Innovazione e startup

Chris Sacca: Shark Tank, Venture Investing, Investimenti

Chris Sacca è un ex investitore in venture capital, consulente aziendale, imprenditore ed un ex avvocato. È il proprietario della Lowercase Capitale, un’azienda di venture capital negli Stati Uniti che ha investito nelle prime fasi di aziende come Twitter, Uber, Instagram, Twilio e Kickstarter.

Nel 2017, è comparso nella nella trasmissione Shark Tank nel 2017 come “Squalo Ospite”.

Chris Sacca Informazioni

Chris Sacca Informazioni

Chris Sacca Primi anni

Sacca è nato e cresciuto a Lockport, New York. Suo padre era un avvocato e sua madre era professoressa presso la SUNY Buffalo State e autrice nel campo dell’educazione. Il suo fratello minore è l’attore/comico Brian Sacca. Sacca descrive i suoi genitori come persone molto coinvolte nella sua educazione e lo hanno sempre esposto ad una varietà di interessi: ricorda di veniva preso dalla scuola per andare ai musei di scienza o ad ascoltare le lettore di un autore in un negozio di libri.

Sacca è di origine italiana da parte di suo padre, proveniente da Calabria, Italia e di origine irlandese da sua madre.

Durante la scuola di legge, Sacca ha utilizzato i suoi prestiti studenteschi per avviare un’impresa che si è rivelata un insuccesso, e ha utilizzato le rimanenze per iniziare il trading sul mercato azionario. Applicando molta leva finanziaria (grazie un difetto nel software del broker di trading online) riuscì a trasformare 10-20 mila dollari in 12 milioni di dollari.

Alla fine, quando il mercato subì un crollo, Sacca si trovò in debito con un saldo negativo di quattro milioni di dollari. Ha negoziato per ridurlo a poco meno di 3 milioni e entro febbraio 2005 è stato completamente rimborsato.

Chris Sacca

Chris Sacca

Dopo un periodo sfortunato il Silicon Valley, fu assunto da Google nel 2003.

Sacca venne assunto a Google come consulente aziendale per il consulente generale David Drummond. Il suo primo mandato era quello di trovare una quantità infinita di spazio dati, negoziando e firmando accordi in tutto il mondo. Sacca è stato tra i primi dipendenti di Google a ricevere il premio dei fondatori, l’onore più alto da parte della società.

Sacca è stato inoltre il responsabile delle iniziative speciali di Google Inc. Inoltre ha guidato l’accesso alternativo e la divisione wireless. I suoi progetti più visibili includono le iniziative dello spettro a 700 MHz, la tecnologia “TV White Space”, il centro dati di Google in Oregon e la rete wireless a livello urbano a Mountain View, California. Sacca ha inoltre diretto molte delle transazioni di sviluppo di Google e le operazioni di fusione e acquisizione.

Sacca lasciò Google nel Dicembre del 2007, dopo essersi interessato a svariate opportunità con aziende più piccole. Non aveva una quantità di fondi esagerata come i classici Angel Investors. Il suo primo investimento fu in Photobucket, che fu poi venduta alla News Corp. Il suo secondo investimento è stato di 25 mila dollari in Twitter. Dopo aver investito in Twitter, aveva praticamente esaurito tutti i suoi fondi.

Nel Dicembre del 2007, decise di fondare un’azienda venture capital chiamata Lowercase Capital. Il fondo forniva capitali e consulenza alle start up e ad aziende già formate.

Lowercase possedeva anche aziende non legate alla tecnologia, tra cui Blue Bottle Coffee Company e un ristorante di alto livello a Truckee. Forbes e Fortune hanno premiato Lowercase come uno dei fondi di venture capital più riusciti nella storia con una “prospettiva multipla di ritorno”. Sacca ha dichiarato inoltre che il punto di svolta fu nel 2007 quando si trasferì nella città di Truckee, nelle montagne vicine al Lago Tahoe, dove nacque la sua vasca idromassaggio “Jam Tub”. Gli imprenditori, tra cui Travis Kalanick e Sacca, trascorsero ore a discutere di idee nella “Jam Tub“. Alla fine, Sacca acquistò la casa accanto per ospitare i giovani imprenditori che venivano a visitarlo.

Nel 2013 poi Sacca decise di far entrare Matt Mazzeo in Lowercase Capital. Mazzeo aveva lavorato con la Creative Artist Agency (CAA), un’agenzia sportiva e di intrattenimento.

Nel 2015, Sacca comparve sulla copertina di Forbes, al numero 3 della Midas List. Nel 2017, era invece alla seconda posizione della Midas List Top 20.

Dopo il suo ingresso in Shark Tank, decise di fermarsi con gli investimenti e il suo lavoro nel sentore del venture investing.

Chris Sacca Shark Tank

Chris Sacca Shark Tank

Chris Sacca Shark Tank

Sacca iniziò ad apparire come uno “squalo ospite” nello show televisivo di Shark Tank durante la stagione 7, Episodio 14 (Settimana 6), che è stato trasmesso il 15 gennaio 2016 sulla tv USA. È inoltre anche apparso come uno squalo ospite nell’episodio 136 (Settimana 14), l’episodio 139 (Settimana 17) e nell’episodio 148 (Settimana 26). Durante le sue apparizioni nella Stagione 7, Sacca ha investito in HatchBaby, Bee Free Honee, Rent Like a Champion e Brightwheel. Egli è il 4° squalo più ricco che abbia mai partecipato a Shark Tank fino ad oggi.

Nell’ottava stagione, Sacca ha continuato a comparire come uno “squalo ospite” ed ha effettuato i seguenti investimenti:

Jack Bonneau Shark Tank

Jack Bonneau Shark Tank

  • L’11 novembre 2016, nell’episodio 159 (Settimana 8), Sacca ha stipulato un contratto (in forma di prestito) con Jack Bonneau (un bambino di 10 anni), che ha creato “Jack’s Stands & Marketplace” uno stand di limonata per aiutare altri ragazzi ad avviare le proprie attività.
  • Il 2 dicembre 2016 nell’episodio 161 (Settimana 10), Sacca ha investito 250.000 dollari per il 10% di equity su Nomiku per il loro dispositivo di cottura high-tech “sous vide” (un metodo di cottura molto lento).
  • Il 27 gennaio 2017, nell’episodio 165 (Settimana 14), Sacca ha investito $ 250.000 (come una nota convertibile) su “Popup Play“, un sistema di produzione su richiesta dove i bambini possono costruire castelli di cartone all’interno di un’applicazione.
  • Il 17 febbraio 2017 nell’episodio 168 (Settimana 17) Sacca, insieme allo squalo Lori Greiner ha investito 600.000 dollari per il 5% di ToyMail, un peluche che si collega ad un’applicazione e permette di inviare messaggi.

Sull'autore

Andrea Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.

Lascia un Commento