Investimenti

S&P 500: indice con le aziende USA a maggiore capitalizzazione

L’ indice S&P 500 o Standard & Poor’s 500 è un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato delle 500 maggiori società quotate in borsa negli Stati Uniti. L’indice è ampiamente considerato come il miglior indicatore delle azioni statunitensi a grande capitalizzazione.

Altri benchmark comuni del mercato azionario statunitense includono Dow Jones Industrial Average o Dow 30 e Russell 2000 Index , che rappresenta l’indice small cap.

Migliori piattaforme per investire sull’indice S&P 500

Attualmente è possibile negoziare direttamente sugli indici come l’ S&P 500 , che rappresentano degli ottimi investimenti bilanciati visto che contengono molte tipologie di aziende diversificate.

Qui sotto potete vedere una lista dei migliori Broker online per investire sul S&P 500, autorizzati dalla Consob.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 1€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni

    eToro: Ecco come investire sull’ S&P 500

    Questo famoso Broker online, uno dei più diffusi al mondo, permette d’investire direttamente sul S&P 500 attraverso un CFD (contratto per differenza) collegato al prezzo dell’indice.

    Questo è un tipo d’investimento diretto, ma eToro offre anche un’altra possibilità d’investimento che possiamo definire automatica.

    Cerchiamo di approfondire nel dettaglio queste due possibilità d’investimento.

    Investimento Diretto

    Come accennato, l’investimento diretto sull’indice S&P 500 è possibile grazie ai CFD, dei contratti che sono legati al prezzo dell’indice e permettono di speculare sull’andamento di quest’ultimo sia al rialzo che al ribasso (grazie alla vendita allo scoperto).

    Quindi, se l’S&P 500 sale basterà aprire una posizione rialzista sul CFD SPX500 mentre se l’indice cala di prezzo sarà necessario antrare al ribasso sullo stesso CFD. In entrambe le situazioni sarà possibile guadagnare dal movimento dei prezzi.

    Il Trading con i CFD ha rivoluzionato il mercato degli investimenti online sia grazie alla sua semplicità che grazie alle soglie d’ingresso davvero basse: si può aprire un conto su eToro anche con soli 200 euro.

    L’investimento diretto su eToro è semplice e senza commissioni, ecco un esempio del CFD sull’indice S&P 500:

     

    S&P500-eToro

    Il software di eToro è davvero pratico e immediato ma offre anche tutti gli strumenti e gli indicatori avanzati che servono ad un Trader esperto per negoziare sui mercati.

    Registrati su eToro e negozia sull'S&P 500 con i CFD gratuiti

    Investimento Automatico

    La vera rivoluzione che eToro ha portato sul mercato si chiama Copy Trading e permette di investire in modo automatico sull’S&P 500 o su qualsiasi altri indice o titolo, copiando l’operatività dei migliori Traders di eToro.

    Il funzionamento del Copy Trading è semplice, si selezionano i Trader più performanti presenti sulla piattaforma e con un click il sistema ricopia in tempo reale tutte le loro operazioni di Trading sul nostro conto. In questo modo sarà possibile negoziare automaticamente sui mercati come se fossimo dei Traders professionisti.

    Grazie al Copy Trading sarà quindi possibile raggiungere gli stessi rendimenti dei Traders copiati, il tutto in maniera gratuita. Basta dare un’occhiata alle performance dei Top Trader per comprendere le potenzialità di questo sistema. Ecco qualche esempio:

    eToro-Top-Traders

    Grazie alle performance dei Top Traders e alla semplicità del Copy Trading il numero di clienti di eToro continua ad aumentare, attualmente sono oltre 7 milioni.

    Registrati su eToro e scopri come guadagnare col Copy Trading

    S&P 500 cos’è

    L’S&P 500 è un indice statunitense che utilizza un metodo di ponderazione della capitalizzazione di mercato. Questo metodo offre un’allocazione percentuale più elevata alle società con le maggiori capitalizzazioni.

    La determinazione della ponderazione di ciascun componente dell’S&P 500 inizia con la somma della capitalizzazione di mercato totale per l’indice.

    • Si calcola la capitalizzazione di mercato totale per l’indice aggiungendo tutte le capitalizzazioni di mercato delle singole società.
    • La ponderazione di ciascuna società nell’indice viene calcolata prendendo la capitalizzazione di mercato dell’azienda e dividendola per la capitalizzazione di mercato complessiva dell’indice.
    • Per la revisione, la capitalizzazione di mercato di una società viene calcolata prendendo il prezzo corrente e moltiplicandolo per le azioni in circolazione della società .

    Fortunatamente, la capitalizzazione totale di mercato per lo S&P e le capitalizzazioni di mercato delle singole società sono pubblicate frequentemente su siti Web finanziari, facendo risparmiare agli investitori la necessità di calcolarle.

    S&P 500 grafico

    Qui sotto si può vedere il grafico dell’indice S&P 500 negli ultimi 30/40 anni. La tendenza è al rialzo, con una curva che si fa ora più ripida ma durante il suo percorso è possibile notare anche delle profonde discese e delle fasi laterali che sono durate anche diversi anni.

    Puntando sul lungo termine il trend è senza dubbio rialzista ma grazie ai CFD si può investire anche sui ritracciamenti e le brevi inversioni di rotta dell’indice.

     

    quotazione s&p500

    Rendimento medio S&P 500

    Controllando i dati storici di questo indice, fin dalla sua fondazione nel lontano 1928, il rendimento medio annuo si attesta attorno al 10%, quindi una resa davvero notevole vista la longevità dell’S&P 500.

    Investire su quest’indice offre una buona garanzia di rivalutazione del patrimonio, anche se è naturale che ci siano stati (e ci saranno) degli anni in negativo, l’S&P 500 si è sempre ripreso molto bene offrendo performance davvero incredibili.

    L’S&P 500 è come un fondo bilanciato che cresce in parallelo alla crescita degli Stati Uniti e in parte dell’economia mondiale, questo fa dell’indice Standard & Poor’s un ottimo investimento a lungo termine, uno dei più stabili e longevi.

    Costruzione dell’indice S&P 500

    Come abbiamo detto, la capitalizzazione di mercato di una società viene calcolata prendendo il prezzo corrente e moltiplicandolo per le azioni in circolazione.

    L’S&P 500 utilizza solo azioni fluttuanti, vale a dire le azioni che il pubblico può scambiare. Questo indice adegua la capitalizzazione di mercato di ciascuna società per compensare nuove emissioni di azioni o fusioni di società. Il valore dell’indice viene calcolato sommando le capitalizzazioni di mercato adeguate di ciascuna società e dividendo il risultato per un divisore. Sfortunatamente, il divisore è informazione proprietarie dell’S&P 500 e non viene rilasciato al pubblico.

    Tuttavia, possiamo calcolare la ponderazione di una società nell’indice, che può fornire agli investitori informazioni preziose. Se un titolo aumenta o diminuisce, possiamo capire se potrebbe avere un impatto sull’indice complessivo. Ad esempio, una società con una ponderazione del 10% avrà un impatto maggiore sul valore dell’indice rispetto a una società con una ponderazione del 2%.

    L’S&P 500 e i principali indici USA

    L’indice S&P 500 è uno degli indici americani più quotati perché rappresenta le più grandi società quotate in borsa negli Stati Uniti. Questo indice si concentra sul settore a grande capitalizzazione del mercato statunitense ed è anche un indice ponderato, il che significa che le capitalizzazioni di mercato delle società sono adeguate dal numero di azioni disponibili per la negoziazione pubblica.

    S&P 500 vs. DJIA

    L’S&P 500 è spesso l’indice preferito dell’investitore istituzionale, data la sua profondità e ampiezza, mentre il Dow Jones Industrial Average è stato storicamente associato all’indicatore dell’investitore al dettaglio del mercato azionario statunitense. Gli investitori istituzionali percepiscono l’S&P 500 come più rappresentativo dei mercati azionari statunitensi perché comprende più azioni in tutti i settori (500 contro 30 del Dow).

    Inoltre, l’S&P 500 utilizza un metodo di ponderazione della capitalizzazione di mercato, che fornisce un’allocazione percentuale più elevata alle società con le più grandi capitalizzazioni di mercato, mentre DJIA è un indice ponderato per il prezzo che offre alle società con prezzi azionari più elevati una posizione nell’indice più elevata. La struttura di ponderazione della capitalizzazione di mercato è più comune del metodo ponderato per il prezzo tra gli indici statunitensi.

    Indici S&P vs. Russell

    L’S&P 500 è un membro di una serie di indici creati dalla società Standard & Poor’s. L’insieme di indici di Standard & Poor è come la famiglia di indici Russell in quanto entrambi sono indici investibili, ponderati per la capitalizzazione di mercato (se non diversamente specificato, come per la stessa ponderazione ).

    Tuttavia, ci sono due grandi differenze tra la costruzione degli indici S&P e Russel . Innanzitutto, Standard & Poor’s sceglie le società costituenti tramite un comitato, mentre gli indici Russell usano una formula per scegliere le azioni da includere. In secondo luogo, non vi è alcuna sovrapposizione di nomi negli indici di stile S&P (crescita rispetto a valore), mentre gli indici Russell includeranno la stessa società sia negli indici di “valore” che di “crescita”.

    Altri indici S&P

    L’S&P 500 è un membro della famiglia di indici S&P Global 1200. Altri indici popolari includono S&P MidCap 400, che rappresenta la gamma di società a media capitalizzazione e S&P SmallCap 600, che rappresenta le società a piccola capitalizzazione. S&P 500, S&P MidCap 400 e S&P SmallCap 600 si combinano per creare un indice statunitense di capitalizzazione totale noto come S&P Composite 1500.

    Limiti dell’indice S&P 500

    Una delle limitazioni all’S&P 500 e ad altri indici che sono ponderati per la capitalizzazione di mercato si pone quando le azioni dell’indice diventano sopravvalutate, il che significa che aumentano al di sopra dei loro fondamentali. Se un titolo presenta una pesante ponderazione nell’indice mentre viene sopravvalutato, il titolo generalmente gonfia il valore o il prezzo complessivo dell’indice.

    Una capitalizzazione di mercato in aumento di una società non è necessariamente indicativa dei fondamenti di una società, ma piuttosto riflette l’aumento di valore del titolo rispetto alle azioni in circolazione. Di conseguenza, gli indici ponderati sono diventati sempre più popolari, per cui i movimenti dei corsi azionari di ciascuna società hanno un uguale impatto sull’indice.

    Esempio di capitalizzazione di mercato S&P 500

    Al fine di comprendere in che modo le azioni sottostanti influenzano l’indice S&P, è necessario calcolare i singoli pesi di mercato, dividendo la capitalizzazione di mercato di ciascuna società per la capitalizzazione di mercato totale dell’indice. Di seguito è riportato un esempio della ponderazione di Apple nell’indice:

    Apple Inc. (AAPL) ha riportato 4.801.589.000 azioni ordinarie di base nel suo rapporto sugli utili del quarto trimestre 2018 e aveva un prezzo azionario di $ 148,26 in quel momento.

    • La capitalizzazione di mercato di Apple è stata di $ 711,9 miliardi (o 4.801.589.000 * $ 148,26). I $ 711,9 miliardi sono utilizzati come numeratori nel calcolo dell’indice.
    • La capitalizzazione di mercato totale di S&P 500 era di circa $ 23 trilioni, che è la somma delle capitalizzazioni di mercato per tutte le azioni dell’indice.
    • La ponderazione di Apple nell’indice è stata del 3% ed è calcolata come segue: $ 711,9 miliardi / $ 23 trilioni.

    Complessivamente, maggiore è il peso di mercato di un’azienda, maggiore sarà l’impatto sull’indice di ogni variazione dell’1% del prezzo di un titolo.

    S&P 500 previsioni

    Prevedere l’andamento di questo indice è relativamente semplice, il trend è senza dubbio rialzista nonostante qualche breve ritracciamento e assestamento di mercato. Indicare un Target price è invece più difficile ma ci proveremo ugualmente.

    6mesi-s&p500

    L’ S & P 500 potrebbe vedere un altro anno di guadagni a doppia cifra nel 2020. L’indice è aumentato di oltre il 25% nel 2019, in linea con il suo miglior anno dal 2013.

    Il target price dell’S&P 500 per il 2020 è di 3.450, con una salita di quasi il 10% rispetto al livello attuale.

    S&P 500: Principali società quotate

    Per comprendere meglio com’è costituito l’indice S%P 500 abbiamo raccolto i dettagli sulle 5 più grandi società statunitensi, i 5 principali componenti dell’indice S&P 500.

    Microsoft

    Settore: Information Technology – Sottosettore: Systems Software

    Microsoft Corporation è una società tecnologica multinazionale che sviluppa, produce, concede in licenza, supporta e vende software per computer, in particolare i sistemi operativi Windows, la suite Microsoft Office, i browser Internet Explorer e Edge. È inoltre coinvolto nell’elettronica di consumo con le console per videogiochi Xbox, i personal computer touchscreen con Microsoft Surface e i servizi correlati.

    Capitalizzazione di mercato: $ 1052,0 miliardi – Simbolo di borsa: MSFT

    Apple

    Settore: Information Technology – Sottosettore: Technology Hardware, Storage & Peripherals

    Apple Inc. progetta, produce e commercializza telefoni cellulari e dispositivi multimediali, computer, in particolare iPhone, iPad, Mac, iPod, Apple Watch e Apple TV. La società concepisce e vende inoltre una gamma di software e servizi correlati: i sistemi operativi iPhone (iOS), OS X e watchOS, iCloud e Apple Pay. Apple vende anche accessori, offerte di supporto e contenuti e applicazioni digitali di terze parti.

    Capitalizzazione di mercato: $ 988,887 miliardi – Simbolo di borsa: AAPL

    Amazon

    Settore: consumatore discrezionale – Sottosettore: Internet e vendita diretta al dettaglio

    Amazon.com, Inc. è una società tecnologica multinazionale focalizzata su e-commerce, cloud computing, streaming digitale e intelligenza artificiale. È iniziato come una libreria online che in seguito si è diversificata verso una vasta gamma di prodotti. Amazon è diventato il leader incontestato del commercio elettronico negli Stati Uniti e, dopo essersi espanso in molti paesi, si è ulteriormente sviluppato nel commercio al dettaglio con l’acquisizione di Whole Foods Market, oltre a editoria, elettronica, cloud elaborazione, streaming video e produzione.

    Capitalizzazione di mercato: $ 853,504 miliardi – Simbolo di borsa: AMZN

    Google (Alphabet)

    Settore: Servizi di comunicazione – Sottosettore: Interactive Media & Services

    Alphabet Inc. è un conglomerato tecnologico multinazionale, creato dalla ristrutturazione aziendale di Google, che ora è la sua filiale insieme a numerosi altri servizi. Il motore di ricerca di Google, le attività pubblicitarie e i servizi associati rappresentano la maggior parte delle attività di Alphabet, con altre filiali tra cui Calico (biotecnologia), Chronicle (cybersecurity), DeepMind (intelligenza artificiale), GV (venture capital), CapitalG (private equity), X (R&S), Google Fiber (servizi Internet in fibra), Jigsaw (incubatore tecnologico), Makani (turbine eoliche), Sidewalk Labs (innovazione urbana), Verily (scienze della vita), Waymo (tecnologia autonoma), Wing (drone- consegna basata) e Loon (fornitore di servizi Internet tramite palloncini stratosferici).

    Si noti che Alphabet è elencato solo una volta qui ma ha due tipi di titoli, con o senza diritto di voto, elencati sul NASDAQ, con ticker GOOG e GOOGL, che di solito portano a due voci diverse negli elenchi titoli NASDAQ.

    Market Cap .: $ 849,764 miliardi – Simbolo di borsa: GOOGL

    Facebook

    Settore: Servizi di comunicazione – Sottosettore: Interactive Media & Services

    Facebook, Inc. è un servizio di social media e social network online. Originariamente limitato agli studenti, Facebook ha gradualmente aperto i suoi servizi a chiunque abbia più di 13 anni, raggiungendo ora oltre 2 miliardi di persone in tutto il mondo. È possibile accedervi tramite qualsiasi dispositivo connesso a Internet e consente agli utenti di personalizzare profili, pubblicare testi, foto e contenuti multimediali condivisi con i loro amici su Facebook. Possono inoltre unirsi a gruppi di interesse, ricevere messaggi e notifiche e utilizzare varie altre applicazioni incorporate.

    Capitalizzazione di mercato: $ 505,257 miliardi – simbolo di borsa: FB

    Conclusioni

    L’indice S&P 500 replica le società più grandi e potenti degli Stati Uniti. Le azioni costituenti sono curate dal Comitato indice S&P, che seleziona le società in base a una serie di fattori, tra cui capitalizzazione di mercato, liquidità e allocazione settoriale.

    Tutte le società più conosciute o l’indice stesso possono essere negoziate con contratti CFD, questi contratti offrono la possibilità di investire sull’indice (o sulle azioni che lo compongono) sia al rialzo che al ribasso. Quindi non è necessario sperare in una crescita del S&P 500 (che è comunque molto probabile) , si può anche puntare sulle oscillazioni, investendo sul breve termine anche al ribasso.

    Per utilizzare al meglio i CFD sarà opportuno fare pratica con i mercati e le piattaforme di Trading su un conto Demo, così da non correre rischi. Il Broker eToro lo mette a disposizione gratuitamente (per tutti gli iscritti).

    Registrati qui su eToro per accedere al conto Demo gratuito

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Valerio Sanna

    Lascia un Commento