Investimenti

Comprare Criptovalute: Guida in pochi passi e Migliori Broker

Pubblicato: 11 Ottobre 2021 di Francesco

Comprare criptovalute permette di diventare titolari, in modo fisico, di un determinato pacchetto di monete digitali. Meccanismo, questo appena citato, nato solamente nel corso degli ultimi anni, visto il continuo sviluppo di strumenti crittografici, come ad esempio il Bitcoin e molte altre criptovalute.

Le stesse rappresentano strumenti innovativi, poco conosciuti fino a qualche anno fa, ma che grazie alla cavalcata del Bitcoin (criptovaluta ad oggi maggiormente capitalizzata) hanno avuto modo di ritagliarsi una fetta importante nel mondo, creando un vero e proprio mercato.

Così come in tutti i mercati, anche le criptovalute possono essere comprate, vendute, o negoziate tramite sistemi alternativi. Prima di addentrarci nella questione, ecco subito una prima tabella informativa su comprare criptovalute:

👍 Comprare Criptovalute Segui il nostro approfondimento
👌 Affidabilità ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
💰 Negozia anche al ribasso Scopri la vendita allo scoperto
💻 Quali criptovalute? Assets presenti sui migliori broker
🥇Migliori piattaforme criptovalute eToro e Capital.com
😢 Esistono truffe: Si, molte. Segui solo siti affidabili.

Come ricordato all’interno della tabella, il settore delle criptovalute vede ad oggi la presenza di molte truffe. E’ quindi opportuno cercare di evitarle il più possibile, andando alla ricerca di broker regolamentati come eToro.

Ecco altre piattaforme di trading crypto autorizzate:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Come iniziare a comprare criptovalute

    Entrando sin da subito nel vivo della questione, è possibile chiedersi come iniziare a comprare criptovalute. A tal proposito, è bene sapere come con il passare del tempo, i sistemi per poter operare con strumenti crittografici abbiano visto evoluzioni e sviluppi considerevoli. Ad oggi, risulta infatti possibile:

    • Comprare criptovalute in modo fisico, utilizzando i migliori exchange al mondo. Così facendo, l’utente diventa possessore delle monete digitali, andando semplicemente a convertire un determinato ammontare di valuta fiat in un determinato ammontare di strumenti crittografici.
    • Comprare criptovalute con CFD, ossia potendo da una parte avviare strategie di acquisto e dall’altra strategie di vendita. Tutto ciò grazie alla presenza dei contratti per differenza, ossia strumenti derivati.

    Contrariamente dal primo sistema, il trading di CFD su criptovalute permette al trader di poter piazzare proprie strategie, senza ottenere in modo fisico alcuna criptovaluta. Ne deriva nessun bisogno di andare alla ricerca di portafogli di archiviazione (ossia wallet di deposito).

    I contratti per differenza, fanno infatti riferimento a fedeli repliche degli andamenti del sottostante. Per questo motivo, permettono anche la cosiddetta vendita allo scoperto, non permessa dagli exchange, ossia scambiatori puri. In altri termini, un sistema del tutto innovativo, che nonostante non si basi sulla detenzione degli assets, permette ugualmente di trattare sul comparto crypto.

    A permettere tutto ciò, la presenza di pratiche piattaforme di negoziazione online. Diversamente dal passato, le stesse, hanno ad oggi ampiamente agevolato il processo di acquisto di criptovalute e di negoziazione su assets crittografici. E’ infatti possibile operare semplicemente con un computer, una connessione ad internet ed un’account all’interno di una piattaforma.

    Migliori broker per comprare criptovalute

    Compresi i principali sistemi per poter comprare criptovalute, è ora possibile soffermare l’attenzione sugli strumenti per poter portare a compimento lo stesso processo, andando alla ricerca dei migliori broker online.

    Nonostante ad oggi il settore delle piattaforme per criptovalute risulti considerevolmente saturo, è bene tenere a mente come non tutti gli intermediari possano considerarsi professionali, ma soprattutto regolamentati. Quali aspetti tenere a mente prima di passare all’acquisto di criptovalute?

    Vediamo alcuni punti:

    • Accertarsi che il broker di riferimento metta a disposizione il comparto delle criptovalute. Se l’obiettivo del trader è quello di negoziare su assets crypto, è bene che la piattaforma integri database costantemente aggiornati e con molti strumenti, così da permettere una maggiore diversificazione.
    • Accertarsi che il broker disponga delle dovute autorizzazioni. Rappresenta uno dei criteri più importati da verificare, poiché permette di constatare la piena regolarità dell’intermediario all’interno del nostro territorio.
    • Verificare in modo preliminare la presenza di eventuali costi accessori. I migliori broker CFD per criptovalute, come quelli che scopriremo a seguire nel corso dell’approfondimento, non richiedono costi fissi sulla gestione, applicando solamente bassissimi spread sugli scambi effettuati.

    Aspetto, quest’ultimo appena citato, da poter confrontare con il metodo di acquisto fisico tramite exchange. In questo caso, lo scambiatore applica sempre commissioni fisse su ogni singolo eseguito. Ma quali sono le migliori piattaforme che permettono di comprare criptovalute (o negoziare tramite CFD)?

    A seguire, la presentazione di due broker storici, ad oggi considerati un concreto punto di riferimento nel settore, ossia eToro e Capital.com.

    eToro

    Un primo broker, utilizzato da milioni di utenti per poter negoziare sul comparto delle criptovalute, è eToro (qui per la pagina ufficiale).

    Rappresenta un intermediario molto diverso rispetto alla concorrenza, sia per quanto riguarda aspetti operativi che funzionali. La sua struttura interna ricorda molto un social. Tutti gli utenti registrati hanno infatti la possibilità di interagire fra di loro, proponendo idee, considerazioni personali e commentando altri user iscritti.

    Scopri qui eToro

    La piattaforma risulta in ogni caso facile da utilizzare e completa sotto molti punti di vista. Il comparto delle criptovalute vede la presenza sia di assets storici, come nel caso del Bitcoin o dell’Ethereum, sia di criptovalute nuove, lanciate da poco tempo all’interno del mercato.

    Ecco come si mostra il Bitcoin (BTC) all’interno della piattaforma:

    eToro Bitcoin

    Fra le tante funzionalità messe a disposizione dal broker, ricordiamo anche il Copy Trading, ossia un sistema di copia automatico, basato sulla possibilità di ottenere una copia di strategie in tempo reale di utenti professionisti iscritti al programma dei Popular Invest.

    Come funziona il tutto? A seguire alcuni step:

    1. L’utente può selezionare uno o più professionisti all’interno della sezione dei Top Trader sulla pagina eToro ufficiale;
    2. Una volta selezionati, possono essere associati al proprio account, così da ottenere le medesime operazioni, in live, senza alcun costo aggiuntivo;
    3. Il trader può sempre decidere di stoppare la procedura di copia, continuando in modo manuale. La gestione del proprio account, può inoltre avvenire anche tramite applicazione per smartphone.

    Clicca qui per scoprire eToro

    Capital.com

    Un broker professionale, conosciuto in molte parti del mondo e con migliaia di utenti registrati, è Capital.com (qui per la pagina ufficiale).

    Il primo aspetto a poter essere sottolineato attiene la presenza delle regolamentazioni. All’interno della homepage è infatti possibile individuare tutte le informazioni della società e le relative autorizzazioni. A dimostrazione di come l’intermediario operi nel pieno rispetto delle regole e delle direttive locali.

    Fra i tanti comparti di negoziazione disponibili, troviamo anche quello delle criptovalute. Capital.com vanta uno dei database più aggiornati all’interno del settore, contando decine di assets crypto negoziabili. Grazie alla presenza dei contratti per differenza, gli utenti possono decidere (a propria discrezione) se aprire posizioni long o short.

    Ecco come si mostra il Bitcoin (CFD) all’interno della piattaforma:

    Capital CFD Bitcoin

    Scopri qui il comparto crypto su Capital.com

    Oltre a rappresentare un intermediario completo, integra una serie di servizi accessori per ogni utente registrato. A seguire alcune caratteristiche distintive da poter tenere a mente:

    • Presenza di calendari economici, considerati un concreto valore aggiunto non soltanto per utenti professionisti, ma anche per trader alle prime esperienze nel settore;
    • Assistenza professionale a tutte le ore;
    • Applicazione per dispositivi mobili (disponibile per tutti i sistemi operativi);
    • Account demo, messo a disposizione in modo completamente gratuito, ma soprattutto senza alcun obbligo di deposito iniziale.

    Clicca qui per scoprire Capital.com

    Comprare criptovalute con PayPal

    La presenza e lo sviluppo dei sistemi di pagamento elettronici, come nel caso delle principali piattaforme di pagamento online, ha portato in molti a chiedersi se ad oggi sia possibile acquistare assets crypto tramite pagamenti diversi dai tipici bonifici o operazioni con carta. In altri termini, se sia possibile o meno comprare criptovalute con PayPal.

    Essendo la stessa considerata una delle piattaforme di pagamento più utilizzate al mondo, con migliaia di utenti registrati, molti broker ed intermediari professionali hanno deciso di inserire lo stesso metodo all’interno delle proprie disponibilità.

    Uno dei broker con maggior numero di sistemi di deposito è proprio eToro, il quale permette di caricare il proprio account sia con sistemi considerati tradizionali, come nel caso dei bonifici, sia con sistemi più moderni, basati su carte di debito e prepagate (con circuiti MasterCard, VISA o Maestro), o per l’appunto con PayPal.

    Comprare criptovalute con PayPal rappresenta così una possibile alternativa, che permette di gestire le transazioni in modo comodo, rapido, ma soprattutto controllato. L’utente ha sempre la possibilità di tener d’occhio il proprio estratto, i capitali in uscita e la cronologia degli spostamenti.

    App per comprare criptovalute

    Diversamente dal passato, quando per effettuare operazioni di acquisto di criptovalute era necessario dotarsi di computer e sistemi specifici, ad oggi è possibile individuare delle vere e proprie app per comprare criptovalute.

    comprare criptovalute

    Comprare Criptovalute

    Le stesse non rappresentano altro che la versione mobile dei principali exchange e broker professionali presenti nel settore. Il funzionamento delle applicazioni per comprare criptovalute si basa sugli stessi principi della modalità web desktop. Attraverso le proprie credenziali, il trader può accedere al proprio profilo ed attuare strategie.

    Tutto ciò, potendo tuttavia beneficiare della comodità nel poter effettuare operazioni in qualsiasi posto dotato di rete, o modificare posizioni aperte in base alle proprie esigenze e necessità. Nel settore del trading online, anche su criptovalute, ogni secondo può fare la differenza. A tal riguardo, le app di trading crypto permettono di avere tutto a portata di mano.

    Ma quali sono le principali applicazioni per criptovalute? I broker esposti in precedenza permettono entrambi di poter scaricare l’app, sia all’interno dello store Google si all’interno dello store Apple:

    Comprare criptovalute senza commissioni

    Che si tratti di sistema web desktop (ossia basato semplicemente sulla possibilità di gestire l’account tramite browser) o di app per comprare criptovalute, un aspetto importante è rappresentato dalle commissioni.

    Uno degli errori più frequenti, commesso soprattutto da utenti alle prime esperienze, attiene la registrazione al primo broker individuato online, senza prestare la minima attenzione alla presenza dei costi. Commissioni elevate, andrebbero infatti a gravare pesantemente su ogni singola strategia del negoziatore.

    Per questo motivo, onde vedersi decurtato il proprio capitale da fees altrimenti evitabili, è bene optare per broker ed intermediari con zero commissioni (si applicano spread bassissimi in caso di negoziazioni tramite contratti per differenza) o con costi molto competitivi rispetto ad altri competitors.

    Comprare criptovalute

    Comprare criptovalute conviene?

    Comprare criptovalute conviene oppure no? Molte storie, individuabili anche online, raccontano di come alcuni utenti abbiano avuto l’intuizione di comprare criptovalute, puntando sulla loro crescita.

    Prendendo come riferimento il Bitcoin, con un costo di pochi centesimi di dollaro al momento della sua emissione, è possibile ricordare l’ottenimento di nuovi punti di massimo storici nel corso del 2021, su soglie superiori ai 62.000 per BTC. Nonostante ciò, essendo le criptovalute strumenti volatili, risultano in ogni caso legate alla pur sempre presente volatilità.

    L’imprevedibilità che accompagna gli andamenti delle criptovalute (di qualsiasi tipologia e specie), è un aspetto che ogni singolo traders e negoziatore deve tenere a mente durante proprie strategie, ricordando la presenza del rischio intrinseco all’interno del mercato e su attività speculative.

    Dal loro canto, il settore delle criptovalute ha visto nel corso degli ultimi 3 anni uno sviluppo da record. Centinaia di ecosistemi, anche legati ad aspetti pratici e concreti, sono stati lanciati da società professionali e di nuova generazione. Anche asset storici, come ad esempio il Bitcoin, sono stati associati a diversi settori trasversali ed usi reali.

    Può ad esempio ricordarsi il singolare caso sull’integrazione del Bitcoin all’interno dello Stato di El Salvador come reale moneta di scambio in corso di validità. Un passaggio storico, tutt’oggi in fase attiva.

    Comprare criptovalute: Attenzione alle truffe

    Nel corso dei paragrafi introduttivi, abbiamo avuto più volte modo di ricordare come ad oggi il settore delle criptovalute risulti purtroppo associato anche a molte truffe online.

    Ma quindi le criptovalute rappresentano una truffa? Non nella loro interezza. Ad essere truffe, risultano infatti specifiche piattaforme che utilizzano sistemi impropri per cercare di ingannare traders ed utenti alle prime armi. Il funzionamento delle stesse risulta quasi sempre lo stesso e fa riferimento a promesse di guadagni certi, in poco tempo e soprattutto senza sforzi.

    Contrariamente da tutto ciò, come intuito nella nostra guida, comprare criptovalute è un processo delicato. Anche l’attività di trading online deve essere considerata un’attività professionale a tutti gli effetti, che necessita di conoscenza, competenza e consapevolezza sui rischi.

    Onde evitare di imbattersi in servizi truffaldini, è quindi importante verificare sempre la presenza di autorizzazioni, facendo affidamento su broker ed intermediari professionali e con numerosi anni di esperienza alle spalle.

    Leggi anche: Comprare Ethereum

    Conclusioni

    Alla luce delle informazioni apprese nel corso del nostro approfondimento, comprare criptovalute ha rappresentato un processo ad oggi messo a disposizione in modo rapido ed autorizzato dai migliori broker ed intermediari regolamentati.

    Nel corso dei paragrafi, abbiamo potuto scoprire in primo luogo le principali metodologie esistenti per investire sul comparto crypto. Fra le stesse, anche la presenza degli strumenti derivati, ossia CFD (contratti per differenza), i quali permettono di negoziare senza possedere alcuna criptovaluta, potendo agire sia al rialzo che al ribasso su Bitcoin, Ethereum, Ripple, Litecoin e molti altri assets.

    A permettere tutto ciò broker professionali, con numerosi anni di esperienza nel settore e che permettono, senza alcun impegno, di poter iniziare con un pratico account demo a costo zero, basato sul caricamento automatico di fondi virtuali da parte della piattaforma selezionata.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Domande Frequenti

    Dove posso comprare criptovalute?

    Le criptovalute possono essere comprate attraverso exchange ed intermediari professionali.

    Come comprare criptovalute?

    Oltre alla possibilità di poter comprare criptovalute in modo fisico, ad oggi è possibile ricordare anche la presenza dei CFD, i quali permettono non solo di aprire posizioni di acquisto, bensì anche di vendita.

    Comprare criptovalute è una truffa?

    Come ricordato nel corso della nostra guida, le criptovalute regolarmente emesse sul mercato non rappresentano una truffa. A rappresentare una truffa risultano eventuali piattaforme basate sull’uso improprio di servizi affini al mondo degli investimenti in assets crypto.

    Dove comprare criptovalute?

    All’interno della nostra guida completa ed aggiornata abbiamo avuto modo di conoscere nel dettaglio alcuni dei migliori broker ed operatori che permettono di comprare criptovalute e negoziare sulle stesse tramite CFD.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento