Investimenti

Che cosa sono le criptovalute e come funzionano

Negli ultimi anni è impazzata la moda delle criptovalute, sempre più persone vogliono conoscere ed investire all’interno di questo mercato. Tuttavia non tutti sono al corrente di quale sia esattamente il significato di Bitcoin, Litecoin e così via. Tramite questa nostra mini-guida cercheremo quindi di capire a fondo l’argomento delle criptovalute. Continua a leggere per sapere tutto sulle criptovalute.

Che cosa è una criptovaluta

Che cosa sono le criptovalute e come funzionano

Che cosa sono le criptovalute e come funzionano

Una criptovaluta è un mezzo di scambio, proprio come le valute tradizionali come USD, ma che è stato progettato allo scopo di scambiare informazioni digitali attraverso un processo reso possibile da determinati principi di crittografia. La crittografia viene utilizzata per garantire le transazioni e per controllare la creazione di nuove monete. La prima criptovaluta creata è stata il Bitcoin nel 2009. Oggi esistono centinaia di altre criptovalute, spesso denominate “Altcoins”.

A differenza delle banche centrali come la Federal Reserve, dove cui i governi controllano il valore di una valuta (come EUR o USD) attraverso il processo di stampa del denaro, il governo non ha alcun controllo sulle criptovalute in quanto sono completamente decentrate.

La maggior parte delle criptovalute vengono progettate per diminuire la produzione nel tempo, così funziona per Bitcoin, che crea un tetto di mercato per quanto riguarda l’emissione della valuta. Anche questo è molto differente dalle valute classiche, dove le istituzioni finanziarie possono sempre creare più valuta, controllando quindi l’inflazione. Bitcoin non avrà più di 21 milioni di monete in circolazione, per sempre. Il sistema tecnico su cui sono basati tutti le criptovalute è stato creato da Satoshi Nakamoto e si chiama Blockchain.

Bitcoin: la criptovaluta più importante

Per spiegare nel migliore dei modi come funzionano le criptovalute, il Bitcoin è la soluzione più adatta. Si tratta di una valuta inventata nel 2009, che ha poi dato il via ad una serie interminabile di nuove criptovalute.

Nonostante le numerose altcoins “figlie” di Bitcoin, il Bitcoin ha comunque continuato a mantenere il suo status Bitcoin di criptovaluta più importante e con più alta capitalizzazione di mercato, raggiungendo anche picchi di 2000 dollari per un singolo Bitcoin.

Cosa è una Criptovaluta? Essenzialmente criptovaluta è un mezzo di scambio simile alle classiche monete come Euro, USD, etc ma che è stata progettata con lo scopo di scambiare informazioni digitali attraverso la crittografia e la grande rete di computer collegati tra di loro. La crittografia viene utilizzata come “schermatura” per proteggere ed inoltre per controllare l’emissione di nuove monete. La prima criptovaluta creata, come abbiamo già affermato, fu il Bitcoin nel 2009. Oggi ci sono centinaia di altre criptovalute, spesso definite “Altcoin”.

Se da un lato le banche sono completamente “centralizzate”, il Bitcoin non è controllato da nessuno (se non automaticamente dall’algoritmo) ed esiste un tetto massimo di Bitcoin emessi (21 milioni). È impossibile alterare il numero di Bitcoin in circolo.

Nonostante esistono moltissime criptovalute tutte diverse tra loro, gran parte funzionano con due sistemi: Proof-of-work & proof-of-quota.

Le criptovalute “funzionano”, ovvero è possibile scambiare e ricevere denaro, grazie alla community di “minatori” di criptovalute, che grazie alla loro potenza di calcolo, partecipano alla validazione ed elaborazione dei milioni di transazioni che avvengono ogni giorno in tutta la community del mondo Bitcoin e molte altre criptovalute ancora.

OneCoin: la non-criptovaluta

OneCoin è stata spesso associata al mondo delle Criptovalute, ma in realtà si tratta di una truffa. Non vorremmo dilungarci neanche troppo su questo argomento, in quanto non abbiamo intenzione di fare pubblicità gratuita a questo metodo truffaldino.

Noi di E-Conomy vorremmo infatti parlare soltanto di criptovalute regolamentate e affidabili, proprio come il Bitcoin, Dash, Ethereum e molte altre ancora. Ma OneCoin vale semplicemente carta straccia e non consigliamo di perdere tempo con lui ed i suoi misteriosi creatori.

Come si guadagna con le criptovalute

Arriviamo dunque nella parte più importante: i guadagni che è possibile fare con le criptovalute. Le criptovalute come il Bitcoin, Litecoin e molte altre ancora rappresentano il futuro degli investimenti e stanno generando dei rendimenti non indifferenti agli investitori. Basti pensare che, solo nel 2017, il Bitcoin è cresciuto di oltre il 100%!

Guadagnare con il Bitcoin è il modo migliore per guadagnare con le criptovalute. Si tratta della criptovaluta per eccellenza, la più conosciuta e la più liquida. Acquistare Bitcoin era fino a qualche tempo fa molto complesso, ma adesso è diventato estremamente semplice grazie all’arrivo delle piattaforme di trading online.

Come investire quindi nel Bitcoin in maniera sicura e sopratutto legale? Oggi esistono delle piattaforme online che consentono di investire nel Bitcoin. Per esempio ci sono piattaforme come Plus500 che consentono di operare su bitcoin e altre criptovalute in modo semplice e sicuro e sopratutto con ZERO commissioni.

A titolo di esempio, clicca qui per vedere in TEMPO REALE la pagina dedicata con la quotazione del bitcoin di Plus500. Come puoi notare facilmente, la pagina è molto semplice e ben organizzata, è facilissimo comprare e vendere bitcoin semplicemente cliccando con un bottone sull’app per smartphone oppure dal proprio computer.

Plus500 garantisce il rispetto di tutti gli standard qualitativi più elevati, che nessun’altro broker è in grado di garantire. Si tratta di una piattaforma regolata CYSEC a livelli europeo, che garantisce al 100% sicurezza e affidabilità e semplicità. Per aprire gratis un conto su Plus500 puoi cliccare qui.

Markets.com è un’altra piattaforma, regolata e molto affidabile, che consente l’investimento in Bitcoin. Consigliamo Markets.com a tutti gli investitori che desiderano applicare strategie più complesse grazie ad un ventaglio di strumenti più fornito. Markets.com, pur avendo la solita affidabilità, regolamentazione europea CySEC e commissioni a zero di Plus500, consente l’utilizzo della piattaforma MetaTrader 4 che sta portando molti professionisti a scegliere questo broker per il trading sui Bitcoin.

Clicca qua per aprire un conto gratuito con Markets.com

Sull'autore

Giuseppe Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.

Lascia un Commento