Investimenti

Conto demo Forex: cos’è e come scegliere il migliore

Il conto demo Forex è una opportunità da cogliere al volo da chi si approccia al mercato delle valute. Non solo, è un’opportunità anche per gli esperti, per chi ha già parecchia esperienza alle spalle. Ne parleremo approfonditamente nei prossimi paragrafi, ma in questo specifichiamo che il conto demo Forex, come i conti demo che si riferiscono ad altri mercati del resto, consente di fare pratica senza rischiare il capitale, o di testare strategie con il medesimo – e nullo – grado di rischio. 

Un dettaglio non da poco, se si considera che l’alternativa è provare e testare direttamente “su strada”, con tutto ciò che ne consegue in termini di pericolosità.

Ovviamente, il conto demo Forex non è perfetto. In qualità di strumento formativo, ovvero quando è utilizzato da mani inesperte, presenta in effetti uno svantaggio molto importante. Va detto, però, che tale svantaggio, pur essendo strutturale, fisiologico e connaturato alle finalità del prodotto, può essere comunque ovviato attraverso alcune particolari pratiche. Anche a questo aspetto dedicheremo dello spazio nei prossimi paragrafi.

In questo, ci teniamo a precisare che esiste conto demo Forex e conto demo Forex. Insomma, i prodotti non sono tutti uguali, e differiscono per completezza, per modalità di erogazione, per affidabilità. Il consiglio, generale ma efficace, è di scegliere i conti demo offerti dai broker migliori, in modo da andare sul sicuro. Broker come eToro, ForexTB e XTB.

Sono broker all’avanguardia, famosi in tutto il mondo, apprezzati dagli utenti, espressione di un’attenzione alle prestazioni davvero maniacale. Pongono in essere un ambiente di trading stimolante, che fornisce agli utenti tutti gli strumenti necessari per crescere e guadagnare. Tutti e tre i broker si pongono un obiettivo ambizioso: aprire le porte del trading anche alle persone comuni. 

Conseguono questa fondamentale mission in primis attraverso un radicale abbattimento o abbassamento delle barriera all’entrata, che si sostanzia attraverso un deposito minimo iniziale irrisorio e commissioni azzerate, in secondo luogo mediante l’erogazione di servizi innovativi. 

Il riferimento, tra gli altri, è al Copy Trader di eToro, un servizio che consente di copiare letteralmente i trade degli altri trader, in modo di godere, potenzialmente degli stessi guadagni. Anche ForexTB e XTB, però, offrono servizi o per meglio dire funzioni dalla portata innovativi e che si muovono nel senso di una maggiore apertura.

Cos’è il conto demo Forex

Prima di suggerisce quale sia il miglior conto demo Forex in circolazione, è bene fornire una definizione di questo strumento. Il suo significato, infatti, non è insito nel suo nome, che anzi potrebbe leggermente fuorviare. Il rischio, quindi, è di cedere al fraintendimento, di non comprendere al cento per cento non solo le caratteristiche dello strumento, ma anche le sue finalità.

Nel paragrafo che segue forniremo una definizione chiara ed esaustiva del conto demo Forex. Successivamente, esploreremo nel dettaglio le caratteristiche dello strumento, offrendo una panoramica dei vantaggi, che sono numerosi, delle tipologie a disposizione. Parleremo anche dell’unico vero difetto imputabile al conto demo Forex, e di come aggirarlo senza esporsi agli effetti collaterali.

Una definizione esaustiva di conto demo Forex

Cos’è il conto demo Forex? In estrema sintesi (ma proprio estrema) è un conto demo specializzato nel mercato Forex. In realtà, è raro trovare conti demo specializzati solo ed esclusivamente nel commercio valutario, o – per meglio dire – essi sono tali solo se il broker che lo emette si dedica solo al Forex. Per il resto, sarebbe più saggio parlare di conto demo in generale. D’altronde, caratteristiche, pregi e difetti dello strumento non dipendono dall’asset class di riferimento.

Dunque, è bene riformulare la domanda: cos’è un conto demo? Il conto demo è un account di prova che replica le caratteristiche degli account reali, che permette di fare trading sul mercato reale (o su una proiezione di quest’ultimo) ma senza investire, in realtà, nemmeno un centesimo. Il denaro che si gestisce nei conto demo è infatti fittizio. Si tratta, dunque, di uno strumento simulativo.

Le finalità, a questo punto, sono chiare. Quella più importante è permettere di fare pratica senza rischiare di perdere il capitale. La teoria è importante, ma la pratica – se possibile – lo è ancora di più. Soprattutto se l’approccio utilizzato pone in essere difficoltà ulteriori, come nel caso dello scalping.

Altre finalità, invece, riguardano anche i trader esperti. Per esempio, il conto demo consente di fare pratica con una nuova piattaforma, o testare una strategia del tutto nuova. Il tutto, è bene ribadirlo, in una prospettiva di assoluta sicurezza.

I vantaggi del conto demo 

Al primo vantaggio, seppur indirettamente, abbiamo accennato nel paragrafo precedente: la sicurezza. I conti demo, siano essi dedicati esclusivamente al Forex o aperti alle altre asset class, pongono in essere un rischio zero. Concetto dirompente, questo, soprattutto se si parla di trading online, attività che molti detrattori (che evidentemente ne sanno poco) associano addirittura al gioco d’azzardo.

Tanto il professionista che intende testare una nuova strategia, tanto il principiante che vuole semplicemente porre fine al suo percorso di formazione, sono assolutamente protetti dal rischio di perdere denaro. Anche perché, è bene ribadirlo, quando si fa trading all’interno dei conti demo, il denaro è fittizio.

Un altro vantaggio è l’estremo realismo della simulazione. Perché di simulazione si tratta, a tutti gli effetti. Sia chiaro, questa caratteristica varia da prodotto a prodotto, da broker a broker, ma in linea di massima tutti i conti demo appaiono incredibilmente simili ai conti reali. E’ possibile accedere alle medesime funzioni, gestire le stesse interfacce. Si agisce, ovviamente, su una proiezione del mercato reale, ma su una proiezione che non presenta differenze, in particolare per quanto concerne i prezzi.

Le tipologie di conto demo 

Il conto demo Forex, così come tutti gli altri conti demo, non è necessariamente un concetto granitico. Sulla scorta delle medesime finalità e delle medesime caratteristiche generali, esso viene declinato secondo parametri abbastanza variabili. Essi coinvolgono non tanto la struttura del prodotto, quanto le modalità di erogazione e fruizione del servizio. In breve, esistono conti liberi e meno liberi.

Un elemento di differenziazione riguarda il costo, ovvero l’obbligo di versare un deposito iniziale prima ancora di accedere al conto demo. In questo caso, prima si apre un conto reale e solo dopo è è è possibile accedere alla versione demo.

Un altro elemento di differenziazione, invece, è l’orizzonte temporale. Buona parte dei conti demo è infatti “a tempo”, ovvero può essere utilizzato per un periodo più o meno limitato, terminato il quale si deve necessariamente accedere al conto reale.

L’unico svantaggio del conto demo Forex

Il conto demo è uno strumento perfetto? Lo abbiamo già detto: no, non lo è. Che uno strumento presenti almeno uno svantaggio è una dinamica del tutto normale, dal momento che il concetto di perfezione è una chimera non solo nel trading, ma in tutte le attività umane. Tuttavia, è bene specificare che tale difetto è semplicemente fisiologico, e che in quanto tale non può essere rimosso se non alterando in maniera drammatica, e sostanzialmente peggiorativa, le finalità dello strumento.

Qual è questo difetto? Semplice: il conto demo insegna poco o nulla circa la gestione della pressione emotiva. Ora, la pressione emotiva è il vero convitato di pietra dell’attività di trading: essa coinvolge sia i principianti che gli esperti. E’ semplicemente inevitabile. D’altronde, la posta in gioco è per definizione alta, ovvero il denaro! Ciò che cambia, da principiante a esperto, la capacità di gestione e sopportazione.

Capacità di gestione e sopportazione a cui il conto demo contribuisce solo in minima parte, e il motivo di ciò è altrettanto semplice: se il conto demo permette di “tradare” senza spendere denaro, allora la pressione emotivo è radicalmente attenuata, dunque il trader in erba non ha occasione di imparare a gestirle. Questa skill, per quanto questa dinamica possa apparire brutale, va imparata direttamente sul campo, quando il rischio di perdere il capitale è concreto.

Come risolvere la questione emotiva

Ma il trader principiante è davvero indifeso rispetto a questa dinamica? E’ costretto a sopportare gli effetti di questo difetto connaturato al conto demo senza poter reagire? In realtà, è possibile in qualche modo ovviare al problema. Ovvero, ridurne gli effetti, restringerne la portata. Non è semplice, anche perché la lotta che si ingaggia non è con gli elementi tecnici, con i saperi della statistica, bensì con un qualcosa di più impalpabile, ovvero la sfera emotiva.

Il consiglio è di vivere l’esperienza demo senza entusiasmi eccessivi, ovvero riconoscendo i vantaggi ma senza sovrastimarli, senza pensare che il conto demo possa portare a benefici maggiori di quanto, in realtà, non riesca a dare.

Il secondo consiglio è di lavorare fin da subito su se stessi, ovvero curare il rapporto con la propria emotività, imparare a gestire lo stress. Sono skill che possono e devono essere maturate al di fuori del trading, in contesti nel quale i rischi sono minori e non comportano la perdita di denaro.

Come scegliere il conto demo 

Come abbiamo già accennato, esiste conto demo e conto demo. I prodotti non sono tutti uguali, per quanto presentino sempre le medesime finalità. La qualità di un conto demo, i motivi per cui va scelto questo prodotto piuttosto che quest’altro, in realtà non riguardano tanto le tipologie che abbiamo precedentemente elencato, dunque l’orizzonte temporale e la propedeuticità rispetto all’apertura del conto reale, quando la qualità dell’esperienza simulativa offerta, l’aderenza in termini di funzionalità alla versione reale del conto.

D’altronde, se il conto demo è una simulazione, allora questa deve essere più realistica possibile. Ovviamente, è impossibile scoprire la qualità simulativa prima di toccarla con mano. Dunque, come fare? Il consiglio è semplice: affidarsi ai broker migliori. E’ infatti praticamente impossibile che un broker riconosciuto come d’alta qualità metta a disposizione conti demo non all’altezza.

I migliori broker con conto Demo Forex

Di broker all’altezza ce ne sono numerosi. Tuttavia, alcuni spiccano nettamente sugli altri, e si dà il caso che offrano anche un conto demo Forex (in realtà un conto demo nel quale è possibile commerciare fittiziamente tutte le asset class).

Questi broker sono eToro, ForexTB e XTB.

eToro

eToro è uno dei grandi nomi del trading. Non solo, offre anche un conto demo Forex (e non solo) all’altezza della situazione, incredibilmente realistico e per giunta illimitato. Infatti, non ha una scadenza e dunque il trader può prendersi tutto il tempo che vuole per esercitarsi e fare pratica.

La qualità del conto demo non è l’unico motivo per scegliere eToro. Uno di quelli più importanti riguarda le condizioni economiche, che sono molto accomodanti: le commissioni sono azzerate, gli spread sono molto bassi, il deposito minimo iniziale è di appena 100 euro.

Inoltre, offre servizi davvero innovativi. Il riferimento è al Copy Trader, un servizio di copy trading che permette di copiare le mosse di un trader a nostra scelta in modo da replicarne anche i profitti (potenzialmente). 

Ad esso si aggiunge il Social Trading, la possibilità di utilizzare una specie di social network interno nel quale gli utenti si scambiano impressioni, consigli e indicazioni, superando così il pregiudizio che vede il trading come un’attività ultra-competitiva e spietata. eToro possiede inoltre, tra le altre, la licenza della severissima Cysec, quindi è un broker molto sicuro.

ForexTB

ForexTB è davvero un ottimo broker. Si concentra sulla qualità dei servizi, che spiccano per efficienza e rapidità. L’interfaccia, per esempio, oltre a essere completa è anche intuitiva. ForexTB è anche un broker dall’offerta straordinaria, che mette a disposizione un numero eccezionale di asset, per giunta molto vari.

Anche ForexTB offre un conto demo, per giunta nella variante gratuita e illimitata, che proprio come quella di eToro spicca per il realismo e dunque l’efficacia simulativa. Come eToro, è un broker sicuro, in quanto in possesso di svariate licenze, in particolare quella della severissima Cysec. 

XTB

XTB è un broker che fa della volontà di aprire le porte del trading a tutti il suo punto di forza. Lo si evince dalle condizioni economiche, che sono accomodanti oltre ogni limite. Le commissioni non solo stanno a zero (compensate solo parzialmente dagli spread, comunque estremamente bassi) ma impone un deposito minimo…. Simbolico. Infatti è pari a 1 euro!

Anche XTB offre garanzie di sicurezza granitiche, si caratterizza per una offerta abbondante e, soprattutto, offre un conto demo efficace, realistico, dal carattere simulativo spiccato.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Andrea Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.