Trading online: tutto parte dalla scelta del broker regolamentato
Investimenti

Trading online: tutto parte dalla scelta del broker regolamentato

Per iniziare ad investire nel trading forex, è necessario scegliere un intermediario sicuro presso il quale aprire un conto e che fornisca strumenti di qualità adatti all’attività del trader. Se sei alle prime armi, è probabile che tu debba compiere questa scelta, ma che tu non sappia dove trovare la società giusta. Ti dico subito che, attualmente, gli intermediari di trading attivi sul web sono tantissimi, ma non tutti onesti. La categoria dei migliori è certamente composta dai broker forex regolamentati. In questa breve guida ti aiuterò ad individuarli, spiegandoti quali sono le caratteristiche di un intermediario sicuro e affidabile.

Negoziare le valute: la regolamentazione europea

Prima di andare ad analizzare i servizi offerti da un broker, è fondamentale assicurarsi che esso operi secondo le normative borsistiche del Paese di appartenenza. Può sembrarti un dettaglio, ma in realtà è la prima garanzia che ti consentirà di dedicarti agli investimenti in modo efficace, senza il rischio di truffe.

In Europa, attualmente, vige la direttiva MiFID, un insieme di norme che hanno il primo obiettivo di tutelare i clienti, imponendo un mercato corretto e trasparente. Ogni Paese europeo possiede un organo di vigilanza indipendente che ha il compito di far rispettare le suddette regole, vigilando sulle attività dei broker. Un intermediario autorizzato possiede una licenza che attesta la conformità dei propri servizi con i requisiti segnalati nella direttiva.

Per quanto riguarda l’Italia, l’organo di vigilanza è la CONSOB (Commissione Nazionale per la Società e la Borsa)
, dotato anche di persona giuridica che può intervenire e sanzionare eventuali scorrettezze. Per trovare un broker autorizzato da CONSOB puoi visionare l’Albo delle società iscritte direttamente sul sito della Commissione. Alternativamente, coerentemente con gli obblighi di trasparenza, anche sui siti degli intermediari stessi puoi trovare le licenze possedute.

Come guadagnano gli intermediari autorizzati?

Il possesso o meno di una regolare licenza da parte di un broker influenza in modo importante anche l’erogazione di alcuni servizi e determinate caratteristiche del broker stesso. In primo luogo, voglio spiegarti come guadagna un intermediario autorizzato rispetto ad una società non regolamentata.

Nel rispetto delle norme a tutela degli investitori, un intermediario autorizzato applicherà solo delle piccole commissioni per ogni transazione eseguita dal trader. Ciò significa che lo spread tra le valute subirà un lieve rialzo. E’ evidente che, in questo modo, il broker avrà interesse a che l’investitore invii quanti più ordini possibili e affinché questo avvenga il trader deve vincere, per non desistere.

Al contrario, molte società non regolamentate guadagnano sulle perdite dei propri clienti
, scegliendo, per ogni operazione di trading, di assumere sul mercato la posizione contraria all’investitore. Il dubbio che le perdite vengano favorite, in questo caso, è più che lecito. In conclusione, anche se ti sentissi attratto da offerte molto convenienti, non rivolgerti mai ad una società non autorizzata: non verresti tutelato in alcun modo e il tuo capitale potrebbe venirti sottratto illegalmente.

Una volta scelto il broker che ti consenta di operare serenamente, sarà fondamentale un piano di trading strategico
.
Se vuoi diventare un trader di successo devi necessariamente imparare a costruire un piano operativo valido. Se non lo facessi, rischieresti di affidare al caso le tue previsioni, con il conseguente fallimento della tua carriera in pochissimo tempo. Le strategie forex hanno lo scopo di aiutarti a prevedere le condizioni del mercato, segnalandoti il momento giusto per aprire e chiudere una posizione e in quale direzione è presumibilmente più conveniente investire. E’ importante che tu capisca che un sistema di trading va costruito dettagliatamente in ogni punto e allo stesso modo deve essere seguito in ogni passaggio.

Forex strategico: tenere un diario di trading

A molti principianti può sembrare una banalità, ma scrivere nero su bianco lo svolgimento delle negoziazioni aiuta in modo incredibilmente efficace ad individuare le basi per costruire un proprio piano strategico.

Un trader senza esperienza, dopo essersi dedicato alla formazione, pur avendo appreso concetti e tecniche basilari, non sarà in grado di partire immediatamente con una strategia ottimamente confezionata. Ciò potrà avvenire solo dopo una lunga esperienza. Chiaramente, l’esperienza deriva dai tentativi. Ecco perché ti consiglio di trascrivere tutte le tue operazioni di trading: capire gli errori e capire i successi è importante in egual misura per non ripetere certi fallimenti e per inserire nel proprio piano gli elementi che ti hanno portato a vincere.
Più avanti, ti accorgerai che l’utilizzo simultaneo di una strategia e della tua agenda di trading rappresenterà un processo fondamentale del tuo lavoro, al quale non rinuncerai facilmente, dopo averne constatato l’utilità.

Quali sono gli elementi che compongono una strategia di trading per il commercio con le valute?
Innanzitutto, la buona notizia è che è statisticamente provato che chi opera nel trading seguendo un piano strategico ha più successo di chi investe senza organizzazione. Pur non potendo iniziare con uno stile definito, non puoi nemmeno approcciare al mercato dei cambi con zero strumenti. Al di là degli elementi più tecnici che potrai decidere di inserire successivamente, ti elenco brevemente cosa non deve mai mancare in un sistema di trading:

  1. Lo studio del mercato valutario in un determinato momento (ti consentirà di scegliere asset e scadenze più convenienti)
  2. Un piano di gestione dei rischi
  3. Un piano di gestione del capitale
  4. Un piano di gestione delle emozioni.

Se l’importanza dei primi tre punti è evidente senza bisogno di altre spiegazioni, sul quarto punto voglio aprire una piccola parentesi. Il mercato valutario può essere considerato il più “emotivo”, in quanto altamente frequentato e soggetto a repentini cambi di trend. Non mancano quindi le situazioni di caos. Quando in gioco ci sono i propri risparmi, una situazione instabile potrebbe indurre il trader a compiere azioni illogiche.
La maggior parte degli investitori che hanno fallito nella propria carriera, sono stati traditi esattamente dalle proprie emozioni. Ecco perché ti consiglio di soffermarti attentamente sul quarto punto con la stessa attenzione, se non maggiore, che dedicherai agli altri punti chiave della tua strategia.

ottobre 24, 2016

About Author

Gennaro Parisi Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su Di Noi
e-conomy ti spiega l'economia come nessuno l'aveva fatto prima d'ora. Senza paroloni e senza timori reverenziali. Ti diciamo chiaro e tondo che cosa stanno facendo con i tuoi soldi. E quando possibile, ti diciamo anche come metterli in salvo. Senza promesse da marinaio e soprattutto senza costi. Informazione pulita, trasparente, senza conflitti di interessi, gratuita.