Innovazione e startup

Mark Cuban: lo “squalo” più ricco di Shark Tank

Mark Cuban è un businessman, investitore, autore, personalità televisiva e filantropo. È il proprietario della squadra di NBA Dallas Mavericks, comproprietario di 2929 Entertainment e Amministratore Delegato AXS TV. È anche uno dei principali squali investitori nel reality show dell’ABC Shark Tank.

Mark Cuban

Mark Cuban

Nel 2011, Cuban scrisse un e-book, “Come Vincere nello Sport del Business”, dove raccontava le sue numerose esperienze sia nel business che nel mondo dello sport.

Mark Cuban è nato a Pittsburgh, Pennsylvania. Suo padre, Norton Cuban, era un tappezziere d’automobili, mentre Cuban descrisse sua madre Shirley, come una persona che cercava sempre nuovi stimoli: un lavoro differente o un obiettivo diverso ogni settimana.

Crebbe nel sobborgo di Mt. Lebanon, in una famiglia ebrea. Il suo nonno paterno cambiò il nome da Chabenisky a Cuban, dopo che la sua famiglia è emigrata dalla Russia tramite Ellis Island. I suoi nonni materni, erano anch’essi ebrei, provenienti dalla Romania.

Il primo passa di Cuban all’interno del business è avvenuto all’età di 12 anni, quando vendette borse della spazzatura per potersi pagare un paio di costosissime scarpe da basket. All’età di 16, sfruttò lo sciopero del Pittsburg Post-Gazette semplicemente portando i quotidiani da Cleveland a Pittsburgh.

La carriera di business per Cuban inizia nel 1982, quando si trasferisce a Dallas, Texas, quando trova prima lavoro come barman, e poi come addetto alle vendite per Your Business Software, uno dei primi negozi di software per PC a Dallas. Viene licenziato meno di un anno dopo, dopo un meetup con un cliente per procurare nuovo business invece di aprire il negozio.

Cuban fondò la sua compagnia, che il supporto di alcuni clienti di Your Business Software. All’inizio MicroSolutions era un integratore di sistema ed un reseller di software.

L’azienda era uno dei primi rivenditori di tecnologie come Carbon Copy e Compuserve. Uno dei più grandi clienti dell’azienda era Perot System.

Nel 1990, Cuban vendette Microsolutions a CompuServe, al tempo un consociato di H&R Block – per 6 milioni di dollari, guadagnando all’incirca 2 milioni di dollari.

Nel 1995, Chris Jaeb e il compagno presso l’Indiana University fondarono Audionet, Cuban iniziò ad investire nel progetto nel 1998. Audionet diventò broadcast.com nel 1998, crescendo nel giro di un anno con 330 impiegati e 13.5 milioni di dollari di fatturato nel secondo trimestre. Nel 1999, Broadcast.com ha aiutato il lancio del primo show di Victoria Secret Fashion Show. Quell’anno, durante la bolla dot com, Broadcst.com venne acquisito da Yahoo! per 5.7 miliardi di dollari in azioni Yahoo!.

Mark Cuban Jet

Mark Cuban Jet

Dopo la vendita di Broadcast.com, Cuban iniziò a diversificare la sua ricchezza per evitare la troppa esposizione da un crash di mercato. Il Libro dei Guinness ha accreditato Cuban della più alta cifra mai pagata per una transazione e-commerce, dopo aver pagato 40 milioni di dollari per il suo jet Gulfstream V nell’ottobre del 1999.

Cuban continuò poi a lavorare con Wagner in svariati altri progetti.

Nel 2011 Cuban era al posto 211 nella lista delle “persone più ricche al mondo” sul Forbes, con un patrimonio di 211 milioni di dollari.

Cuban e le Startup

Cuban ha in passato investito in varie aziende in ambito di social software e distribuite networking industries. È anche uno dei proprietari di IceRocket, un motore di ricerca che scandaglia la blogosfera in ricerca di contenuti. È diventato un partner in RedSwoosh, un’azienda che utilizza una tecnologia peer-to-peer per inviare media come video e software al PC di un’altro utente, successivamente acquisito da Akamai.

È anche stato un investitore in Weblogs, Inc. che è stato poi acquisito da AOL.

Nel 2005 poi Cuban investì in Brondell, una startup di San Francisco specializzata nel fare sedute di WC high-tech.

Shark Tank e Mark Cuban

Cuban è famosissimo (insieme a mostri sacri come Lori Greiner) al grande pubblico per essere lo squalo di ABC nel programma televisivo Shark Tank dalla stagione tre del 2012.

Al luglio del 2017, ha investito in ben 85 startup in 111 episodi di Shark Tank, con un totale di 19.9 milioni di dollari investiti.

I tre più grandi investimenti di Cuban hanno tutti avuto almeno di 1 milione di dollari investiti: Ten Thirty One Productions, Rugged Maniac Obstacle Race, e BeatBox Beverages.

Da quando Cuban è entrato a far parte dello show nel 2012, i ratings di Shark Tank sono incrementati e lo show ha vinto tre Primetime Emmy Awards. Cuban è in assoluto lo squalo più ricco ad essere comparso nello show.

Le accuse della SEC

Il 17 novembre 2008 Mark Cuban è stato segnalato dalla Securities and Exchange Commission (SEC), la quale ha presentato una denuncia civile contro Mark Cuban per quanto riguarda il presunto insider trading delle azioni di Mamma.com, ora noto come Copernic. Una diluizione delle azioni si è verificata poco dopo un commercio nel giugno 2004, fornendo indicazioni di conoscenza interna al momento del commercio, e Cuban è stato salvato da una perdita di 750.000 dollari.

La SEC ha affermato che Cuban ha ordinato la vendita delle proprie partecipazioni in Mamma.com dopo che è stato affidato in modo confidenziale dalla società per partecipare ad un’operazione che potrebbe diluire le azioni degli azionisti attuali. Cuban ha contestato le accuse, dicendo che non aveva accettato di mantenere riservate le informazioni.

Nel luglio 2009, il tribunale distrettuale statunitense ha respinto le accuse contro Cuban, e la SEC ha fatto appello. Nel settembre 2010, un tribunale di ricorso ha dichiarato che il tribunale distrettuale ha commesso un errore ed ha affermato che sarebbero necessari ulteriori procedimenti per risolvere il caso.

Una giuria federale del Texas è risultata in favore di Cuban il 16 ottobre 2013. La giuria di nove membri ha emesso il verdetto dopo aver deliberato per più di 3 ore.

Sull'autore

Andrea Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.

Lascia un Commento