Trading binario: gli investimenti alla portata di tutti
Investimenti

Trading binario: gli investimenti alla portata di tutti

Per chi non ha molta esperienza nel settore finanziario, l’idea di poter guadagnare dei soldi dagli investimenti potrebbe essere piuttosto un miraggio. La buona notizia è che, negli ultimi anni, è stato lanciato un prodotto finanziario che, al contrario, permette a chiunque di giocare in Borsa online. Sto parlando delle opzioni binarie, dette anche opzioni digitali. Si tratta di una tipologia di trading piuttosto semplice, per la quale non dovrai fare altro che prevedere se il prezzo di un asset salirà o scenderà.

Come si svolge una negoziazione di trading binario?

Il fatto che il commercio delle opzioni digitali abbia reso il trading online accessibile a chiunque, non significa che questo tipo di attività vada presa sotto gamba. Infatti, prima di iniziare, dovrai comunque fare in modo di procurarti strumenti efficienti e di impegnarti in un minimo di studio dei mercati finanziari.

Ti spiego meglio: anche per operare nel trading binario online, occorre prima scegliere un buon broker e sarà importante, anche se tutto si svolge in modo semplice, imparare a costruire comunque un proprio piano strategico.
A livello pratico, una negoziazione si svolge nel modo seguente. Dovrai scegliere un bene finanziario da negoziare. Per le opzioni classiche, dette anche Call/Put o Alto/Basso, dovrai indicare nel tuo ordine se il prezzo del bene scelto, entro una determinata scadenza, si troverà ad un livello più alto o più basso del prezzo corrente.

E’ chiaro però che, per non ridurre i tuoi investimenti ad una banale scommessa, rischiando sempre al 50%, sarà necessario quantomeno che tu sappia quale asset scegliere e che tu sia in grado di leggere e interpretare i grafici di trading per capire come si muove il prezzo.

Quali sono i vantaggi del trading binario?

Investire tramite il gioco in Borsa online è già di per sé un vantaggio. Infatti, grazie a questo “business” ti basterà avere un dispositivo elettronico connesso ad internet, per tentare di raggiungere buoni profitti comodamente da casa. Il web è in grado di fornire tutti gli strumenti necessari e, generalmente, non ci sono limiti di orari o di somme massime da investire.

In questo già vantaggioso contesto, le opzioni digitali spiccano per diversi motivi. Della semplicità già ti ho parlato, ma le potenzialità di questa tipologia di trading sono anche altre. Infatti, pur essendo le percentuali di profitto fisse, i rendimenti oscillano sempre intorno all’85% del capitale investito, con dei guadagni che, come puoi immaginare, potrebbero essere molto interessanti. Chiudono il cerchio la grande varietà di asset tra cui scegliere e la non necessità di impostare ordini complicati con blocchi vari, per limitare le perdite.
Come specificavo prima, la scelta del broker è il punto cardine per iniziare ad investire con serenità. Analizziamo più a fondo la questione.

Fattori determinanti che rendono un intermediario finanziario migliore di un altro

Sono molti i trader di opzioni binarie che si chiedono quale sia il miglior broker in assoluto. A suo tempo, me lo sono chiesto anche io. Dopo averne testati svariati, sono giunto alla conclusione che molto dipenda dalla propria situazione personale: ovvero che obiettivi si vogliono raggiungere, livello di esperienza e disponibilità economica.

A livello generale, posso dirti che i servizi che più agevolano le operazioni finanziarie dei nuovi trader sono essenzialmente due: l’accesso al centro di formazione e il conto demo. Quando un broker ti offre questi due servizi, significa che ti sta mettendo nelle condizioni di imparare quello che devi fare e di sperimentare quanto imparato, al fine di avere piena consapevolezza prima di commerciare con soldi reali.

Molto utili possono risultare anche i bonus. Si tratta di somme di denaro che il broker metterà a disposizione dei propri clienti, per sostenerli nei loro primi investimenti. Poter usufruire di un incentivo è molto conveniente, tuttavia ti consiglio di non scegliere il tuo broker principalmente in base a questo fattore. Devi pensare alla tua carriera nel lungo termine, e quindi soffermarti innanzitutto sullo studio del trading.

E’ vero che i broker guadagnano sulle perdite degli investitori e che quindi pilotano le negoziazioni?

Sembra quasi una leggenda metropolitana, ma come tale, un fondo di verità, nelle presunte truffe dei broker, c’è. Di conseguenza, è doveroso fare alcun specificazioni.

Innanzitutto, esistono broker regolamentati e broker che non lo sono. La differenza sta nell’operare secondo determinate direttive e sotto vigilanza da parte dei primi, e lavorare illegalmente da parte dei secondi. Un broker regolamentato, in genere, guadagna su ogni transazione dell’investitore, con una piccola commissione richiesta che, in caso di vincita, è più alta. Ciò significa che un broker di questo tipo guadagna con l’investitore e non sulle sue spalle. Nessuno degli enti di vigilanza, invece, ha mai rilasciato licenze e/o autorizzazioni a quelle società che, al contrario, si concentrano sulle perdite.

novembre 16, 2016

About Author

Gennaro Parisi Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su Di Noi
e-conomy ti spiega l'economia come nessuno l'aveva fatto prima d'ora. Senza paroloni e senza timori reverenziali. Ti diciamo chiaro e tondo che cosa stanno facendo con i tuoi soldi. E quando possibile, ti diciamo anche come metterli in salvo. Senza promesse da marinaio e soprattutto senza costi. Informazione pulita, trasparente, senza conflitti di interessi, gratuita.