Investimenti

Sofort Banking: un servizio rivoluzionario?

Sofort Banking, a dispetto del nome che porta, non è una banca. Non è nemmeno un istituto per mezzo del quale acquistare o vendere asset, a differenza di molte realtà che contengono il termine “banking”.

In realtà, è un servizio per i pagamenti online, anzi un vero e proprio metodo, un po’ come Skrill o il più famoso Paypal. Si distingue però da queste piattaforme per la sua portata innovativa, testimoniata dall’approccio alle transazioni, che segue in questo caso un canale diverso, anzi una tecnologia diversa.

Il riferimento è al bonifico diretto, che consente di godere di alcuni importanti vantaggi, di cui almeno uno dalla portata dirompente se si considerano gli attuali limiti del pagamento online. Del bonifico diretto parleremo approfonditamente più avanti, così come degli elementi che stanno rendendo Sofort un punto di riferimento per chi, per i motivi più svariati, effettua pagamenti online.

In questa fase introduttiva vogliamo però focalizzarci su un punto. Sofort Banking vive di partnership e convenzioni. Ovvero, per poter funzionare, deve essere “accolto” e accettato sia dalle piattaforme dove avviene l’acquistato il bene o che impongono – per le ragioni più varie – la cessione di denaro, sia dalle banche che detengono i conti correnti di chi ordina il bonifico. Il pregio di Sofort Banking è proprio questo: a differenza – per esempio – di Paypal, non costringe ad aprire un nuovo conto, e dunque a passare da una piattaforma all’altra al momento di pagamento.

Ciò pone in essere una dinamica: la diffusione di Sofort Banking è vincolata al numero di piattaforme e banche convenzionate. A dire il vero, già oggi il servizio vanta partnership importanti e numerose, dunque può dirsi disponibile per una platea molto vasta. Ciò risulta vero sia se si pensa alle banche sia se si pensa alle tante piattaforme di e-commerce che consentono l’acquisto online. 

Il fenomeno Sofort sta coinvolgendo anche il mondo del trading online. In estrema sintesi, proprio come tanti e-commerce in giro per il web, anche alcuni broker permettono di evacuare bonifici attraverso il sistema di Sofort Banking. Per fortuna, concedono questa possibilità quelli che, probabilmente, possono essere considerati i migliori broker in assoluto: eToro e ForexTB

Parleremo delle implicazioni del sistema Sofort Banking per il trading online nei prossimi paragrafi. In questa fase introduttiva, però, è bene spendere qualche parola proprio su eToro e ForexTB. Si tratta di due broker all’avanguardia, capaci di erogare servizi di qualità e di disegnare intorno al trader un ambiente stimolante, sereno e funzionale alla generazione dei guadagni.

Due broker che si pongono l’obiettivo di rendere il trading un’attività alla portata anche della gente comune. Perseguono questo scopo attraverso una radicale contrazione dei costi, come si evince dai bassi depositi minimi iniziali e dall’azzeramento delle commissioni. Da segnalare, poi, ci sono anche alcuni servizi innovativi, come il Copy Trader di eToro, che consente di copiare i trader degli altri utente e accedere potenzialmente ai loro stessi guadagni. Discorso simile per il Trading Central di ForexTB, che permette invece di ricevere segnale mediamente molto affidabili. 

Cos’è Sofort Banking e come funziona

Al fine ultimo di Sofort Banking, alla sua ragion d’essere, abbiamo accennato a inizio articolo. Sofort Banking può essere definito come un metodo, o un servizio, per le transazioni di denaro online. Esse avvengono mediante il bonifico diretto, di cui parleremo in uno dei prossimi paragrafi. 

In questi immediatamente seguenti, ci soffermeremo sulle realtà che stanno dietro Sofort Banking, ma anche sulla sua storia, sui meccanismi di funzionamento e persino sui costi. Vi possiamo anticipare, però, che è tutto molto più semplice di quanto possa sembrare, nonostante il servizio sia realmente innovativo e per giunta capace di offrire standard più elevati rispetto a qualsiasi altro sistema. 

La storia di Sofort Banking

In realtà Sofort Banking è sì un sistema innovativo, ma non è un servizio nuovo. E’ infatti disponibile da tanti anni, sei per la precisione. Si sta diffondendo solo adesso perché solo adesso il volume delle transazioni online è cresciuto così tanto da convincere anche le banche più tradizionali a integrare servizi in grado di velocizzare ed efficientare le transazioni di denaro telematiche. 

Ad ogni modo, Sofort Banking è un servizio erogato dall’istituto svedese Klarna Bank, che è attivo dal 2500. In Svezia è molto famoso, mentre nel resto d’Europa è poco conosciuto. Ad ogni modo, vanta oltre 1500 dipendente e almeno 60.000 di clienti. E’ associata, inoltre, a circa 70.000 merchant. 

Klarna Bank, e indirettamente anche Sofort, è autorizzata dall’Authority svedese Finansinspektionen. Si tratta dunque di un servizio sicuro, come si evince tra l’altro dalla sua storia lineare, del tutto privo di problemi e persino normali intoppi tecnici. 

Come funziona Sofort Banking

Dal punto di vista del consumatore, il funzionamento di Sofort Banking è davvero semplice. D’altronde, lo scopo del servizio è rendere più efficiente l’attività di pagamento online, e ciò significa semplificarla e velocizzarla. Se state acquistando qualcosa presso un rivenditore online convenzionato, noterete tra i metodi di pagamento il logo di Sofort.

Non dovrete fare nient’altro che cliccarci sopra e inserire i dati richiesti, i quali sono semplicemente le coordinate del vostro conto corrente o bancario. A quel punto, è sufficiente inoltrare la richiesta e, se la vostra banca è realmente convenzionata con Sofort Banking il gioco è fatto. Il bonifico arriva… Immediatamente. Infatti, Sofort Banking consente di ordinare bonifici diretti, e senza nemmeno passare di piattaforma in piattaforma (come accade con Paypal per esempio).

I costi di Sofort Banking

Sofort Banking costa molto? La domanda sorge spontanea, dal momento che il servizio appare veramente come una innovazione, se non come una rivoluzione per i pagamenti online. Certamente il servizio non è completamente gratuito, ma i costi sono molto bassi. Anzi, per l’ordinante sono nulli. 

Chi ordina il bonifico deve semplicemente pagare le commissioni imposte dalla sua banca. Chi lo riceve, invece, deve pagare le commissioni “Sofort”, che sono pari allo 0,90% della cifra ricevuta. Una percentuale infima, se si considera che quella imposta da Paypal è molto più elevata, e comunque molto equilibrata se si considerano i benefici del servizio.

I vantaggi del bonifico diretto

Quali sono i benefici del bonifico diretto di Sofort Banking? Certamente li avrete intuiti leggendo i paragrafi precedenti, ma è bene fare un rapido recap.

Velocità. Il sistema di Sofort Banking controlla immediatamente che il bonifico sia corretto, che la banca indicata sia convenzionata e altri parametri, dopodiché esegue immediatamente il bonifico. Di norma occorre aspettare un paio di giorni per ottenere il denaro con il bonifico semplice. Con il bonifico diretto il passaggio del denaro è immediato.

Semplicità. Quando pagate attraverso Paypal, dovrete comunque spostarvi di piattaforma, con tutto ciò che ne consegue in termini di tempo, e di rischi riguardanti i dati personali. Con Sofort, sono sufficienti pochi clic, perché il bonifico viene ordinato senza “uscire” dall’e-commerce.

Sicurezza. Sofort Banking è un sistema di pagamenti sicuro, che ha dietro una tecnologia solida e partnership importanti, riconoscimenti ufficiali e ufficiosi.

L’impatto del bonifico diretto sul trading online

Che impatto generano i bonifici diretti sul trading online? Cosa c’entrano i bonifici diretti con il trading online? In realtà, si dovrebbe parlare di depositi e prelievi, da e verso conti correnti e bancari. In ogni caso, sia per rintuzzare il proprio account e quindi fare del trading, sia per passare all’incasso e trasformare i guadagni in liquidità, è necessario di un passaggio di denaro.

Dunque, i bonifici diretti consentono di superare o almeno smorzare un limite dell’attività di trading: i tempi di deposito e di prelievo.

Le banche convenzionate con Sofort Banking

Sofort Banking è un servizio diffuso? In realtà non è ai livelli di Paypal, ma è comunque molto diffuso. La ragione di questo risiede nella quantità di partnership che Klarna Bank ha saputo stipulare nel corso degli anni.

Tra queste troviamo alcune vecchie conoscenze dei consumatori italiani, come Banca Intesa San Paolo, Ing Direct, Che Banca, come anche Banca Mediolanum (con il suo Bmedonline) e Fineco. La convenzione Sofort è più diffusa di quanto si possa pensare in Italia, ed è quasi la norma, se si pensa che anche banche non più esistenti, come ClarisBanca consentivano il pagamento via Sofort.

I broker convenzionati con Sofort Banking

Cosa si può dire dei broker? Quanti sono sovvenzionati con Sofort Banking? Dati precisi non sono disponibili, però una stima preliminare potrebbe suggerire che almeno il 40% dei broker consentono di depositare e prelevare con il sistema Sofort Banking.

Se intendete verificare la possibilità di usufruire di questo servizio, esplorate il sito ufficiale del broker: nella pagina del “Chi Siamo” e affini dovreste trovare i simboli dei metodi di pagamento accettati (es. Paypal, Skrill). Lì dovreste trovare anche il logo di Sofort. 

Come accennato a inizio articolo, due tra i broker migliori in assoluto, eToro e ForexTB, contemplano l’utilizzo di Sofort. Ecco un focus sulla loro offerta.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    eToro

    eToro è un broker famosissimo, conosciuto anche al di fuori del trading. In questo caso, fama significa qualità. D’altronde è sufficiente leggere i feedback degli utenti per capire che eToro propone servizi di un livello superlativo, e per giunta valorizzati da interfacce sì complete,ma niente affatto complesse.

    eToro è anche un broker poco costoso. Il deposito minimo iniziale è pari a 100 euro, una cifra davvero alla portata di tutti. Le commissioni, poi, sono state azzerate, a favore di spread comunque molto bassi e sempre dichiarati limpidamente. 

    eToro propone un servizio davvero rivoluzionario, il già citato Copy Trader. Grazie a questo, è possibile scegliere un trader e copiarne i trader, in modo da accedere ai suoi stessi guadagni. eToro, infine, è un trader sicuro, che vanta il possesso di licenze importanti, erogati dagli enti più severi (es. Cysec).

    Credi che eToro faccia al caso tuo? Qui puoi aprire il tuo account eToro, ti bastano pochi clic!

    ForexTB

    ForexTB è un altro broker in grado di esprimere una qualità altissima. Mette a disposizione tutti gli strumenti analitici e operativi necessari alla generazione del surplus. Proprio come eToro, prevede barriere all’entrata bassissime, come dimostra il deposito minimo iniziale a 250 euro e le commissioni azzerate.

    ForexTB vanta garanzie di sicurezza granitiche, evidenziate dal possesso di licenze erogate dai più importanti enti regolatori del mondo (di nuovo, la Cysec). 

    Da segnalare alcuni servizi utili e innovativi. Il riferimento è al Trading Central, che consente di ricevere segnali mediamente affidabili, capaci di facilitare l’attività di trading. Il riferimento è anche al corso di trading gratuito, pensato a uso e consumo dei principianti.

    Questo broker ti ha convinto? Qui puoi aprire il tuo account ForexTB in modo rapido e semplice.

    Una panoramica dei broker CFD

    Uno dei pregi di eToro e ForexTB che non balzano subito all’occhio consiste nella modalità di investimento. O, per meglio dire, nella predilezione per il CFD, Contract for Difference

    Nella maggior parte dei casi, quando si sceglie di investire su un asset per mezzo di eToro e ForexTB, non si commercia con l’asset reale, ma attraverso un prodotto derivato, il Contract For Difference appunto.

    Si tratta di un’innovazione relativamente recente, che rappresenta una evoluzione in senso retail dei classici e ben conosciuti Future.

    Per quanto possa sembrare una scelta strana, in realtà pone in essere alcuni importanti vantaggi per i trader. Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

    I vantaggi dei Contract For Difference

    In primo luogo, fare trading con un derivato vuol dire superare i limiti della transazione del bene reale. Per alcuni asset ciò rappresenta una scelta obbligata, pensiamo ai metalli. Per altri è semplicemente fortemente consigliata, come nel caso delle criptovalute e delle azioni.

    Chi preferisce i Contract For Difference, non sconta i tempi lunghi delle transazioni di criptovalute, che spesso possono raggiungere livelli poco compatibili con l’investimento speculativo (pensiamo agli effetti collaterali della blockchain).

    Inoltre, non commerciando il bene reale, è possibile svincolarsi dai costi “tecnici” che caratterizzano il possesso e le transazioni di alcuni asset reali, come le azioni. Per capire la portata di questa dinamica, fate il confronto tra l’acquisto di un pacchetto azionario in banca e l’acquisto di Contract For Difference che hanno come sottostanti proprio quelle azioni.

    Di contro, c’è da dire, i CFD non consentono di godere dei dividendi, dal momento che non si possiede l’asset in questione, ma è un effetto collaterale più che sopportabile, visti i benefici e le rinnovate possibilità nel campo dell’investimento speculativo.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Giuseppe