Investimenti

Comprare azioni Eni [2020] Guida, quotazioni e previsioni

Comprare azioni Eni conviene? Nella nostra guida scoprirai tutti i segreti di questa azienda italiana che è da oltre 50 anni nel settore petrolifero. La nostra analisi interesserà il modello di business di Eni, i suoi rendimenti storici e le previsioni di una delle più importanti aziende del Bel Paese.

Per investire in Eni dovrai affidarti a piattaforme di trading online come eToro e ForexTB. Entrambe sono realtà regolamentate con le quali è possibile investire in totale sicurezza ed evitare di avere sorprese spiacevoli. Che aspetti? Continua a leggere questo articolo per capire come comprare azioni Eni.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Eni: informazioni aziendali

    comprare-azioni-eni

    Eni, abbreviazione di Ente Nazionale Idrocarburi, società energetica italiana che opera principalmente nel petrolio, gas naturale e petrolchimico. Fondata nel 1953, è una delle maggiori compagnie petrolifere d’Europa in termini di vendite. Eni ha operazioni in oltre 70 paesi. La sua sede è a Roma.

    ENI ha le sue origini negli anni 1920 quando il governo italiano costituì l’Azienda Generale Italiana Petroli (Agip) per proseguire l’esplorazione di petrolio e gas naturale in Italia. Con la ristrutturazione dell’industria dopo la seconda guerra mondiale, Agip e le relative società energetiche statali furono riunite per formare l’ENI. Nel 1953 l’ENI è stata fondata come la compagnia nazionale di idrocarburi. ENI è diventata una società per azioni nel 1992 quando il governo italiano ha preparato un programma di privatizzazione in cinque fasi per l’azienda. Nel 1998 la società ha cambiato ufficialmente il nome in ENI S.P.A.

    Nel 1977, ENI firmò un primo accordo con Sonatrach, per la fornitura di gas naturale in Italia e fu costruito il sistema di gasdotti Transmed. Le consegne sono iniziate nel 1983 e a piena capacità hanno raggiunto circa 12,3 miliardi di metri cubi all’anno. Nel 1991 fu firmato un secondo accordo per aumentare le forniture di gas a 19,5 miliardi di metri cubi all’anno e il sistema Transmed fu ampliato e fu costruito un altro gasdotto.

    Comprare azioni Eni conviene?

    Durante cinque anni di crescita dei corsi azionari, Eni è passata da una perdita alla redditività. Questo sarebbe generalmente considerato positivo, quindi siamo sorpresi di vedere che il prezzo delle azioni è in calo. Altre metriche potrebbero darci una migliore comprensione di come il suo valore cambia nel tempo.

    Il dividendo più recente è stato effettivamente inferiore rispetto al passato, quindi potrebbe aver abbassato il prezzo delle azioni. Inoltre, le entrate sono diminuite del 3,6% all’anno nel corso della metà del decennio; potrebbe essere un campanello d’allarme per alcuni investitori.

    Per quanto riguarda i rendimenti degli investimenti, è importante considerare la differenza tra il rendimento totale degli azionisti (TSR) e il rendimento dei corsi azionari. Il TSR è un calcolo del rendimento che tiene conto del valore dei dividendi in contanti (supponendo che qualsiasi dividendo ricevuto sia stato reinvestito) e del valore calcolato di eventuali aumenti di capitale e scissioni di sconto. È corretto affermare che il TSR fornisce un quadro più completo per le azioni che pagano un dividendo. Nel caso di Eni, ha un TSR dell’8,8% negli ultimi 5 anni. Ciò supera il rendimento del prezzo delle azioni che abbiamo menzionato in precedenza.

    Gli azionisti di Eni sono in calo del 5,8% nell’anno (anche includendo i dividendi), ma il mercato stesso è cresciuto del 25%. Tuttavia, tieni presente che anche i migliori titoli a volte sottoperformeranno il mercato per un periodo di dodici mesi.

    Comprare azioni Eni online: migliori piattaforme

    Vuoi comprare azioni Eni? Questo è l’articolo che fa per te. Investire in Eni oggi è facilissimo e ti basteranno pochi secondi per acquistare il titolo della famosa azienda italiana. Per farlo, è necessario registrarti gratuitamente su una piattaforma di trading online come eToro e ForexTB.

    Una piattaforma di trading online, chiamata anche broker, consente di accedere ai mercati finanziari dalla porta principale e in maniera totalmente gratuita. Infatti, non dovrai pagare nulla per registrarti su eToro e ForexTB. Perché scegliere proprio questi due broker?

    Il web negli ultimi anni è diventato una giungla. Purtroppo, sono all’ordine del giorno truffe ai danni degli utenti che vengono raggirati da promesse di guadagno facile e immediato. Tutto ciò non è possibile se no saremmo tutti ricchi.

