempo oppure applicano commissioni così elevate da rendere assolutamente non redditizio l’investimento in Bitcoin.

Operando con i CFD, invece, si ha la garanzia assoluta di non subire truffe e non si pagano commissioni. Anche nel caso (improbabile) in cui il broker dovesse fallire esiste un fondo di garanzia che copre capitali fino a 20.000 euro.

Plus500

Plus500 è uno dei broker CFD più apprezzati a livello europeo. Consente di operare sul Bitcoin, su un gran numero di criptovalute, su azioni, materie prime e valute forex. Plus500 è completamente gratuito e quindi non applica commissioni e non ha costi fissi o variabili.

E’ possibile utilizzare Plus500 con soldi veri oppure sfruttare un conto demo gratuito, illimitato e senza vincoli.

Puoi iscriverti gratis su Plus500 cliccando qui.

eToro

eToro è il broker per CFD più amato dai principianti. Non solo la piattaforma di eToro è veramente facile da utilizzare, anche per chi non ha assolutamente alcun tipo di esperienza, ma soprattutto perché grazie a eToro è possibile copiare, in maniera gratuita e automatica, quello che fanno i trader più bravi. eToro è infatti una piattaforma di social trading, anzi è la prima piattaforma di social trading al mondo.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Iq Option

Iq Option è un broker famoso per la sua interfaccia veramente user friendly e per il fatto che si può iniziare a operare con un capitale iniziale di appena 10 euro.

Iq Option è completamente gratuito, senza commissioni o costi di qualunque tipo. E’ possibile utilizzare Iq Option per operare con denaro reale oppure in modalità demo. La modalità demo è illimitata nel tempo e nei volumi e non ci sono vincoli.

Puoi iscriverti gratis su Iq Option cliccando qui.

bitcoin truffa

Bitcoin valore


Il grafico qui sopra mostra il valore del Bitcoin rispetto al dollaro. Il Bitcoin è caratterizzato da una quotazione piuttosto volatile, cioè il valore del Bitcoin aumenta e diminuisce rapidamente nel tempo. Questa caratteristica è particolarmente apprezzata da coloro che fanno trading con i CFD. Ricordiamo infatti che questo strumento finanziario garantisce profitti sia quando il valore scende sia quando sale.

Da cosa dipende il valore del Bitcoin? Le variazioni sono dovute alla legge della domanda e dell’offerta. Se più persone provano a comprare Bitcoin, allora il valore sale. Se, viceversa, le persone vendono Bitcoin il valore scende.

Per fare un esempio, se ci sono notizie che dimostrano come il Bitcoin viene utilizzato nell’uso quotidiano (ad esempio un sito leader nel commercio elettronico che inizia ad accettare Bitcoin) allora il valore sale. Se invece ci sono notizie di truffe o attività criminali che utilizzano il Bitcoin, allora il valore scende.

Bitcoin opinioni

Le opinioni sul Bitcoin sono davvero tante. Purtroppo sono tanti coloro che pensano che il Bitcoin sia una vera e propria truffa ma si tratta di un’opinione sbagliata. Il Bitcoin è una criptovaluta, nata soprattutto per supportare pagamenti distribuiti e senza un’autorità centrale di controllo.

Il fatto che il suo valore sia aumentato in maniera esponenziale lo ha reso un asset molto apprezzato dagli investitori. Ma sicuramente il Bitcoin non è una truffa. Il fatto che ci siano tanti truffatori che si approfittano dal nome del Bitcoin per ingannare la gente ha fatto sorgere l’opinione che il Bitcoin sia una truffa.

Un’altra opinione sbagliata è che il Bitcoin sia una specie di modo per fare soldi facili: investire sul Bitcoin e guadagnare non è affatto difficile (in effetti sono tantissimi gli italiani che ci riescono) ma non possiamo assolutamente parlare di soldi facili. Ci vuole impegno, un minimo di tempo e soprattutto intelligenza nella scelta della modalità e del broker di trading.

Bitcoin Cina

Alcuni osservatori hanno affermato che la Cina considera il Bitcoin come una truffa e per questo lo abbia in qualche modo vietato. In effetti la realtà è un po’ diversa. Per prima cosa, bisogna ricordare che la Cina, anche se ha aperto ad un’economia di mercato, è ancora una dittatura comunista.

Il fatto che il Bitcoin sia una valuta decentralizzata impedisce al governo cinese di esercitare un pieno controllo sul Bitcoin e questo rende la nomenklatura di Pechino particolarmente nervosa. In effetti, anche i voraci apparati fiscali di molti paesi occidentali hanno manifestato più volte la tentazione di ostacolare la diffusione del Bitcoin proprio perché non controllabile.

Un secondo fattore che spesso si dimentica è che la Cina ha agito soprattutto contro gli Exchange di Bitcoin: già sappiamo che nella maggior parte dei casi gli Exchange sono delle vere e proprie truffe. Il governo di Pechino ha quindi agito anche per preservare i propri cittadini dalle infinite truffe messe a segno dagli Exchange di Bitcoin.

In ogni caso, la Cina non sta rendendo illegale il Bitcoin. Piuttosto, sta cercando di regolamentarlo e porre fine alle truffe. In Europa il problema è già risolto: chi non vuole subire truffe può utilizzare le piattaforme CFD che sono sicuramente vigilate dalle autorità (e coperte persino da un fondo di garanzia).

Bitcoin come funziona

Il Bitcoin non è una truffa, anzi il meccanismo della Blockchain su cui il Bitcoin si basa è stato creato appositamente per difendere i possessori di Bitcoin dalle truffe. Il Bitcoin si basa sulla BlockChain, la catena dei blocchi che è condivisa tra tutti i possessori di Bitcoin e che viene gestita mediante algoritmi di crittografia estremamente avanzati.

Coloro che mettono a disposizione risorse di calcolo per gestire questi complessi algoritmi vengono ripagati con i Bitcoin che vengono periodicamente generati dalla rete.

Jp Morgan e la truffa dei Bitcoin

Molti credono che il Bitcoin sia una truffa perché Jamie Dimon, CEO di Jp Morgan, una delle più grandi banche mondiali, ha appunto dichiarato che il Bitcoin sia una vera e propria truffa. Dimon si è spinto anche più in là: ha dichiarato che il Bitcoin rappresenta una bolla paragonabile alla famosa bolla dei tulipani olandesi del XVII secolo e ha persino minacciato di licenziamento tutti i suoi dipendenti che avessero investito in Bitcoin.

Le sue dichiarazioni, in effetti, causarono un vero e proprio crollo della quotazione del Bitcoin. Molti investitori pensarono infatti che Dimon avesse ragione e vendettero Bitcoin.

Chi comprò? E’ sorprendente scoprire che a comprare a man bassa fu proprio la banca Jp Morgan. In pratica, si trattò di una manovra organizzata per far scendere il valore del Bitcoin e quindi acquistare a buon mercato. Una vera e propria truffa per gli investitori che credettero alle parole di Dimon…

Sull'autore

Gennaro Parisi

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento