Investimenti

Ethereum truffa o no? Ecco come fare trading su ether in sicurezza

Ethereum è una truffa? È questa una domanda piuttosto comune che nel corso degli ultimi mesi sempre più investitori e risparmiatori si sono posti con insistenza, nella speranza di comprendere in modo consapevole se delle criptovalute come ether ci si possa fidare o meno.

Ma è possibile dare una risposta a questo quesito una volta per tutte? E in che modo ci si può rapportare con serenità e sicurezza al trading su Ethereum? Cerchiamo di saperne di più, svelando qualche accortezza che vi permetterà di fare investimenti più chiari su questo asset!

Cos’è Ethereum

ethereum truffa

In primo luogo, per capire se Ethereum sia o meno una truffa (anticipiamo che NON lo è, ma ne parleremo in maniera più approfondita tra poche righe), dobbiamo cercare di descrivere rapidamente questo asset piuttosto interessante.

Ethereum è in realtà ben più di una criptovaluta (il cui nome è peraltro diverso, ether): è un ecosistema complesso, che si presta molto bene alla realizzazione di applicazioni decentralizzate che chiunque, potenzialmente, può scegliere di alimentare (è per questo motivo che la rete Ethereum è quella preferita da chi vuole lanciare nuove ICO).

Dunque, Ethereum non è un elemento così impalpabile come molte criptovalute purtroppo hanno dimostrato di essere nel corso degli anni. È invece un ecosistema solido, al quale sempre più istituzioni stanno guardando con crescente interesse, anche all’interno del mondo della finanza tradizionale.

L’emanazione criptovalutaria di cui parleremo oggi è dunque solo una piccola parte del panorama Ethereum. Una conferma ulteriore di come Ethereum non sia una truffa, e che – dopo Bitcoin – può ben confermare il suo ruolo di criptovaluta e ecosistema criptovalutario più noto del mondo.

Truffe Ethereum

Purtroppo, nonostante questa serenità che dovrebbe contraddistinguere chi si rapporta con Ethereum, non sono state certamente poche le truffe che sono nate proprio sfruttando il nome di questo ecosistema. Si pensi a The Ethereum Code, una truffa che sfrutta il nome di Ethereum per convincere gli incolpevoli risparmiatori a investire in un miracoloso algoritmo che, invece, aveva un unico obiettivo: far sparire i soldi dei malcapitati che, con eccessivo moto di fiducia, avevano dato i propri risparmi a questo progetto.

In altri termini, Ethereum non è una truffa, ma moltissimi truffatori hanno iniziato ad utilizzare il suo nome (che intanto acquisiva sempre maggiore popolarità) per poter realizzare delle vere e proprie frodi. Intuibilmente, questo non significa affatto che Ethereum sia in qualche modo “colpevole” o sia “complice” di queste frodi: è semmai una vittima di questi raggiri.

Pertanto, il nostro suggerimento non è quello di stare alla lontana da Ethereum, ma solamente prestare grande attenzione a chi vi farà promesse di facili guadagni, sicuri e senza rischi. Non funziona affatto così: nessuno potrà garantirvi un risultato certo su Ethereum, e pertanto è sicuramente opportuno non fare affidamento a progetti che con poca chiarezza e trasparenza vi promettono miracoli.

Purtroppo, inoltre, tale buona regola di cautela vale anche nei confronti degli exchange, ovvero di quelle piattaforme online che nascono per poter favorire lo scambio di valuta tradizionale con Ethereum (e altre criptovalute) e viceversa. Anche se la maggior parte degli exchange di criptovaluta funziona bene, altri sono servizi poco affidabili e vulnerabili.

Investire su Ethereum senza truffe

Ma allora in che modo è possibile investire in Ethereum senza correre il rischio di cadere vittime dei truffatori?

Le opportunità sono davvero tante. Una è per esempio rappresentata dalla possibilità di acquistare degli Ethereum presso un exchange abilitato o presso IQ Option, che recentemente ha aperto un servizio di vendita di criptovaluta e di custodia in un proprio wallet. Per incrementare ulteriormente il livello di sicurezza di tale transazione, valutate anche l’opportunità di acquistare un wallet hardware o, per lo meno, organizzarvi con un wallet fisico.

Se tuttavia volete utilizzare gli Ethereum come asset per i vostri investimenti speculativi, uno dei metodi potenzialmente più proficui è certamente quello di utilizzare i CFD. Ma cosa sono i CFD? E perché potreste avvicinarvi con la sufficiente fiducia e sicurezza a questi strumenti finanziari?

I CFD (contratti per differenza) sono dei particolari strumenti finanziari che vi permetteranno di operare in modo facile, sicuro e veloce su ogni asset, Ethereum compreso. Tutto ciò che vi occorre per poter fare del trading sui CFD è semplicemente l’accesso a una piattaforma di trading online come Plus 500, eToro o IQ Option. Così facendo avrete l’opportunità di aprire posizioni con i CFD, partecipando a un potenziale risultato positivo nel caso in cui il prezzo salga o scenda: l’importante non sarà prendere posizione in un mercato rialzista (come invece sareste costretti a fare in riferimento a un investimento diretto sulla criptovaluta), bensì cercare di individuare la corretta previsione.

Di seguito abbiamo riassunto per voi 5 validi motivi per poter fare investimenti in CFD su Ethereum:

  • Sicurezza: investire su Ethereum con i CFD rappresenta un modo sicuro per poter partecipare ai profitti (almeno da un punto di vista potenziale, poiché non dovrete mai dimenticare che così come è semplice fare ampi utili, lo è ancora di più andare in perdita!). Se ricorrerete a uno dei broker consigliati, non andrete pertanto incontro al pericolo di truffa.
  • Facilità tecnica: investire in CFD su Ethereum vi dovrà richiedere un impegno strategico approfondito. Tuttavia, predisposta un’apposita politica operativa, non incontrerete alcuna difficoltà tecnica per investire nel settore, visto e considerato che le piattaforme di trading a vostra disposizione sono organizzate proprio per poter rendere immediato e intuitivo il trade speculativo.
  • Senza spese: il trading di Ethereum con i CFD non prevede alcuna commissione. Non ci sono pertanto oneri di apertura e di chiusura della posizione, o altri costi come ad esempio quelli legati al trasferimento di criptovaluta da e verso il vostro wallet.
  • Possibili guadagni anche in caso di trend decrescente: contrariamente all’acquisto di criptovaluta e alla conseguente necessità di “sperare” che le quotazioni di Ethereum salgano, con gli investimenti in CFD su tale asset potrete ottenere dei potenziali benefici sia quando il valore del bene sale, sia quando scende. L’importante – come sopra abbiamo già preannunciato – non è cercare di partecipare a un trend di mercato crescente, ma solamente individuare correttamente il trend, sia esso in salita o in discesa.
  • Leva finanziaria: i CFD possono utilizzare la leva finanziaria per poter moltiplicare i guadagni dei vostri investimenti. Si tratta di uno strumento particolarmente rischioso e, pertanto, vi consigliamo di utilizzarla con particolare cautela!

Quali piattaforme di trading usare per Ethereum

Broker Vantaggi Deposito min. Inizia
Spread bassi, demo gratis 100 € Apri un conto
Social trading 200 € Apri un conto
Deposito minimo 10 euro 10 € Apri un conto

Sul web potete trovare tantissime piattaforme di trading per poter investire su Ethereum. Tuttavia, se preferite andare sul sicuro e risparmiarvi i tempi delle varie “sperimentazioni” sui conti di investimento che potreste scegliere di abbracciare, il nostro suggerimento è quello di puntare su Plus500, eToro o IQ Option: tre alternative tra le migliori sul mercato, che vi permetteranno altresì di toccare con mano le proprie straordinarie qualità attraverso l’apertura di un conto demo.

Sull'autore

Roberto Rossi

Perito Informatico ma appassionato del trading online con i CFD. Mi occupo di stesura articoli sul trading online, CFD e forex.

Lascia un Commento