Investimenti

Binance Exchange: come funziona, recensione ed opinioni

Pubblicato: 15 Ottobre 2022 di Francesco

La guida di oggi sarà completamente dedicata a Binance exchange, ossia una delle tante piattaforme di scambio per acquistare e vendere criptovalute. Ci troviamo quindi in un settore relativamente nuovo, che vede la presenza di tantissimi intermediari.

Binance ne rappresenta uno dei più conosciuti, anche alla luce delle migliaia di persone registrate, che possono quotidianamente approfittare delle funzionalità messe a disposizione. Binance è gestibile comodamente online, anche tramite applicazione per dispositivi mobili.

È un exchange che si è fatto strada in una vasta concorrenza, ottenendo discreti risultati sotto più punti di vista. È la piattaforma che può fare al caso tuo? Come funziona nel dettaglio? Esistono costi da dover tenere a mente? Quali sono le possibili alternative sul mercato?

Domande che esamineremo a breve, non prima di averti ricordato come Binance competa ad oggi con tantissimi altri intermediari di spicco, come ad esempio eToro (vai qui per scoprirlo). È un broker ibrido, poiché ti permette sia di negoziare in CFD, sia di acquistare il sottostante.

Con lo stesso puoi inoltre partire da un pratico account demo iniziale, senza alcun limite di tempo, con 100.000$ virtuali sempre a tua disposizione. In alternativa, puoi procedere con la modalità reale, caricando un piccolo deposito, anche tramite carta, bonifico, o PayPal.

Tabella di riepilogo su Binance exchange

👍 Binance: funziona? Segui la nostra guida
👌 Registrazioni Registrato presso l’Organismo Agenti e Mediatori
💰 Costi Presenza di commissioni 
💻 Settore di interesse Criptovalute
🥇Migliori Broker CFD eToro
😢 Esistono truffe: Si, molte. Segui solo siti affidabili.

Cos’è Binance?

Binance è uno degli exchange con maggior volume sugli scambi al mondo. Prima di essere una piattaforma per vendere e comprare criptovalute, è considerato un ecosistema molto ampio, che ha avuto la capacità di crescere notevolmente nel giro di pochi anni.

La sua fondazione risale infatti al 2017 ed i fondatori di Binance sono Changpeng Zhao, che ricopre attualmente anche la carica di CEO dell’intero gruppo e Yi He, che è attualmente a capo delle strategie di marketing, di branding e commerciali del gruppo.

Numeri alla mano, secondo le informazioni ufficiali, la piattaforma è arrivata a gestire più di 1,400,000 transazioni al secondo. Ha una delle suite di prodotti più vasta nell’intero panorama crittografico mondiale, poiché comprende:

  • Binance exchange, ossia la piattaforma per comprare, vendere, mettere in staking, prestare criptovalute, e svolgere molte altre attività;
  • Binance Smart Chain, ossia una delle tecnologie blockchain alternative ad Ethereum, che ha preso sempre più importanza nel settore della finanza decentralizzata (DeFi);
  • Trust Wallet, ossia il portafoglio multivaluta di casa Binance, molto apprezzato ed utilizzato in tutto il mondo;
  • Binance Labs, che è un incubatore di progetti e realtà che investe in iniziative che potrebbero svilupparsi rapidamente sul mercato crypto;
  • Binance Accademy, ossia una sezione educativa in tutto e per tutto, che permette a qualsiasi utente di ottenere nozioni ed informazioni per conoscere il mondo delle criptovalute.

Come funziona Binance

Arrivati a questo punto, scendiamo nel dettaglio sul funzionamento di Binance. Dopo una rapida registrazione e verifica dell’identità, è subito possibile accedere a tutte le funzionalità ed i servizi. La piattaforma richiede tuttavia qualche minuto per poter essere maneggiata rapidamente.

Per alcune funzioni potresti aver bisogno di tempo per capire il meccanismo operativo, soprattutto se sei un utente alle prime armi in questo settore. L’exchange mette a disposizione diversi servizi per investire sulle principali criptovalute mondiali.

Al momento attuale puoi operare su più di 350 criptovalute. La funzione più importante resta quella di acquisto, ossia che ti permette di caricare fondi fiat (come ad esempio euro), con numerosi sistemi di pagamento e di convertirli in asset crypto al prezzo di mercato.

Disponibile inoltre il trading P2P, per scambiare direttamente criptovalute con altri utenti presenti sul mercato, nonché investimenti spot ed a margine, sempre su una vasta categoria di coppie di criptovalute e strumenti crittografici.

Negli ultimi anni, Binance si è inoltre specializzata anche su attività di staking di criptovalute, nonché servizi per vendere e comprare NFT (non fungible token). L’ecosistema sfrutta inoltre per molte funzionalità anche il suo token nativo (BNB), che ritroveremo a seguire.

Individua il token BNB su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Come registrarsi su Binance

Per iscriversi su Binance sono richiesti i tipici step di registrazione di qualsiasi altro exchange, o delle migliori piattaforme per criptovalute. A seguire tutti i passaggi:

  1. Accedi sulla pagina ufficiale, o tramite l’applicazione per dispositivi mobili e clicca sulla voce di iscrizione;
  2. Seleziona uno dei tanti metodi di registrazione esistenti, come ad esempio autenticazione con account Google, con numero di telefono, o semplicemente tramite indirizzo di posta elettronica;
  3. Otterrai a questo punto un codice di verifica a 6 cifre via email, o in alternativa sul numero di telefono, da dover inserire nell’apposita sezione entro 30 minuti;
  4. Clicca su “invia” per completare la procedura ed aprire il conto su Binance.

Per poter utilizzare tutti i servizi e garantire la sicurezza degli account, Binance richiede a tutti gli iscritti la consueta verifica dell’identità (chiamata anche KYC). Tieni quindi a portata di mano i tuoi documenti, che dovrai semplicemente scannerizzare ed allegare nella sezione dell’account.

Puoi a questo punto utilizzare le credenziali per effettuare il login su Binance, sia tramite modalità web desktop che tramite applicazione Binance per smartphone, disponibile per tutti i sistemi operativi (sia per iOS sia per Android).

Come comprare criptovalute su Binance?

Completata la procedura di registrazione ed effettuato il primo login, puoi successivamente accedere a tutti i servizi, compreso l’acquisto di criptovalute. Per comprare asset crypto su Binance i processi sono abbastanza semplici e diretti.

A seguire gli step per acquistare token su Binance con valute Fiat:

  1. Accedi con le credenziali sulla pagina ufficiale e clicca sulla voce “compra ora”, oppure “compra crypto” e scegli successivamente uno dei sistemi di pagamento a tua discrezione;
  2. Inserisci la valuta che vuoi utilizzare per effettuare l’acquisto, ricordando che attualmente Binance supporta tantissime valute, come ad esempio USD, EUR, RUB, TRY, NGN, UAH, KZT, INR e così via;
  3. Inserisci l’importo che vuoi utilizzare per l’acquisto e la criptovaluta di tuo interesse (il sistema calcola in automatico quanti token puoi comprare al prezzo di mercato);
  4. Clicca su “continua”;
  5. A questo punto hai un minuto per accettare la conversione da Fiat a criptovaluta, accettando anche il prezzo del gas (ossia della transazione). Al termine del minuto, il prezzo verrà ricalcolato.

Binance: piattaforma ed app

Tutte le operazioni descritte in precedenza, possono ovviamente essere gestite sia dal tuo computer (ossia in modalità web desktop, tramite il browser di fiducia), sia tramite l’applicazione per smartphone (disponibile su tutti gli store), che ti permette di comprare crypto in mobilità.

Fin dalla sua fondazione, Binance ha diviso la gestione del sito in due modalità differenti:

  1. piattaforma operativa Standard, che garantisce un controllo molto più snello delle attività, la presenza dei grafici al centro, da poter sempre tenere sotto osservazione e la presenza di pulsanti sempre a portata di mano (una versione che si mostra quindi molto adatta a trader alle prime armi);
  2. piattaforma operativa Avanzata, che si mostra invece con un design differente, con molte più sezioni da poter aggiungere (potrebbe a tal riguardo mostrarsi un po’ più complessa da utilizzare per un trader principiante).

La differenza sostanziale fra le due modalità risiede prettamente nella presenza di una vera e propria sezione tecnica professionale per la versione “Avanzata”. Se non hai grosse esigenze, la versione Standard ti permette ugualmente di accedere a tutte le funzioni più importanti.

Binance: criptovalute supportate

Come detto in precedenza, Binance supporta attualmente oltre 350 criptovalute. Accedendo alla sezione puoi ad esempio focalizzare l’attenzione su criptovalute legate al mondo della DeFi, a quello degli NFT, del gaming, del metaverso, di soluzioni Layer 2 e molto altro ancora.

Il database è costantemente aggiornato, poiché la società inserisce di volta in volta altri token, qualora fossero di interesse sul mercato. È tuttavia sempre garantita la presenza di criptovalute storiche e ad elevata capitalizzazione (ossia ad alto market cap).

Quali sono le criptovalute scambiabili su Binance exchange? Ecco un elenco con le più note:

Binance: commissioni e costi

Passiamo a questo punto ad uno degli aspetti più importanti da valutare, ossia i costi e le commissioni. A tal riguardo, è bene tenere a mente come sia la registrazione, sia il deposito di fondi, non richiedano alcun costo.

Discorso differente è invece sulle attività di trading e di negoziazione, che come ben sappiamo (su quasi tutti gli exchange) vede la presenza di costi fissi. Nel dettaglio, Binance applica un costo fisso dello 0,1%.

Per gli scambi che avvengono in modalità peer-to-peer, i costi sulle transazioni e sul gas vengono ovviamente stabiliti al momento e possono essere variabili. Se invece si decide di pagare in Binance Coin, si possono ottenere sconti anche del 25%.

Binance: sicurezza

Nel corso degli ultimi anni, Binance ha aumentato notevolmente i propri sistemi di sicurezza, soprattutto alla luce dei tanti attacchi che molti exchange rinomati, anche di fama internazionale, hanno dovuto affrontare.

Binance garantisce quindi la presenza di Wallet protetti il più possibile, anche se non vi sono mai garanzie quando si tratta di sistemi del genere, visti i tanti attacchi anche su wallet di ultima generazione registrati nel mondo negli ultimi mesi.

La piattaforma offre autenticazione a due fattori e richiede password per poter accedere all’account. Presenti inoltre sistemi per approvare l’account tramite codici inviati sia tramite email che tramite il proprio numero di telefono, dato al momento della registrazione.

Binance: alternative regolamentate

Come annunciato in precedenza, Binance compete ad oggi con tantissime alternative, in questo caso regolamentate ed approvate anche da CONSOB. Soluzioni che propongo anche account demo di partenza, ottimi per prendere dimestichezza e per provare le funzionalità del broker.

La prima piattaforma di trading che teniamo a ricordare è eToro (vai qui). Si tratta di un operatore rapido, facilissimo da utilizzare e molto apprezzato anche da utenti principianti. Ti permette di iniziare con un deposito molto discreto, da soli 50 euro.

Con eToro puoi sia comprare criptovalute reali, agendo quindi sull’asset sottostante, sia negoziare con CFD. In alternativa, ricorda il Copy Trading, con il quale puoi ottenere le stesse operazioni di altri trader, appositamente selezionati nella sezione dei Popular Investor.

Clicca qui per registrarti su eToro adesso

Una seconda proposta, anche in questo caso pienamente regolamentata e con tutte le carte in regola, è XTB. Si tratta di un broker specializzato in contratti per differenza. Ciò significa che ti permette di aprire sia posizioni al rialzo che posizioni al ribasso sugli asset di interesse.

Il tutto senza diventare mai possessore reale delle stesse criptovalute, dato che si agisce solo su repliche fedeli dei token. Disponibile sempre un ottimo account demo a costo zero, gestibile anche tramite applicazione.

Qualora volessi ottenere più informazioni sul mondo del trading online su criptovalute, non puoi inoltre perdere il corso completo della piattaforma, offerto a costo zero direttamente sulla pagina ufficiale e ricco sia di nozioni pratiche che di nozioni teoriche.

Clicca qui per iscriverti su XTB ed ottenere il corso

Binance: opinioni e recensioni

Effettuando rapide ricerche online, è possibile constatare la presenza di moltissime opinioni e recensioni su Binance exchange e sulle sue tante funzionalità. Ricorda ovviamente di fare sempre affidamento su recensioni imparziali e che si basano su informazioni reali.

Prendiamo come riferimento le recensioni presenti su uno dei siti informativi più professionali ed autorevoli sul mercato. Su Trustpilot, Binance ha una valutazione pari a 2 stelline su 5 (quindi un risultato abbastanza basso), sulla base di 3.814 recensioni al momento attuale.

In una recensione in data 8 settembre 2022 è ad esempio possibile leggere:

“Piattaforma pessima, non è possibile nemmeno consultare in modo facile un estratto conto, centro di assistenza inesistente. I clienti affidano i loto soldi e poi non c’è modo di parlare nemmeno telefonicamente con un operatore, è vergognoso! Sono altamente insoddisfatto del funzionamento e dell’assistenza inesistente, sto seriamente pensando di ritirare tutti i miei soldi e chiudere il conto!”.

Binance: opinioni dai forum

Un secondo canale, molto utilizzato per andare alla ricerca di informazioni su Binance, è quello dei forum online. Si tratta di chat solitamente pubbliche ed aperte a tutte, all’interno delle quali chiunque può esporre considerazioni e leggere testimonianze.

binance exchange

Ricorda tuttavia di prestare sempre la massima attenzione ed evitare il più possibile fake news su Binance, sulla sua criptovaluta, così come i tipici venditori di corsi, o nella peggiore delle ipotesi utenti che promuovono servizi truffaldini.

Nella maggior parte dei casi, i forum su Binance raccontano esperienze personali sull’exchange, oppure consigli su come utilizzare le funzionalità della piattaforma (molte volte difficili da impostare per un utente alle prime armi).

Binance è legale in Italia?

In data 27/05/2022, Binance ha pubblicato un articolo sul suo blog ufficiale, dove espone di aver ottenuto la sua prima registrazione in Italia. Avrebbe ottenuto l’approvazione ed inserimento nel registro per gli operatori in valuta virtuale gestito dall’Organismo Agenti e Mediatori (OAM).

La società che è stata registrata prende il nome di Binance Italy. Con la stessa la società avrà la possibilità di prestare i propri servizi su criptovalute nel territorio italiano, seguendo le normative locali in materia. Parole di incoraggiamento sono state esposte proprio dal CEO Zhao.

Binance: pro e contro

Vediamo a questo punto di racchiudere in modo dettagliato alcuni dei maggiori punti di forza ed i principali punti di debolezza di Binance.

Fra i vantaggi di Binance exchange ricordiamo:

  • la piattaforma Standard risulta abbastanza facile da utilizzare;
  • troviamo tanti sistemi di investimento per operare con le criptovalute;
  • è possibile utilizzare una carta VISA per pagare con criptovalute;
  • l’exchange supporta molte valute fiat (compreso l’euro);
  • puoi beneficiare di assistenza a tutte le ore in caso di necessità;
  • le informazioni sono esposte in modo chiaro e trasparente;
  • il numero di criptovalute è abbastanza soddisfacente.

Fra i contro di Binance ricordiamo:

  • non è presente alcun conto demo;
  • la piattaforma avanzata potrebbe risultare difficile da utilizzare per un trader non esperto;
  • i sistemi di deposito sono ancora pochi rispetto alla concorrenza;
  • non esiste alcun sistema di Copy Trading, presente invece su broker come eToro (vai qui).

Binance: competitor

Binance non è ovviamente l’unico exchange presente sul settore e divide di mese in mese la sua quota di mercato con due tipologie di concorrenti. Da una parte competitor decentralizzati, ossia i DEX e dall’altra gli exchange centralizzati.

A seguire un elenco con 10 competitor di Binance:

  1. eToro;
  2. Coinbase;
  3. Huobi;
  4. Exmo;
  5. Gemini;
  6. Bitstamp;
  7. OKX;
  8. Crypto.com;
  9. Changelly;
  10. Robinhood.

Binance: Token BNB (Binance Coin)

Come molti altri exchange (si pensi ad esempio a Cronos Crypto di Crypto.com), anche Binance dispone di un proprio token nativo, che prende il nome di BNB. È una criptovaluta funzionale e di utilità, nonché un asset di scambio in tutto e per tutto.

Binance coin

Nel dettaglio, il token BNB può essere utile:

  • per pagare qualsiasi commissione su Binance exchange e su Binance DEX, ottenendo sconti nel caso di un suo utilizzo;
  • per pagare le commissioni sulle transazioni sulla rete Binance Smart Chain;
  • come asset di scambio per acquistare beni e servizi, o tramite la Binance Card (che ritroveremo a seguire), o tramite Binance Pay, ossia il sistema di pagamento digitale dell’ecosistema Binance;
  • per fornire liquidità al Binance Liquid Swap;
  • come token di utilità per la BSC;
  • come valuta di donazione su Binance Charity.

Binance Card

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, Binance ha di recente lanciato sul mercato una vera e propria carta di pagamento. Prende il nome di Binance Card e può essere utilizzata per effettuare acquisti sulla piattaforma, ma anche come carta da utilizzare nel quotidiano.

Dispone di tutte le tecnologie moderne di pagamento e si basa sul circuito VISA (fra i più utilizzati al mondo). Con la stessa puoi conservare crypto all’interno del portafoglio e pagare in negozio beni e servizi direttamente in criptovalute.

Al momento del pagamento con la Binance Card, il sistema converte in tempo reale la spesa con il tasso corrente delle criptovalute in tuo possesso, pagando l’esercente in valuta fiat tradizionale. Puoi utilizzare la carta anche in associazione a Google Pay e Samsung Pay.

Binance

Conclusioni

Con la nostra guida abbiamo scoperto nel dettaglio cos’è e come funziona Binance, ossia uno degli exchange centralizzati più conosciuti al mondo. Si è mostrato in realtà un ecosistema completo, con tante funzionalità rivoluzionarie nello spazio crypto e blockchain.

Dispone di un proprio token nativo (BNB), ha lanciato una blockchain di tutto rispetto, ossia Binance Coin e gestisce una piattaforma per comprare criptovalute, venderle, metterle in stake e molto altro ancora.

Fra le tante informazioni, sono altresì state indicate le principali opinioni e recensioni degli utenti, nonché i punti forza e punti di debolezza, come ad esempio l’assenza del conto demo, o di un sistema di Copy Trading.

Servizi che sono invece presenti e sempre disponibili sul broker regolamentato eToro. Con lo stesso puoi iniziare fin da subito ad investire sul mercato delle criptovalute (a partire da 50 euro, che è il deposito minimo), anche comodamente tramite app.

Clicca qui per registrarti su eToro

FAQ

Quanto è affidabile Binance?

Binance è uno dei tanti exchange esistenti, che ha avuto la capacità di crescere negli ultimi tempi. Garantisce autenticazione a due fattori e molti altri sistemi di protezione agli utenti registrati.

Quanto costa un conto Binance?

Il conto Binance non ha alcun costo di apertura e puoi aprirlo comodamente online. Discorso differente è invece sulle operazioni e scambi, che richiedono costi e commissioni fisse, o variabili.

Come prelevare i soldi da Binance?

Per prelevare i soldi da Binance puoi accedere alla tua schermata di gestione, cliccare su “preleva”, poi su “fiat”, selezionare la valuta, indicare l’importo e procedere dando conferma.

Cosa serve per aprire un conto Binance?

Per aprire un conto Binance, comodamente online, è necessario essere maggiorenni, risiedere in un Paese accettato dalla società ed avere a portata di mano documenti d’identità in corso di validità.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento