Criptovalute

Comprare Bitcoin in banca è possibile? [Guida]

Pubblicato: 25 Ottobre 2021 di Andrea Strano

Nell’ultimo periodo Bitcoin ha aumentato la sua dominance, guadagnando la fatidica soglia del Trilione di dollari di market cap. Oggi scopriremo se è possibile comprare Bitcoin in banca o servono altri mezzi per entrare in possesso della preziosa moneta virtuale.

Di truffe con Bitcoin ce ne sono molte in giro nel web e molti investitori pensano che comprare Bitcoin in banca è una buona idea per evitarle. In generale gli istituti di credito sono regolamentati quindi in parte è vero, però ci sono delle validissime alternative alle banche per effettuare investimenti in criptovalute.

Stiamo parlando per esempio di piattaforme come eToro, intermediari regolamentati che permettono di operare con i Contratti CFD.

Secondo noi questo è il miglior modo per investire in Bitcoin e criptovalute in generale, anche perché, allo stato attuale, non è possibile comprare Bitcoin in banca direttamente ma bisogna servirsi di intermediari autorizzati per poterlo fare.

Comprare Bitcoin in banca – Dati

👍Comprare Bitcoin in banca: Scopri le alternative
👌Affidabilità: ⭐⭐⭐⭐⭐
💰Investire anche al ribasso: Scopri la vendita allo scoperto
💻Miglior corso di trading: eBook di Trade.com
🥇Migliori piattaforme consigliate: eToro e Trade.com
😢Esistono truffe: Si, molte. Segui solo siti affidabili.

Comprare Bitcoin in banca: ci sono vantaggi?

Perché molta gente vorrebbe comprare Bitcoin in banca? Quali potrebbero essere i vantaggi? Molta gente si fida delle banche, sono degli istituti con grandi capitali e costantemente sotto vigilanza dagli organi di controllo.

Nessuna banca si sognerebbe di truffare i propri correntisti, fallirebbe immediatamente, in passato molte banche non si sono comportate benissimo nei confronti del loro clienti, soprattutto perché gli organi di vigilanza scarseggiavano o comunque non facevano il proprio mestiere a dovere.

Dopo il crollo dei mercati nel 2008, sono nati diversi enti che adesso si occupano di proteggere gli investitori ed i consumatori, come per esempio l’ESMA. Ora sono davvero poche le piattaforme non regolamentate ed in generale si trovano al di fuori dell’Unione Europea.

Le banche sono affidabili, questo è chiaro, per questo molti investitori si affidano a questi istituti per gli investimenti in borsa. Le banche sono protette anche da un fondo di garanzia che rimborsa i correntisti qualora dovessero succedere guai.

I servizi offerti dalle banche garantiscono più sicurezza rispetto per esempio agli exchange, che non sono regolamentati, anche se i servizi delle banche costano e non poco.

Molti si rifugiano in enti certificati come le banche perché sono stati vittime di truffe a causa del Bitcoin, ammaliati dal fatto che il Bitcoin ha fatto diventare milionarie molte persone che avevano creduto nel progetto.

E’ capitato spesso che alcuni exchange scomparissero senza lasciare traccia, portandosi dietro soldi e Bitcoin dai conti dei clienti; oppure altre piattaforme che promettevano guadagni stratosferici con poco investimento e senza fare nulla, come per esempio Bitcoin Code che ha truffato migliaia di persone in tutta Europa.

Le banche e i Bitcoin: la relazione

Abbiamo visto perché sarebbe conveniente comprare Bitcoin in banca, è sicuro e sono istituti regolamentati e quindi considerati affidabili. Ma quindi è possibile comprare Bitcoin in banca?

Allo stato attuale non si può direttamente acquistare Bitcoin tramite gli istituti bancari e difficilmente lo sarà anche in futuro, per il semplice fatto che il progetto Bitcoin è nato proprio per avere una valuta decentralizzata e staccata dai sistemi bancari, rendendolo a tutti gli effetti un diretto concorrente delle banche.

Differente il discorso se parliamo di Ripple per esempio, un’altra criptovaluta che invece è stata supportata nel suo sviluppo da diverse istituzioni finanziarie, tra le quali alcune banche asiatiche che ne stanno sperimentando l’utilizzo.

Alternative per comprare Bitcoin

Arrivati a questo punto è utile capire come si fa ad investire in Bitcoin mantenendo la stessa sicurezza che le banche offrono ai loro clienti.

Per poterlo fare, è necessario ricorrere ad intermediari autorizzati e regolamentati, che offrono servizi di trading e di scambio valute ovvero il Forex, anche nel settore delle monete virtuali.

Anche gli intermediari autorizzati hanno un fondo di garanzia che protegge gli investimenti dei trader, anche se minore rispetto ad una banca, ma comunque si tratta di una sicurezza in più.

Il fondo di garanzia delle banche è di 100.000 € per individuo, nel caso dovessero succedere dei problemi, mentre per gli intermediari è minore, ovvero 20.000 €. Se investiamo meno di quella cifra possiamo stare certi che tutto il nostro capitale è protetto e siamo coperti per ogni evenienza.

Le piattaforme che vogliamo analizzare però non richiedono tutti questi soldi per poter iniziare, alcune ne richiedono 1/100 ovvero 200€ altre addirittura possono aprire un conto reale con un deposito di soli 10€.

A meno che non decidiamo di testare prima le nostre capacità con un conto Demo, in quel caso non dobbiamo depositare nulla, è gratuito e ci permette di esercitarci quanto vogliamo, prima di passare ad un conto reale ed effettuare quindi il deposito.

comprare Bitcoin in banca

Piattaforme per comprare Bitcoin

Adesso che abbiamo spiegato perché non è possibile comprare Bitcoin in banca, possiamo parlare di alcuni intermediari che offrono la possibilità di investire in Criptomonete e in particolare in Bitcoin.

Ci concentreremo in particolare su due piattaforme, con entrambe si possono effettuare operazioni tramite i contratti CFD, ovvero degli strumenti derivati che replicano l’esatto andamento di un asset, chiamato sottostante, e che non ci obbligano a comprare “fisicamente” l’asset, che nel caso del Bitcoin sarebbe alquanto dispendioso.

Entrambe le piattaforme di trading offrono il conto Demo con il quale esercitarsi prima di passare ad un conto reale. Inoltre possiamo comprare Bitcoin con PayPal, e altri metodi di pagamento, come carta di credito, Postepay o bonifico bancario.

La caratteristica fondamentale delle piattaforme CFD, ovvero Contratti per Differenza, è la vendita allo scoperto, ovvero possiamo guadagnare in tutti gli scenari di mercato, sia se l’asset, in questo caso il Bitcoin, sale ma anche se scende. Vediamo nel dettaglio le due piattaforme che abbiamo selezionato:

eToro

La prima piattaforma è la più usata nel mondo del trading online, eToro vanta infatti un pacchetto di utenti che supera le 13 milioni di unità, affermandosi come leader nel mercato.

La piattaforma eToro è sicura, possiede infatti tutte le licenze rilasciate dalla CySEC che gli consentono di operare in tutta Europa. Su eToro è possibile scambiarsi idee ed opinioni grazie al Social Trading, è infatti la prima piattaforma in questo senso, ogni profilo utente ha una propria storia e condivisione di notizie e pensieri sul trading o sul mercato.

Ma la vera rivoluzione di eToro è un’altra, infatti tramite questo broker è possibile copiare tutte le operazioni effettuate dai migliori broker al mondo, presenti in piattaforma. Come? Grazie al Copy Trading, un software brevettato da eToro, ecco come funziona:

  • Registrati gratuitamente su eToro
  • Vai nel menù a sinistra nella sezione “People”
  • Seleziona i trader che rispecchiano di più i tuoi investimenti
  • Clicca su “Copia”

A questo punto eToro si occuperà di replicare in tempo reale tutte le operazioni effettuate dai trader selezionati, permettendoci di guadagnare le stesse cifre, in rapporto al capitale investito, e di imparare a fare trading online guardando ciò che fanno i migliori trader del mondo.

Iscriviti gratuitamente su eToro qui

Trade.com

La seconda piattaforma che vogliamo analizzare è Trade.com, tra le più longeve sul mercato, vantando diversi anni nel settore, oltre ad essere conveniente e sicura, dato che ha tutte le regolamentazioni per operare in Europa.

La convenienza di Trade.com si vede dagli spread, che sono i più bassi sul mercato e permettono di avere un margine maggiore di guadagno per le operazioni effettuate in piattaforma.

I vantaggi però non sono finiti qui, Trade.com mette a disposizione a tutti gli iscritti in piattaforma un corso di trading completo che va dalle basi del trading online fino ai trucchi del mestiere. Solitamente questo tipo di corsi sono a pagamento ma Trade.com offre questo servizio gratuitamente a tutti i clienti.

Scarica il corso gratuito di Trade.com qui

Infine, su Trade.com possiamo prendere spunto per i nostri investimenti dal “Trend dei Trader”, ovvero un’analisi del mercato e dei movimenti dei trader professionisti e le loro intenzioni di investimento. In questo modo possiamo vedere come operano i trader e l’andamento del trend di mercato, investendo in maniera oculata.

Anche Trade.com offre la possibilità di aprire un conto Demo gratuito, con il quale esercitarci e prendere la mano prima di effettuare il deposito per operare con un conto reale.

Prova il conto Demo gratuito di Trade.com qui

Si possono comprare Bitcoin in contanti?

Abbiamo parlato delle alternative di comprare Bitcoin in banca, quindi abbiamo fornito tutti gli strumenti necessari per trovare il modo di investire in Bitcoin senza servirci di istituti bancari.

A volte ci viene chiesto se fosse possibile comprare Bitcoin in contanti, un’alternativa un po’ particolare ma possibile per certi versi. Infatti alcune aziende hanno messo a punto dei veri e propri bancomat dove è possibile comprare Bitcoin in contanti.

Il tasso di cambio è immediato ed a questo vengono sottratte le commissioni per il servizio, quindi i Bitcoin vengono trasferiti all’indirizzo del Wallet di chi ha depositato i contanti. Una delle aziende che offre questo tipo di servizio si chiama LocalBitcoins.

Le piattaforme che abbiamo analizzato tuttavia non permettono l’acquisto di Bitcoin in contanti ed in maniera anonima, questo avviene per tutelare la piattaforma stessa dalle frodi e gli utenti dalle truffe. Per registrare un conto reale è necessario verificare la propria identità.

Un altro modo per comprare Bitcoin in contanti è incontrarsi con chi possiede Bitcoin ed effettuare lo scambio mostrando l’indirizzo del Wallet. Purtroppo però questo non è un metodo sicuro e molta gente è stata truffata in questa maniera, meglio affidarsi a piattaforme sicure come eToro o Trade.com.

comprare bitcoin in banca

Conviene investire in Bitcoin?

Per prima cosa vediamo il grafico del prezzo di Bitcoin in tempo reale:

Abbiamo parlato molto di modi sicuri con i quali comprare Bitcoin, spesso le persone sono state vittima di truffe e per questo possono pensare che comprare Bitcoin non è una buona idea.

Bisogna stare sempre in allerta e diffidare da quelle persone che promettono soldi facili senza fare nulla, i soldi facili non esistono, nemmeno nel trading, serve tanto studio e dedizione per diventare bravi, il corso di Trade.com ci può venire in soccorso in tal senso.

Utilizzare le piattaforme corrette è sempre la maniera giusta per investire in Bitcoin ed in generale in qualsiasi altro asset.

Il Bitcoin ha visto un’ascesa imponente, fino a superare i 50.000 $ proprio in questi giorni, portando un grosso profitto a coloro che hanno investito nel momento giusto.

Ricordiamoci però che il Bitcoin non può salire all’infinito, ci sarà un momento nel quale scenderà ma questo non ci deve fare preoccupare perché infatti grazie ai contratti CFD possiamo anche vendere allo scoperto e quindi guadagnare anche se un asset scende di prezzo.

Sia eToro che Trade.com offrono le negoziazioni con i Contratti CFD, è possibile anche esercitarsi tramite i loro conti Demo in maniera gratuita ed illimitata.

Conclusioni

In questa guida abbiamo scoperto che comprare Bitcoin in banca in maniera diretta non è possibile, le banche sono istituti di credito solidi e sicuri ma non offrono questo tipo di asset, specialmente Bitcoin che è un loro diretto concorrente.

Abbiamo analizzato quindi quelle che sono le alternative sicure ed affidabili per comprare Bitcoin, tramite i Contratti CFD.

Prima di investire in Bitcoin però noi consigliamo sempre di testare le nostre capacità tramite il conto Demo offerto gratuitamente dalle piattaforme, così da non rischiare nulla e successivamente passare ad un conto reale quando ci sentiamo pronti.

Vi lasciamo i link ufficiali per accedere ai conti demo delle piattaforme:

Si possono comprare Bitcoin in banca?

Non è possibile comprare in maniera diretta Bitcoin tramite la banca.

Come comprare Bitcoin?

Esistono degli intermediari sicuri e regolamentati come per esempio eToro e Trade.com che offrono questo servizio.

Conviene comprare Bitcoin?

Se guardiamo il medio-lungo periodo è sicuramente un investimento da tenere in considerazione. Se il prezzo scende possiamo sempre vendere allo scoperto.

Comprare Bitcoin è sicuro?

Se ci affidiamo a piattaforme regolamentate e con relative licenze, come eToro, è totalmente sicuro comprare Bitcoin.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Andrea Strano

Lascia un Commento