Investimenti

Trading Online Soia: investire, quotazione e prezzo

La soia è una delle materie prime più importanti in assoluto nel mondo del trading online, e ovviamente anche nel settore alimentare, energetico ed industriale. Il lavoro di ottimizzazione per la vita di questa pianta attraverso la genetica, ha permesso di ridurre al minimo il rischio durante la coltivazione. La soia è grazie anche a questi motivi una delle materie prime che vengono più tradare online.

All’interno di questo articolo sarà possibile conoscere tutti i fattori principali per investire all’interno del mercato finanziario della soia, conoscendo tutti i possibili rischi di questo investimento. Scopri con noi come investire nei mercati finanziari della soia.

Quotazione Soia

Questo è il grafico in tempo reale di questa materia prima. Il prezzo è espresso in USD centesimi per bushel. Ricordiamo che con la piattaforma di trading Plus500 è possibile investire in questo mercato finanziari subito gratuitamente e con tutta la sicurezza di una piattaforma di trading online regolamentata.

Soia: come investire

Prima di iniziare ad investire nel mercato finanziario della soia è obbligatorio iniziare ad imporre come funziona questo mercato finanziario e quali sono le dinamiche di mercato di questa coppia forex.

Con il termine soia si intende una pianta che fa parte della grande famiglia delle piante Leguminose. Si intende dunque una pianta originaria dell’Asia Orientale, che viene coltivata ed esportata in gran parte del mondo. Questa pianta produce ogni anno dei frutti in forma di legumi corti che vengono utilizzati in varie occasioni.

Importante sottolineare che la materia prima della soia non esiste in modalità selvatica. Venne prodotta per la primissima volta in Cina circa 5000 anni fa ed arrivò in America ed Europa intorno all’ottocento. La coltivazione iniziò dal 900 in poi in larghissima crescita.

Ad oggi sono moltissimi i paesi che producono in quantità industriali la soia. Tra tutti riconosciamo gli Stati Uniti, UE, Brasile, Argentina, Cina e molti altri ancora.

Il paese che consuma più soia è la Cina. Il 50% della soia in tutto il mondo viene infatti utilizzata in Cina.

Sono presenti due tipologie di soia: la soia naturale e la soia geneticamente modificata. Ovviamente quella geneticamente modificata è presente in più larghe quantità.

Nonostante gran parte della soia venga utilizzata per estrarre l’olio di soia (usato come olio vegetale a fini culinari) e i pannelli di soia (utilizzati principalmente come materia prima agricola), la soia allo stato naturale è ovviamente un bene commerciabile. I fagiolini di soia sono commestibili e se sei stato in un ristorante di sushi ti potrebbe essere stata offerta la soia come antipasto, sotto il nome giapponese “edamame”.

Inutile dire che gli Stati Uniti solitamente dominano il mercato della soia, e questo rappresenta ben oltre il 50 per cento della produzione mondiale totale. Il Brasile è un secondo lontano, con circa il 20% del mercato. La coltura negli Stati Uniti inizia a settembre, e la produzione di soia è ciclica.

Per iniziare a fare trading sulla soia puoi cliccare qua per aprire un conto su Plus500.

Trading Soia

Gran parte della soia viene utilizzata per l’olio, che viene poi utilizzato in cucina. Esiste anche però la farina di semi di soia, che rimane molto utilizzata nell’ambito dell’estrazione del petrolio, viene utilizzata in agricoltura per dare da mangiare al bestiame.

La soia viene tradata in numerosi centri borsistici, dove viene commerciata sia nel formato d’asta libero che in formato elettronico nei seguenti centri borsistici:

  • Tokyo Grain Exchange (TGE)
  • Kansai Commodities Exchange (KANEX)
  • Brazilian Mercantile and Futures Exchange (BM&F)
  • Dalian Commodity Exchange (DCE)
  • Mercado a Termino de Buenos Aires (MATba)
  • National Commodity and Derivatives Exchange (NCDEX)
  • CME (Chicago Mercantile Exchange (CME), e-CBOT)

Consigli Trading Online Soia

I consigli principali per il trading online della soia sono i seguenti. Il mercato della soia può risultare estremamente illiquido ed ovviamente anche volatile in alcune situazioni.

Il mercato della soia è indubbiamente influenzato dai prodotti principali che vengono creati con la soia: la farina e l’olio. Quindi questi due “sottomercati” influenzeranno indubbiamente i prezzi in questione.

Sono in molti i trader che proprio per ovviare a questa discrepanza fanno il “crush trading” ovvero decidono di acquistare un contratto di olio di soia e venderne un’altro di farina di soia, riuscendo così a bilanciare il proprio investimento agendo “in copertura”.

Cosa influenza il prezzo della soia

Sono molti i fattori che influenzano il prezzo di questa materia prima così importante. Sicuramente il prezzo della soia è pesantemente influenzato dal meteo, che a sua volta influisce sul rendimento del racconto.

In quanto si tratta di una delle materie prime più importanti, sono molti altri i fattori che influenzano questo mercato. Le cattive condizioni climatiche precedenti alla raccolta risulteranno quindi in una possibile diminuzione dell’offerta e quindi da un conseguente aumento nel prezzo della soia. Sono anche molti i parassiti in grado di danneggiare il raccolto, e gli investitori tengono tutti questi fattori sotto stretta osservazione.

Gran parte della produzione di soia è riservato oggi al bestiame (75%). C’è tutt’oggi un grandissimo interesse nel mercato della soia soprattutto grazie alle proteine e all’olio. La composizione della soia può variare in base al luogo e ovviamente anche in base al clima.

Per iniziare a fare trading sulla soia puoi cliccare qua per aprire un conto su Plus500.

Approfondisci su altre materie prime:

Sull'autore

Andrea Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.

Lascia un Commento