Investimenti

Trading Algoritmico: Cos’è, Come Funziona ed Alternative

Pubblicato: 6 Ottobre 2021 di Francesco

Se hai aperto il nostro approfondimento è perché molto probabilmente sarai alla ricerca di una guida chiara e dettagliata, che esponga per filo e per segno cos’è il trading algoritmico, come funziona e come inserirlo all’interno del settore delle negoziazioni.

Entrando subito nel vivo della questione, parlare di trading algoritmico significa parlare della presenza di specifici meccanismi, o software specializzati, che permettono di gestire determinate operazioni in modo automatizzato. Tutto ciò grazie alla presenza di algoritmi, in grado di analizzare dati ed erogare risposte di conseguenze.

A tal riguardo, è tuttavia opportuno precisare come il trading algoritmico non rappresenti un sistema matematico per poter ottenere risultanti certi al 100%. Va a rappresentare semplicemente un supporto all’attività del trader, o di chi effettua l’attività di negoziazione.

Ecco subito una prima tabella informativa sul trading algoritmico:

👍Trading Algoritmico: Scopri i nostri consigli
👌Cos’è Uso di algoritmi nel trading
💡Come funziona: Operazioni automatizzate grazie all’algoritmo
💻Miglior broker con MetaTrader: OBRinvest
🥇Alternativa al Trading Algoritmico: Copy Trading di eToro
😢Esistono truffe: Si, molte. Segui solo siti affidabili.

Prima di procedere con l’approfondimento, ricordiamo come il trading algoritmico faccia riferimento soprattutto a piattaforme trading integrati MetaTrader. Scopriremo in ogni caso sistemi alternativi, non basati su algoritmi, bensì su meccanismi che permettono di copiare reali esperti del settore, come il Copy Trading di eToro.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Trading algoritmico: Cos’è

    Come esposto in precedenza, il trading algoritmico, chiamato molto spesso in gergo tecnico Algo Trading, rappresenta una specifica metodologia, incentrata sulla possibilità di ottenere gestioni ed analisi automatizzate all’interno del mercato.

    Il trading algoritmico si inserisce quindi a metà strada fra un concetto prettamente informatico ed un concreto prettamente finanziario. L’incrocio dei due settori, ha così permesso la nascita di questi sistemi, i quali risultano strutturati da esperti in entrambe le materie. Per poter creare un algoritmo analitico, è infatti necessario essere:

    • Un trader esperto, ossia conoscitore di indicatori tecnici, di analisi tecniche, delle leggi del mercato, dei diversi comparti di Borsa e molto altro;
    • Un informatico con notevoli esperienze in linguaggio di programmazione, in grado di creare codici ed algoritmi capaci di leggere determinati parametri, svolgendo successivamente specifiche operazioni.

    Sulla base delle informazioni esposte, è quindi opportuno considerare come non tutti i sistemi di trading algoritmico possano considerarsi uguali. Così come in ogni settore, un algoritmo di trading può risultare ben strutturato, o progettato male. Cosa succede in questa seconda opzione?

    Le principali problematiche legate ad un algoritmo costruito male risultano essenzialmente due. Da una parte troviamo il non funzionamento dello stesso sistema, che quindi non va a svolgere alcuna operazione in modo automatizzato. Dall’altra troviamo un’analisi distorta dei dati e dei parametri, associata in modo parallelo all’apertura di posizioni sballate in partenza.

    Anche in questo caso, è quindi importante fare sempre affidamento su algoritmi progettati da professionisti del settore, tenendo pur sempre a mente la presenza dei rischi e di come nessun trading algoritmico possa dare certezze matematiche al 100% sulla riuscita dell’operazione.

    Trading algoritmico: Come funziona

    Adesso che abbiamo compreso cos’è il trading algoritmico, è possibile soffermarci su aspetti prettamente funzionali. Nel corso dei paragrafi introduttivi, abbiamo più volte citato il termine “automatico”.

    In realtà, scendendo maggiormente nel dettaglio sul funzionamento vero e proprio del trading algoritmico, il ruolo del trader non risulta del tutto scevro e libero da compiti e da attività. All’interno di qualsiasi sistema automatizzato, dove risultano presenti robot, intelligenze artificiali, algoritmi e quant’altro, l’uomo rappresenta sempre il sorvegliante.

    In primo luogo, al trader spetta l’arduo compito di scegliere l’algoritmo più adatto alle proprie esigenze e necessità, o in caso di capacità e conoscenza di andare a strutturare in modo diretto il proprio algoritmo. In secondo luogo, è il trader che controlla costantemente l’operato dell’ algoritmo.

    Nello specifico, il funzionamento del trading algoritmico è basato su:

    • Scelta dell’algoritmo da associare alla piattaforma di negoziazione, messa a sua volta a disposizione dal broker;
    • Settaggio dei parametri sui quali l’algoritmo dovrà andare a lavorare, gestendo le operazioni sulla base di specifiche indicazioni preimpostate;
    • Controllo sul lavoro dell’algoritmo, con possibilità di andare a bloccare, mettere in pausa, o modificare alcuni parametri nel corso dell’attività.
    Trading algoritmico

    Trading algoritmico

    Il trading algoritmico permette quindi di velocizzare alcune operazioni prettamente macchinose. Tutto ciò, soprattutto in riferimento a strategie di trading basate su più aperture nel corso delle 24 ore, come ad esempio lo Scalping. Anche in questo caso, la presenza di robot trading ed algoritmi rappresenta solamente un supporto all’attività del trader.

    Trading algoritmico: Alternative

    Parlare di trading algoritmico, significa parlare della presenza di specifici calcolatori, in grado di analizzare una quantità considerevole di dati. Tutto ciò  utilizzando sistemi informatici, i quali restano pur sempre associati ad una macchina.

    A tal riguardo, esistono sistemi di trading automatico non algoritmico? Un tipico esempio è dato dal Copy Trading di eToro, il quale sfrutta un meccanismo completamente differente, ossia privo di bot, algoritmi, o calcolatori, ma basato sulla possibilità di poter copiare reali professionisti del settore, in pochissimi click.

    In questo caso, le operazioni copiate vengono analizzate ed avviate da esperti in materia, i quali studiano il mercato e piazzano aperture sulla base delle proprie competenze. Il trader che utilizza la funzione, deve semplicemente scegliere gli specialisti ed aspettare una loro mossa sul mercato.

    Il Copy Trading di eToro (qui per la pagina ufficiale) può quindi considerarsi un sistema alternativo al trading algoritmico, con molte differenze sostanziali, ma che alla fine permette ugualmente di ottenere aperture automatiche senza dover effettuare gestioni manuali.

    A seguire alcuni punti sul suo funzionamento:

    1. All’interno della sezione dei Popular Investor, sulla pagina eToro ufficiale, il traders può selezionare uno o più professionisti sulla base di tanti parametri. Fra questi ricordiamo il livello medio di rischio, la performance media, fino ad arrivare al grado di popolarità;
    2. Associati gli specialisti al proprio account, si avrà la possibilità di ottenere le stesse transazioni, il tutto in tempo reale e senza nessun costo aggiuntivo;
    3. Il meccanismo di copia può sempre essere bloccato dal trader, il quale può riprendere il controllo in modo manuale.

    Copy Trading eToro

    Tutte le funzionalità messe a disposizione da eToro, compreso il Copy Trading, possono essere testate con un comodo account demo, a costo zero e gestibile anche tramite applicazione per dispositivi mobili (sia iOS che Android).

    Scopri qui eToro ed il Copy Trading

    Trading algoritmico funziona?

    Come esposto in precedenza, è bene tenere a mente come il trading algoritmico rappresenti solamente uno strumento da utilizzare all’interno di piattaforme di negoziazione online. È quindi un’integrazione che permette al trader di velocizzare alcuni processi, o di analizzare in modo matematico specifici dati.

    Parlare del funzionamento del trading algoritmico come strumento di supporto, non significa tuttavia considerare lo stesso come sistema per ottenere guadagni certi, in poco tempo, ma soprattutto senza muovere un dito.

    L’attività di trading, anche se associata a sistemi automatici sulle posizioni, richiede conoscenza, competenza, ma soprattutto consapevolezza sulla presenza del rischio. Qualsiasi attività legata ai mercati finanziari, deve quindi necessariamente essere considerata in modo professionale da traders ed investitori.

    La presenza dell’imprevedibilità dei mercati, che si tratti di titoli azionari, di indici di Borsa, di criptovalute, o di materie prime, rappresenta sempre una componente da non sottovalutare, anche nel caso in cui si faccia affidamento su sistemi automatizzati di analisi e successiva apertura delle posizioni.

    Trading algoritmico è una truffa?

    Il trading algoritmico rappresenta una truffa? Per rispondere a questa domanda è opportuno distinguere i metodi di utilizzo dello stesso sistema. Gli algoritmi di trading rappresentano semplicemente strumenti di supporto, esposti e spiegati anche dai migliori broker online (se integrati con MetaTrader).

    Aspetto completamente differente, vede invece l’uso improprio del trading algoritmico, in associazione ad operatori non professionali, ossia truffaldini. In questo caso, è l’operatore a risultare di per se una truffa, proponendo benefici e ritorni sugli investimenti impossibili da ottenere.

    Il funzionamento degli stessi risulta quasi sempre lo stesso. La piattaforma invita l’utente a registrarsi, proponendo un sistema di software trading basato su intelligenza artificiale, in grado di prevedere l’andamento del mercato. A questo punto richiede sempre un deposto minimo, pari quasi sempre a 250 dollari.

    Il trader, allettato dalla proposta di guadagni certi ed automatici, soprattutto se alle prime armi, si accorge troppo tardi della truffa, perdendo il capitale in pochissimo tempo. A tal proposito, si ricorda sempre di verificare accuratamente la professionalità dei servizi utilizzati, optando per operatori regolamentati ed autorizzati.

    Trading algoritmico Consob

    Una delle principali ricerche effettuate online, vede l’associazione del trading algoritmico con il temine CONSOB. Lo stesso rappresenta uno degli enti preposti al controllo ed alla vigilanza più conosciuti al mondo.

    Contrariamente da quanto si pensi, non esistono ad oggi direttive che vietino l’utilizzo di strumenti di supporto per le attività di negoziazione, ovviamente se riferiti a piattaforme regolamentate ed autorizzate nel nostro territorio.

    L’ente CONSOB, tuttavia, vista la presenza di numerose truffe online, basate sulla presenza di piattaforme non professionali che promettono sistemi automatici con profitti certi, ha il delicato compito di avvisare consumatori ed appassionati del settore in merito alla presenza di operatori truffaldini.

    Come creare un algoritmo per il trading (MQL)

    Creare un algoritmo per il trading è un processo abbastanza complesso, che richiede conoscenze e competenze informatiche, oltre che ovviamente sul mondo dei mercati finanziari. Ne deriva come non tutti siano in grado di strutturare da zero un algoritmo per il trading. Nella maggior parte dei casi, i trader utilizzano sistemi già testati e progettati da esperti in materia.

    In ogni caso, è possibile tenere a mente come il linguaggio di programmazione utilizzato per la progettazione e costruzione degli algoritmi e sistemi, da installare successivamente sulla piattaforma MetaTrader, sia essenzialmente l’MQL.

    Trattasi di un linguaggio specifico, associabile in qualche modo al C++, che non può di certo essere adoperato da chi non ha mai sentito parlare di linguaggi di programmazione, di informatica o di aspetti affini. Ciò nonostante, il web sforna quotidianamente guide complete, proposte anche da professionisti del settore, basate sul utilizzo dell’MQL.

    Alcuni algoritmi risultano inoltre pre-progettati, permettendo al contempo di poter apportare modifiche sulla base delle proprie esigenze. Anche in questo caso, è tuttavia necessario possedere specifiche conoscenze in materia informatica, oltre che ovviamente sui mercati di negoziazione.

    Ultimo aspetto, non per importanza, riguarda la presenza della MetaTrader solamente all’interno di specifici broker. Uno dei più completi, a permettere integrazioni su MT4, è OBRinvest (qui per la pagina ufficiale).

    Software intelligenza artificiale trading

    Proseguendo la nostra guida, è possibile aprire una piccola parentesi sui cosiddetti software di intelligenza artificiale per il trading online. Aspetto ampiamente discusso nel corso degli ultimi mesi e che ha trovato interesse soprattutto grazie agli sviluppi delle tecnologie AI.

    È bene precisare, come il trading algoritmico – come evinto nel corso della nostra guida – si basi sull’insegnamento da parte del trader al programma, il quale va successivamente ad applicare semplicemente le istruzioni impartite dal professionista.

    Discorso differente, è invece parlare di sistemi basti su intelligenza artificiale. La stessa è infatti in grado di apprendere in modo automatico concetti sulla base dello studio dei dati, andando successivamente ad interagire con sistemi tecnologici per svolgere processi. In ogni caso, non può mai prevedere con certezza l’andamento dei mercati.

    Leggi anche: Libri Trading Online

    Trading algoritmico

    Trading algoritmico: Conclusioni

    Quali sono le opinioni in merito al trading algoritmico? Effettuando semplici ricerche online, è possibile imbattersi in molti pareri, così come in molte guide (proposte anche da siti ufficiali di broker di negoziazione professionali) sul trading algoritmico.

    Nel corso della nostra guida, abbiamo potuto soffermarci nel dettaglio sul suo significato, ma soprattutto sul funzionamento diretto all’interno delle piattaforme di negoziazione (che integrano MetaTrader, o che mettono a disposizione sistemi alternativi).

    Fra le tante informazioni, ricordiamo ancora una volta come il trading algoritmico non garantisca risultati matematici al 100%, ma soprattutto come non possa prevedere l’andamento di strumenti di negoziazione quali titoli, materie prime, criptovalute come il Bitcoin, o altro ancora.

    In ultimo, non per importanza, abbiamo avuto modo di scoprire un sistema di trading automatico non algoritmico, messo a disposizione dal rinomato broker eToro, per copiare strategie di veri e propri professionisti del settore.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Domande Frequenti

    Cos’è il trading algoritmico?

    Il trading algoritmico, integrato all’interno di piattaforme professionali, come ad esempio la MetaTrader, permette di gestire alcune operazioni in modo automatico, rappresentando un supporto nell’attività del trader.

    Su quale linguaggio si basano gli algoritmi di trading?

    Nel corso del nostro approfondimento completo, abbiamo avuto modo di scoprire come il linguaggio di programmazione associato agli algoritmi (in questo caso specifico) sia l’MQL.

    Quali libri per il trading algoritmico?

    Effettuando semplici ricerche online, è possibile imbattersi in numerosi libri di testo e guide sul trading algoritmico. A tal riguardo, anche nel caso di Algo Trading in Italia, si ricorda di far riferimento su risorse scritte da professionisti del settore.

    Quali alternative per il trading algoritmico?

    All’interno della nostra guida, abbiamo avuto modo di esporre un sistema di trading automatico non algoritmico, basato sulla possibilità di copiare transazioni di reali professionisti del settore. È chiamato Copy Trading ed è messo a disposizione dal broker regolamentato eToro.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento