Investimenti

Trading Intraday [Guida Completa ed Aggiornata Step by Step]

Pubblicato: 26 Luglio 2021 di Francesco

Ma cos’è il trading intraday? Molto semplicemente, trattasi di una specifica tecnica di negoziazione, legata ad attività nel breve e nello brevissimo periodo. Il trader, dopo aver effettuato le proprie scelte, apre e chiude la posizione nel corso di una singola giornata.

Essendo ormai da tempo un reale punto di riferimento nel settore del trading online, abbiamo deciso di approfondire in merito a questo strategia, analizzandola sotto tutti i punti di vista. Tutto ciò tenendo in considerazione non soltanto aspetti teorici, bensì anche prettamente pratici.

Ecco subito una prima tabella sul trading intraday:

👍 Trading Intraday Segui la nostra guida
👌 Guida step by step ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
💰 Settore di interesse Trading online
📃Tipologia di strategia Nel breve periodo
📱 Alcune strategie Breakout, Scalping, Pullback
🥇Migliori Broker per Strategie Trading eToro ed OBRinvest

I migliori traders e professionisti, attuano le proprie strategie (qualsiasi esse siano, nel lungo o nel breve periodo) utilizzando sempre intermediari professionali e regolamentati. I due esposti all’interno della tabella rappresentano solo alcuni dei principali broker.

Ecco altre piattaforme di trading professionali ed autorizzate nel nostro territorio:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Trading Intraday: Cos’è

    Per comprendere a fondo cos’è il trading intraday, è possibile partire dalla spiegazione dei due termini. Trading può essere tradotto con la voce “negoziazione” e fa riferimento al mercato borsistico e degli strumenti finanziari. Intraday, può invece essere tradotto con la voce “in giornata”. L’associazione dei due termini esprime quindi una negoziazione nell’arco delle 24 ore (circa).

    Lo stesso parametro, fa si che il trading intraday venga considerata una strategie di brevissimo periodo, se confrontata con strategie di lungo periodo, come ad esempio investimenti tradizionali su azioni. In questo secondo caso, l’investitore ha la possibilità di acquistare azioni fisiche, conservandole nel lungo periodo all’interno del portafoglio.

    Il sistema del trading intraday, viene utilizzato da trader che prediligono operazioni rapide, anche più di una all’interno della stessa giornata. L’indicazione delle 24 ore rappresenta tuttavia un valore non fisso, che può in ogni caso essere diminuito sulla base dei potenziali risultati ottenuti, di come la posizione si evolve con il passare dei minuti e molte altre variabili.

    In stretta associazione con la strategia del trading intraday, è possibile inserire la presenza dei CFD, ossia degli strumenti derivati. Gli stessi, contrariamente da quanto detto sull’acquisto fisico delle azioni, si mostrano valevoli per poter aprire anche posizioni nel breve periodo, facendo riferimento solamente su repliche fedeli di un determinato assets di interesse.

    Tutto ciò permette inoltre di poter piazzare non soltanto una posizione in ottica di aumento, ossia al rialzo, ma anche una posizione in ottica di diminuzione, ossia al ribasso (utilizzando la cosiddetta vendita allo scoperto).

    Trading Intraday Strategie: Top 4

    Adesso che abbiamo compreso le informazioni preliminari sul trading intraday, è possibile tenere a mente come la stessa metodologia rappresenti una vera e propria classe di tante strategie, con specifiche differenze fra di loro. Nonostante ciò, le stesse poggiano pur sempre su alcuni assunti base, legati alle ormai note analisi tecniche ad analisi fondamentali.

    Parlare di analisi tecnica in associazione al trading intraday, significa parlare di tutti gli studi effettuati da traders ed esperti, utilizzando prettamente il grafico dell’asset di interesse. Stiamo parlando dell’ausilio di specifici indicatori (matematici, statistici o probabilistici), di oscillatori, i quali prendono in esame le oscillazioni del trend dello strumento.

    Da tutto ciò, si intuisce come uno degli strumenti integrativi e di supporto più importanti sia proprio il grafico in tempo reale. Lo stesso permette di visionare in che modo l’asset si sta muovendo all’interno del mercato ed allo stesso tempo di verificare in che posizione si trova rispetto ad eventuali punti di massimo o di minimo pregressi.

    In ogni caso, come vedremo nel corso della nostra guida, broker regolamentati come eToro, mettono a disposizione numerosi strumenti analitici, da poter utilizzare proprio sui grafici in tempo reale (garantiti a tutti gli utenti per ogni singolo assets di negoziazione).

    Ma vediamo subito quali sono le possibili strategie sul trading intraday:

    • Pivot Points
    • Scalping
    • Pullback
    • Breakout

    Pivot Points

    La prima strategia a poter essere inserita all’interno del nostro approfondimento sul trading intraday, riguarda la Pivot Point. Se sei un appassionato di trading online, ne avrai sicuramente sentito parlare. Entrando sin da subito nel dettaglio, si basa sui tradizionali concetti di supporto e di resistenza, mostrando specifiche linee di studio ed analisi.

    1. La prima va ad esporre la cosiddetta quotazione corrente, sempre all’interno del grafico di interesse:
    2. Ricollegandoci ai supporti ed alle resistenze, altre due linee sono quelle di Resistenza (ossia uno e due). Fanno riferimento a valori target su un eventuale trend rialzista o sulla conferma di un trend in aumento, qualora il valore superi la stessa linea.
    3. In modo parallelo, troviamo altre due linee, in questo caso definite di Supporto (ossia uno e due), legate invece ad un potenziale trend al ribasso, al superamento della stessa. La quotazione può tuttavia non rompere il muro della linea, mostrando una situazione di rimbalzo, a dimostrazione della pur sempre imprevedibilità dei mercati finanziari, a sua volta legata al rischio.

    Ulteriori concetti a poter essere in modo parallelo associati alla strategia di trading intraday Pivot Point attengono l’utilizzo dello Stop Loss e del Take Profit, da poter eventualmente impostare per bloccare posizioni (in entrambe le direzioni) sulla base dei propri studi sulle linee di supporto e di resistenza.

    Scalping

    Parlando di trading intraday, non poteva di certo mancare la strategia dello Scalping, forse una delle più conosciute all’interno di questo settore. Contrariamente da molte altre strategie, le quali si basano su un’unica o su poche posizioni, in associazione a potenziali profitti maggiori, lo Scalping si basa su un volume di ordini elevato, legato a tante piccole potenziali chiusure in profitto.

    Alla fine della giornata di trading intraday, il trader va semplicemente a sommare tutte le piccole posizioni chiuse (in positivo o in negativo) per andare a decretare la situazione di perdita o di profitto.

    In merito al numero di ordini da aprire, la strategia di Scalping non prevede un numero fisso. Lo stesso può variare sugli studi effettuati, sulle abilità del singolo negoziatore o su tantissimi altri parametri e fattori di mercato.

    Uno degli obiettivi principali del trader, è proprio quello di cercare di stabilire, sulla base di studi specifici, quando un trend potrà potenzialmente cambiare tendenza (ossia invertire il proprio andamento). Per fare ciò, i maggiori esperti ed analisti si avvalgono di strumenti di supporto, come ad esempio:

    • ATR: si tratta di uno degli indicatori più conosciuti all’interno di questo settore e si basa sulla cosiddetta volatilità di uno strumento finanziario. Quando un asset mostra un grado di volatilità ampio, significa che è maggiormente soggetto a cambi di direzione all’interno del suo andamento.
    • CCI: rappresenta un ulteriore indicatore importante, molto spesso preso in associazione all’interno della categoria delle medie. Eroga maggiori informazioni sui trend dello strumento.
    • Medie Mobili: le due medie più conosciute nel mondo del trading online sono quella semplice e quella esponenziale. Possono essere calcolate sulla base di un orizzonte temporale a propria discrezione, dando informazioni differenti sulla base dello stesso range periodale.

    Pullback

    Proseguendo con le principali strategie di trading intraday, è possibile esporre il noto Pullback. Anche in questo caso, sulla base di quanto ricordato in precedenza, l’analisi tecnica rappresenta un pilastro fondamentale. In modo particolare, il Pullback si avvale della cosiddetta media mobile esponenziale, conosciuta più semplicemente come EMA.

    Tutto ciò, molto spesso, viene associato anche al supporto della Teoria delle Onde di Elliot, ulteriore pilastro chiave all’interno degli studi nel settore del trading online. In ogni caso, la strategia eroga maggiori informazioni in riferimento a potenziali movimenti correttivi del trend dell’asset di interesse.

    Lo stesso movimento, viene chiamato correttivo poiché attiene una variazione opposta alla direzione fino a quel momento dominante. Può quindi rientrare all’interno delle strategie di trading intraday, ricordando tuttavia come qualsiasi strategia, possa comunque subire modifiche durante il proprio corso e risultare integrata con altre strategie o con strategie completamente differenti.

    Breakout

    Un’ultima tecnica, non di certo per importanza, riguarda la strategia di trading intraday sul Breakout. Il termine va letteralmente ad indicare una vera e propria rottura, in associazione ad un periodo di oscillazione del trend su due target, aventi una singolare e specifica cadenza.

    Tutto ciò per prendere in considerazione l’eventuale contrazione sui valori e cercando di legare una strategia di negoziazione, usufruendo in modo parallelo di specifici indicatori:

    • ZIG ZAG: si tratta di una metodologia analitica, anche in questo caso facente parte dell’analisi tecnica, utilizzata per cercare di ottenere maggiori informazioni sul trend dell’asset all’interno del mercato;
    • Bande di Bollinger, in associazione con la precedentemente citata ATR: si fa in questo caso riferimento ad indicatori sulla volatilità di un determinato titolo o strumento di negoziazione.

    Trading Intraday Vs Trading Multiday

    Arrivati a questo punto, è possibile fare chiarezza su due aspetti che molto spesso vengono confusi all’interno del settore, ossia il trading intraday ed il trading multiday. Il primo citato rappresenta la strategia esposta all’interno del nostro approfondimento, la quale si basa su un lasso temporale operativo abbastanza ridotto (seppur variabile sulla base delle decisioni del trader).

    Il trading multiday, riguarda invece la propensione del trader (chiamato cassettista) a voler piazzare ordini da tenere aperti per più giornate consecutive. Il trading intraday viene molto spesso associato al mondo del forex, ossia dei cambi valutari, mentre quello del multiday viene molte volte associato al comparto dei titoli azionari. Nulla vieta, in ogni caso, di poter considerare entrambe le metodologia su tutti i comparti di negoziazione.

    Il trader, infatti, ha sempre la possibilità di diversificare le proprie scelte, andando a creare un proprio portafoglio, incentrato non soltanto su operazioni nel brevissimo periodo, ma anche nel medio o lungo, a propria discrezione.

    Trading Intraday

    Migliori Broker Trading Intraday

    Oltre alla strutturazione delle strategia, che si tratti di trading intraday o di trading multiday, un ulteriore aspetto fondamentale è rappresentato dalla scelta dei giusti intermediari, ossia degli operatori che permettono ai trader di accedere al mercato in modo autonomo, professionale e semplificato.

    A tal riguardo, non tutti i broker possono considerarsi uguali. Ne derivano alcuni concetti che possono essere sempre verificati, onde evitare di imbattersi su un broker truffaldino, privo delle dovute regolamentazioni, o non professionale. Quali caratteristiche poter ricordare? A seguire alcuni punti chiave:

    • Presenza delle autorizzazioni: possono essere verificate pubblicamente, risultando quasi sempre esposte all’interno della homepage della piattaforma;
    • Numerosi strumenti di negoziazione, così da aumentare le possibilità di diversificazione;
    • Presenza di strumenti integrativi e di supporto, come quelli presenti sui broker esposti a seguire, ossia eToro ed OBRinvest, ormai da anni leader in questo settore.

    eToro

    Un primo broker a permettere trading intraday, è eToro (qui per la pagina ufficiale). Si tratta di un intermediario professionale e completo sotto tutti i punti di vista. Dispone ovviamente delle dovute autorizzazioni, risultando utilizzabile anche nel nostro territorio.

    A rendere unico il broker rispetto alla concorrenza, troviamo in primo luogo la sua singolare struttura da social trading. Gli utenti registrati possono liberamente interagire fra di loro, scambiarsi opinioni e postando notizie sul mondo del trading o su specifici strumenti di negoziazione.

    Scopri qui eToro

    Attraverso la piattaforma interattiva, il trader può piazzare le proprie strategie, potendo altresì integrare sistemi automatici, come ad esempio Stop Loss e Take Profit. Un secondo sistema automatico, prende invece il nome di Copy Trading, ossia un meccanismo di copia, non basato su bot ed algoritmi.

    Copy Trading eToro

    I traders, a propria discrezione, possono scegliere uno o più Popular Investors ed associarli al proprio account. Così facendo, otterranno le stesse transazioni, in tempo reale, senza costi aggiuntivi e con la possibilità, in ogni caso, di poter riprendere il controllo. Tutto ciò risulta inoltre testabile anche tramite account demo (utilizzabile in modo gratuito).

    Scopri qui eToro

    OBRinvest

    OBRinvest (qui per la pagina ufficiale) è un secondo broker che può essere inserito all’interno del nostro approfondimento, poiché permette a tutti gli utenti di poter attuare trading intraday.

    Si tratta di un broker specializzato in contratti per differenza, ossia CFD, che permette di usufruire anche della vendita allo scoperto, per poter eventualmente aprire anche posizioni al ribasso, in ottica di crollo dei valori. All’interno della pagina ufficiale, è possibile individuare un database con centinaia di assets, fra i quali titoli, indici, forex, criptovalute e molto altro.

    Scopri qui OBRinvest

    Quali altre caratteristiche ricordare sulla piattaforma? A seguire alcuni punti chiave:

    • Presenza di una comoda sezione informativa (corso sul trading), considerato un valore aggiunto soprattutto per utenti alle prime esperienze;
    • Account demo, a costo zero, utilizzabile per provare strategie personali con capitali non reali;
    • Assistenza professionale;
    • Grafici in tempo reale;
    • Applicazione per dispositivi mobili.

    Scopri qui OBRinvest

    Trading Intraday: Conclusioni

    La guida odierna, adatta ad ogni tipologia di utente, ci ha dato la concreta possibilità di conoscere nel dettaglio il trading intraday.

    Si è trattato di una metodologia di negoziazione, legata al brevissimo periodo ed associabile a qualsiasi comparto. Si contrappone al trading multiday, che riguarda invece il mantenimento di aperture su più giornate, ossia in un’ottica di medio o di lungo periodo.

    Per completezza, abbiamo poi ricordato alcuni dei migliori broker di trading intraday CFD, che permettono di attuare strategie personali, iniziando anche da un pratico conto demo. Due leader, presenti ormai da anni e con migliaia di utenti registrati, esposti nella guida, sono stati eToro ed OBRinvest.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    FAQ

    Cos’è il Trading Intraday?

    Il trading intraday rappresenta una metodologia di negoziazione basata sul brevissimo periodo.

    Quali differenze fra Trading Intraday e Trading Multiday?

    Nel trading intraday il trader non mantiene la posizione aperta per molto tempo, chiudendola nel breve termine. Nel trading multiday il trader, definito cassettista, mantiene le posizioni aperte per più tempo, sulla base delle proprie strategie.

    Cos’è il Trading Intraday con CFD?

    Si tratta dell’associazione delle negoziazioni su strumenti finanziari utilizzando strumenti derivati, ossia contratti per differenza. Gli stessi permettono di aprire posizioni su repliche degli andamenti, senza acquistare l’asset in modo fisico.

    Quali sono i migliori broker per Trading Intraday?

    All’interno della nostra guida abbiamo ricordato la presenza di piattaforme autorizzate, con numerosi strumenti di supporto, come ad esempio corsi formativi, sistemi automatici e conto demo.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento