Investimenti

Investimenti Redditizi: quali sono i migliori

Pubblicato: Maggio 28th, 2021 di Andrea Motta

Quali sono gli investimenti più redditizi? Investire i propri capitali per trarre profitto non è poi così difficile. Si tratta di individuare gli investimenti redditizi e sicuri. Per fare la scelta giusta bisogna allargare gli orizzonti e uscire dal classico schema italiano del mattone. L’investimento immobiliare, infatti, è stato ampiamente superato complice la crisi economica che ha reso meno redditizio e sicuro investire in immobili.

Gli italiani hanno imparato a scegliere in base alla reale convenienza e hanno riscontrato un interesse crescente verso il trading online soprattutto con i CFD, investimenti redditizi che sono sicuri ed hanno un elevato margine di profitto. Il segreto per investire al meglio è aprire un account di trading on il migliore operatore su piazza ovvero OBRinvest (clicca qua per aprire un conto).

Alla ricerca di investimenti sicuri e redditizi

Gli investitori di ogni angolo del pianeta hanno dovuto fare i conti con la bolla immobiliare ed una crisi senza precedenti. Una fase superata con la voglia di ripensare gli investimenti superando le vecchie convinzioni e ripensando l’investimento. Anche gli italiani hanno accantonato il mattone per fare investimenti più redditizi e sicuri. In tantissimi hanno scoperto il vantaggio di diventare trader e di destinare i propri capitali agli strumenti finanziari.

Sicurezza e redditività. Sono le esigenze da conciliare quando si fa un investimento. L’obiettivo è generare profitti senza esporsi troppo. Per limitare i rischi bisogna scegliere con oculatezza la tipologia di investimento. Non immettere troppi soldi sullo stesso investimento. La diversificazione è una strategia che porta a guadagnare. La gestione del capitale va fatta con intelligenza.  Quando si fa trading i soldi depositati vanno suddivisi in quote che garantiscono il maggior numero di operazioni. Trattandosi di investimenti si corre il rischio di andare incontro a perdite. Se saremo stati bravi a fare più operazioni le perdite saranno in numero minore rispetto ai trade chiusi con guadagni e il bilancio delle negoziazioni sarà pertanto in attivo.

Non si può guadagnare perdendo di vista la conservazione del capitale iniziale. Mai esporsi oltre le proprie possibilità. La strategia si definisce in un lasso di tempo medio ampio in cui l’investitore accumula esperienza. Ogni investitore deve conoscere i propri limiti e da questi partire per trasformarli in punti di forza.

Mercato immobiliare: gli investimenti

Ad oggi non conviene investire sull’acquisto di immobili. Non si tratta più di investimenti redditizi. In primo luogo il valore degli immobili è crollato nettamente per via della crisi economica. Chi ha comprato in passato oggi non solo rischia di non guadagnare nulla dalla vendita dell’immobile, ma anche di dovere svendere il bene.

Chi vuole comprare un immobile oggi ha maggiore difficoltà di accedere ad un mutuo immobiliare in quanto gli istituti bancari richiedono garanzie maggiori. I potenziali acquirenti ci sono ma molti non sono finanziabili. Ciò fa abbassare il valore degli immobili.

Anche il mercato degli affitti è in affanno complice le ristrettezze economiche. A ciò si somma la politica vessatoria dei diversi esecutivi che hanno inasprito le tasse sulla casa rendendo quasi nullo il guadagno di chi compra per affittare.

Gli investimenti sul mattone sono stati messi da parte a favore del trading online che si rivela un’occasione interessante per guadagnare. Investimenti redditizi si possono fare con le operazioni digitali o sul mercato Forex (valutario) o con le materie prime o con gli indici e le azioni. Chi vuole fare Forex trading può aprire un conto con Plus500, il top broker del settore, affidabile, onesto e con redditività elevata per i trader.

Fare investimenti che assicurano sicurezza

Molti investitori mettono al primo posto la garanzia del capitale investito piuttosto che la redditività dell’investimento. Chi mira a queste soluzioni può optare per strumenti finanziari come i conti deposito nei quali l’investitore concorda con l’istituto bancario di tenere depositata presso la Banca una specifica somma per un lasso temporale prestabilito. Il vantaggio del risparmiatore è di ricevere, a scadenza del vincolo, il capitale depositato a cui si sommano gli interessi maturati. Un apposito fondo garantisce il deposito da eventuale fallimento della Banca.

Uno strumento estremamente sicuro è rappresentato dai Buoni del Tesoro che possono avere diverse scadenze medio lunghe. Ci sono Buoni annuali ma anche a 6 mesi o trimestrali. Si tratta di titoli garantiti dallo Stato Italiano. Allo scadere del titolo si rientra in possesso del capitale investito a cui si sommano gli interessi maturati.

I certificati di deposito nominativi sono sicuri grazie alla garanzia del Fondo interbancario. La pecca è nella quasi impossibilità di riavere il capitale prima della scadenza. Quando si fa questo investimento si deve essere certi che non si avrà bisogno di svincolarli in anticipo.

I Buoni Postali sono prodotti finanziari di Poste Italiane emessi da Cassa Depositi e Prestiti e pertanto garantiti dallo Stato Italiano. Sono altamente sicuri anche se poco redditizi. Hanno il vantaggio di potere essere svincolati in qualsiasi momento. Quando si procede alla liquidazione anticipata si ha diritto solo al capitale versato e si rinuncia agli interessi che maturano, conteggiati solo alla scadenza naturale.

I pronti contro termine sono depositi garantiti da titoli la cui emissione è curata dalla Banca. I rischi sono maggiori ma la redditività è più elevata.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Andrea Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.