    Il nostro obiettivo è consigliarti piattaforme come eToro che possono vantare di una regolamentazione completamente europea con autorità del calibro della CySEC in Cipro, FCA in Regno Unito e Consob in Italia.

    Regolamentazioni-CONSOB-CySEC-FCA-e-MIFID

    Regolamentazioni-CONSOB CySEC FCA MIFID

    I vantaggi di eToro non finiscono qui. Infatti, con gli strumenti di trading a tua disposizione, sarai in grado di rendere i tuoi investimenti efficienti e trasformarli subito in profitto.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Comprare azioni Eni con eToro

    eToro è dal 2007 una delle migliori piattaforme di trading online disponibili sul web. Con i suoi oltre 10 milioni di utenti in tutto il mondo, è in definitiva leader del settore. Come ha fatto a raggiungere questa posizione?

    Su eToro sono disponibili centinaia di strumenti finanziari a cui puoi accedere. Tra questi ricordiamo i titoli azionari come Aviva, Ambev, Advance Auto, Accenture e Iberdrola, criptovalute, materie prime, fondi comuni di investimento e CFD.

    Lo strumento principale di eToro è il Copy Trading. Quest’ultimo ha un vantaggio esclusivo, disponibile solo su eToro: puoi replicare gli investimenti finanziari effettuati dai trader più famosi e più esperti. Una volta che avrai fatto accesso a eToro, noterai che ci sono utenti con una percentuale di guadagno superiore al 70%. Trovali e copia le loro negoziazioni!

    Prova gratuitamente eToro cliccando qui

    Comprare azioni Eni con ForexTB

    ForexTB è una piattaforma di trading online relativamente recente che ha fin da subito trovato il proprio spazio all’interno del settore. A differenza di altre decine di piattaforme, ForexTB è regolamentata dalla CySEC ed è un broker sicuro e autorizzato.

    La quantità di strumenti finanziari accessibile su ForexTB è impressionante. Tra le azioni puoi trovare società del calibro di Abbvie, Alcoa, Aarons, Agilent e Aurora Cannabis. Mentre ci sono anche altri asset come criptovalute, indici di Borsa, materie prime e forex.

    Ciò che ha reso ForexTB così diffuso nel settore è la sua funzione dei segnali di trading. Questi ultimi rappresentano dei veri e propri suggerimenti per intercettare migliori investimenti da fare nei mercati finanziari. I consigli sono completamente gratuiti!

    Prova gratuitamente ForexTB cliccando qui

    Eni modello di business

    Eni SpA è una compagnia energetica che si occupa di esplorazione e produzione di petrolio e gas. La società opera attraverso sei segmenti: esplorazione e produzione, gas e energia, raffinazione e marketing, commercio, ingegneria e costruzione e prodotti chimici. Il segmento Exploration & Production si impegna nell’esplorazione, sviluppo e produzione di petrolio e gas naturale. Il segmento Gas & Power si impegna nella fornitura, commercio e commercializzazione di gas ed elettricità.

    Il segmento Refining & Marketing si impegna nella raffinazione e nella commercializzazione di prodotti petroliferi in Italia. La sezione Trading si occupa di attività di trading assistito e attività di gestione del rischio di portafoglio. Il settore Engineering & Construction è impegnato nell’ingegneria, nei servizi petroliferi e nella costruzione sia offshore che onshore per l’industria petrolifera e del gas. Quello Chemicals è impegnato nella produzione e commercializzazione di un ampio portafoglio di prodotti petrolchimici. Eni è stata fondata il 10 febbraio 1953 e ha sede a Roma, in Italia.

    Eni rendimenti storici

    Nel 1992 Eni è diventata una società per azioni per decreto legge, essendo quotata alla Borsa Italiana e di New York nel 1995. Dal 1995 al 1998 Eni ha messo a frutto quattro offerte di azioni pienamente riuscite, in quanto il 70% del capitale è stato venduto ad azionisti privati. Dal 2000 Eni inizia a sviluppare l’importante scoperta offshore del giacimento petrolifero di Kashagan, lungo il Mar Caspio.

    Nel 2005 viene inaugurato il gasdotto Blue Stream progettato per la fornitura di gas dalla Russia meridionale alla Turchia come joint venture tra Eni e Gazprom. Nel 2007 Eni firma un accordo sullo studio di fattibilità di South Stream con Gazprom per importare gas russo in Europa attraverso il Mar Nero.

    Il gestore patrimoniale degli attivisti Knight Vinke, che detiene l’1% delle azioni in circolazione della società, nell’ottobre 2009 ha iniziato a sollecitare il management di Eni affinché gestisca uno spin off delle attività di gas di Eni. A suo avviso, ciò risolverebbe la sottovalutazione dell’azienda e rilascerebbe fino a 50 miliardi di euro (70 miliardi di dollari) di valore nascosto. Nel 2010 Eni raggiunge il traguardo chiave della produzione nel giacimento petrolifero iracheno di Zubair.

    Dopo aver ottenuto una licenza nel 2006 per l’esplorazione di un’area offshore nel nord del Mozambico, nota come Area 4, Eni ha annunciato diverse importanti scoperte di gas naturale tra il 2011 e il 2012 come Mamba South, Mamba North, Mamba North East, Coral 1. Nel febbraio 2014, ENI ha scoperto il petrolio nel suo blocco offshore della RDC.

    Dal 2012 Eni ha venduto attività di raffinazione e commercializzazione di beni di proprietà nell’Europa orientale per aumentare la redditività.

    Eni previsioni [2020]

    Eni SpA è diventata l’ultima compagnia petrolifera a tagliare le sue assunzioni di prezzo a lungo termine, affermando che la pandemia di coronavirus avrebbe un impatto duraturo sul settore.

    La società ora vede il Brent benchmark a $ 60 al barile in termini reali nel 2023, in calo rispetto a una precedente stima di $ 70. Rivals Royal Dutch Shell Plc e BP Plc hanno anche tagliato le previsioni sui prezzi in quanto il crollo indotto dal blocco impatta sulla loro attività, costringendo i produttori a rivalutare il valore delle loro attività in uno spostamento verso un’energia più pulita.

    Avendo considerato la prospettiva della pandemia che ha un impatto duraturo sull’economia globale e sullo scenario energetico, Eni ha rivisto la sua visione dei fondamentali del mercato. La società ha dichiarato che si atterrà – o addirittura accelererà – la sua strategia climatica a lungo termine presentata a febbraio.

    La diffusione del coronavirus nel mondo quest’anno ha spazzato via la domanda di carburante, colpendo i guadagni delle major petrolifere nel primo trimestre e minacciando ripercussioni peggiori nel secondo.

    Eni Azioni Quotazione Prezzo Tempo Reale [2020]

    Per capire se comprare azioni Eni conviene o meno, è importante analizzare alcuni indicatori finanziari fondamentali. Il rapporto PE è una metrica chiave che indica il rapporto tra prezzo e utili. Su questo fronte, Eni S.p.A. ha un rapporto PE di dodici mesi finale di 10,01.

    Questo livello in realtà si confronta abbastanza favorevolmente con il mercato in generale, poiché il PE per l’S & P 500 si confronta a circa 17.04. Se ci concentriamo sulla tendenza del PE a lungo termine del titolo, l’attuale livello di Eni presenta un rapporto PE del 16,50 negli ultimi 5 anni. Tuttavia, il PE del titolo si confronta sfavorevolmente con il rapporto PE di dodici mesi trascorsi dal settore Zacks Oils-Energy, che è pari a 9,47. Per lo meno, questo indica che lo stock è relativamente sopravvalutato in questo momento.

    Dovremmo anche sottolineare che Eni S.p.A. ha un rapporto PE a termine (prezzo relativo agli utili di quest’anno) di 39,65, quindi è giusto aspettarsi un aumento del prezzo delle azioni della società nel prossimo futuro. Attualmente, le azioni di Eni sono quotate a 8,04 euro con un incremento percentuale del 2,28% rispetto all’ultima chiusura.

    Considerazioni Finali

    Eni SpA è una scelta ispirata per gli investitori di valore, in quanto è difficile trovare qualcosa di negativo nelle statistiche che abbiamo visto. Tuttavia, nel corso dell’ultimo anno, il settore ha chiaramente sottoperformato il mercato in generale. Pertanto, gli investitori di valore potrebbero voler aspettare che stime, opinioni degli analisti e fattori più ampi diano segnali positivi attorno ad Eni e una volta che ciò accadrà, il titolo potrebbe essere una scelta avvincente.

    Adesso che hai letto la nostra guida su comprare azioni Eni, sarai sicuramente più consapevole dell’investimento che stai per fare. Quale sarà la tua scelta? Investirai in Eni? E quale piattaforma sceglierai tra eToro e ForexTB?

    Comprare azioni Eni

    Domande Frequenti su Eni

    Cosa è Eni?

    Eni è una delle società italiane più importanti impegnate nel settore petrolifero. 

    Conviene investire in Eni?

    Eni ha subito gli effetti del Coronavirus come tutti gli attori del settore petrolifero ma si sta lentamente riprendendo.

    Qual è la quotazione attuale delle azioni Eni?

    Attualmente le azioni Eni sono quotate a 8,04 euro.

    Dove comprare azioni Eni?

    Per comprare azioni Eni è sufficiente rivolgerti a piattaforme di trading online come eToro e ForexTB. 

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco