Criptovalute

Ripple: che cos’è, come funziona e come investire [2020] Guida

Come investire sulla criptovaluta del Ripple oggi? Il token XRP (simbolo della criptovaluta di Ripple) è una delle “altcoin” (nickname per descrivere le criptovalute alternative al Bitcoin) considerata attualmente tra le più affidabili e redditizie. In questa mini-guida ci occuperemo di capire come comprare e, più in generale, come investire sul Ripple. Analizzeremo inoltre come funziona questa criptomoneta, quali sono i vantaggi, la quotazione ed il suo valore.

Durante la guida, daremo anche uno sguardo alle migliori piattaforme per investire sul Ripple in totale semplicità e senza il pagamento di commissioni. Possiamo preannunciare che una delle migliori soluzioni è la soluzione fornita da eToro (clicca qua per visitare il sito ufficiale). Si tratta di una piattaforma ideale per gli utenti alle prime armi grazie alla sua grande semplicità. eToro è inoltre totalmente gratuita, assolutamente sicura e con milioni di iscritti in tutta Europa. Per iscriverti gratuitamente su eToro, clicca qua.

Che cos’è Ripple

Ripple, simbolo XRP, è una criptovaluta nata nel 2012, e rappresenta la prima vera grande alternativa al Bitcoin ed Ethereum. Come numerose altre monete digitali della medesima categoria, anche la quotazione del Ripple si basa su una criptovaluta che “vive” su internet, è completamente digitale e non è presente quindi in quantità fisica.

Con il termine Ripple ci si riferisce al sistema di invio fondi in tempo reale, con XRP invece alla criptovaluta associata. Cerchiamo quindi di vedere insieme tutte le caratteristiche del Ripple, cercando di capire nel dettaglio XRP, analizzando approfonditamente cos’è e come funziona la criptovaluta Ripple e quali sono le principali differenze con il Bitcoin e l’Ethereum.

Il rally di Bitcoin, con conseguente grandissimo aumento della capitalizzazione di mercato, ha portato le altre criptovalute a riscuotere un grandissimo successo. Ethereum, Ripple e tutte le altri grandi criptovalute alternative hanno quindi avuto un grandissimo trampolino di lancio grazie alla crescente popolarità del Bitcoin.

Adesso tuttavia è in corso una vera e propria inversione di tendenza, in quanto quelli che erano “gli outsider” nelle criptovalute, stanno man mano erodendo quote di mercato al Bitcoin, considerato ormai come antiquato e privo di sviluppo da diversi anni.

La criptovaluta del Ripple venne presentata nel 2012, sulla base di un protocollo open source. Ripple garantisce la “sicurezza e transazioni internazionali di qualsiasi importo a basso costo”.

Banche che utilizzano la tecnologia di Ripple

Banche che utilizzano la tecnologia di Ripple

Già dal 2013, l’azienda ha ricevuto un grande interesse dalle banche, le quali iniziarono ad utilizzare in massa il suo sistema di pagamento. Dal 2018, oltre 100 banche si sono iscritte al network di Ripple, utilizzando i suoi servizi.

Ripple si basa su un registro delle transazioni unico distribuito, che contiene le informazioni su tutti i conti di Ripple. Il network è gestito da una rete di server indipendenti, che comparano e validano costantemente le transazioni avvenute.

I pagamenti effettuati con il Ripple sono irreversibili e non è presente la possibilità di effettuare un chargeback (termine tecnico per descrivere lo storno di addebito).

Investire sul Ripple

Sempre più utenti desiderano investire sul Ripple. Questa criptovaluta è infatti, assieme ad Ethereum e Bitcoin, una di quelle a maggior capitalizzazione e tra le più scambiate sui mercati finanziari.

Qual’è il modo migliore per investire in una criptovaluta come il Ripple? Chi ha guadagnato e chi guadagna tutt’oggi sul Ripple è in grado di farlo perché utilizza piattaforme autorizzate e regolamentate. Questo è uno degli aspetti più importanti per avere successo nel settore delle criptovalute.

Online sono infatti presenti molte truffe, che promettono di guadagnare dal giorno alla notte migliaia e migliaia di euro con la criptovaluta del Ripple, Bitcoin, Ethereum e così via, ma che poi non funzionano e sottraggono i sudati risparmi degli utenti che cadono nella trappola. Esistono anche numerosi exchange che consentono di comprare Ripple. Anche sistemi come questi tuttavia, non funzionano assolutamente. In quanto oltre ad avere delle commissioni sull’eseguito molto alte, non risultano essere autorizzati e regolamentati.

Chi ha acquistato il Ripple utilizzando questi sistemi, molto spesso non è riuscito a guadagnare oppure è caduto nella trappola dei numerosi truffatori, i quali operano dai Paradisi Fiscali e non sono quindi in grado di garantire affidabilità.

La soluzione migliore per investire con successo ed assoluta sicurezza sul mercato del Ripple è quello di utilizzare piattaforme fornite da società d’investimento regolamentate ed utilizzate. Si tratta di soluzioni che rispettano le direttive europee e proteggono i fondi dei clienti. Oltre a questo, sono continuamente sottoposte a controllo da parte delle autorità presenti sul territorio. In Europa, una delle organizzazioni di controllo presenti sul territorio è la CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission). In Italia è presente la CONSOB, l’authority di controllo del mercato mobiliare italiano.

Piattaforme di questo tipo, regolamentate ed autorizzate (e quindi completamente sicure) sono attive da diversi anni e consentono di operare su numerose criptovalute, ma anche sui titolo azionari, coppie di valute forex, azioni, materie prime, indici, ETF e molto altro ancora.

Acquistare la criptovaluta del Ripple utilizzando soluzioni di questo tipo significa prima di tutto avere la massima sicurezza per i propri risparmi. Tutte le piattaforme regolamentate devono infatti rispettare una serie di direttive europee tra cui troviamo anche la protezione sui depositi fino a 20 mila euro, la legge contro il riciclaggio di denaro, l’adeguata verifica della clientela ed numerose altre direttive che garantiscono la sicurezza totale per i depositi effettuati sulla piattaforma.

Acquistare Ripple, ma anche qualsiasi altra tipologia di criptovaluta, consente agli investitori di avere la sicurezza più totale. Praticamente, è come se si acquistasse il Ripple con la medesima sicurezza di una banca.

I risultati ottenuti da chi utilizza queste piattaforme d’investimento per comprare o vendere il Ripple è la dimostrazione che i risultati ottenuti sono sempre molto buoni.

Attenzione: utilizzare una piattaforma seria ed affidabile spesso non è sufficiente. È prima di tutto necessario molto studio ed impegno per ottenere i risultati migliori con il Bitcoin.

Migliori piattaforme per investire su Ripple XRP

La tipologia di piattaforme di cui stiamo parlando sono quelle che potrai consultare tra qualche rigo. Si tratta di società che consentono di investire su Ripple con basse commissioni, con tutta la sicurezza di una piattaforma autorizzata e regolamentata.

Stiamo parlando tratta delle piattaforme di eToro, XTB e ForexTB . Vediamo insieme le rispettive offerte di queste società, una per una.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 1€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Investire sul Ripple con eToro

    La piattaforma d’investimenti eToro (clicca qua per visitare il sito ufficiale) è considerata la preferita dagli utenti alle prime armi che desiderano investire sul Bitcoin con zero commissioni. eToro è infatti strutturata con la semplicità in mente. Non sono presenti difficoltà di alcun tipo. L’interfaccia è pulita ed intuitiva e gli utenti possono scegliere se iniziare con una piattaforma reale oppure virtuale, completamente gratuita.

    Una delle funzionalità in assoluto più importanti di eToro, molto amata dagli utenti e che ha consentito a questa piattaforma di ottenere oltre 10 milioni di iscritti, è il sistema che permette di replicare in automatico ed itempo reale le mosse degli utenti più profittevoli registrati sulla piattaforma.

    Questa tecnologia porta il nome di CopyTrading e consente agli utenti di trovare, attraverso un motore di ricerca interno oppure un sistema di filtri e classifiche, i migliori investitori che hanno ottenuto i guadagni più alti.

    Questi investitori professionisti sono anche chiamati come “Popular Investor“. Il loro profilo contiene tutte le informazioni sulla loro strategia (rischio, mercati e molto altro ancora) e sui rendimenti ottenuti in passato.

    Sono presenti moltissimi investitori che investono ed ottengono prestazioni molto interessanti sul Ripple ed altre criptovalute. Per visualizzarli è sufficiente selezionare Mercati > Cripto nel menu a tendina della ricerca.

    Questa tecnologia consente agli utenti senza esperienza (oppure coloro che non hanno tempo/voglia di investire manualmente) di ottenere due vantaggi: ottenere risultati eccellenti fin dal primo giorno ed al tempo stesso imparare i trucchi del mestiere osservando le mosse dei migliori.

    Per ottenere un conto gratuito su eToro, clicca qua.

    Investire sul Ripple con XTB

    La piattaforma di XTB (clicca qua per visitare il sito ufficiale) è estremamente intuitiva e semplice da utilizzare. Questa società venne fondata nel 2002 in Polonia, ed è assolutamente sicura: XTB è autorizzata CONSOB e regolamentata CySEC (n. di regolamentazione 169/12).

    Con la piattaforma di XTB è possibile investire sul Ripple senza commissioni e con spread bassi e fissi. Inoltre, segnaliamo la disponibilità di un conto di trading online virtuale totalmente gratuito, ideale per gli utenti alle prime armi.

    XTB è una piattaforma molto amata dagli utenti per tutta una serie di vantaggi che nessun altro broker di trading può vantare. Ogni nuovo utente registrato su XTB riceve gratis l’aiuto telefonico di un professionista degli investimenti sulle criptovalute. L’esperto di XTB è una figura professionale, la quale aiuta l’utente a muovere i primi passi ed ottenere fin da subito ottimi risultati.

    L’altro vantaggio di XTB sono i costi di trading: è possibile operare sul Ripple senza commissioni ed iniziare ad investire con un conto reale partendo da un deposito di solo 1 euro. Per ricevere un conto gratuito (reale partendo da un deposito di solo 1 euro oppure virtuale) con XTB, clicca qua.

    Investire sul Ripple con ForexTB

    La piattaforma messa a disposizione dalla società di ForexTB è considerata una delle più intuitive e semplici da utilizzare per operare online. Si tratta anche di una soluzione ideale per scoprire che cos’è e come funziona il Ripple e le altre tipologie d’investimenti. Tutti gli utenti iscritti ottengono l’aiuto di un esperto degli investimenti in criptovalute.

    L’esperto di ForexTB è un professionista con anni d’esperienza nel settore delle criptovalute. Si tratta di una figura che fornisce consigli ed indicazioni per operare su questa criptovaluta senza errori.

    I vantaggi della piattaforma di ForexTB non finiscono qui. Questo broker mette anche a disposizione un ebook di trading, che va dritto al punto e spiega come si investe sul Bitcoin e sugli altri mercati finanziari. Quello fornito da ForexTB è uno dei migliori ebook nel settore degli investimenti per diversi motivi. Prima di tutto è completamente gratuito (molti altri ebook possono costare svariate centinaia di euro) ed inoltre è facile da seguire in quanto si basa sulla pratica e non fa utilizzo di termini difficili da capire. Per ottenere gratuitamente la guida agli investimenti di ForexTB, clicca qua.

    La guida gratuita di ForexTB ha avuto un ottimo riscontro nel settore dei mercati finanziari: oltre 10 mila download in poco meno di qualche settimana. Gli utenti apprezzano in particolar modo la semplicità con la quale sono illustrati gli esempi per l’operatività.

    La piattaforma di ForexTB è gratuita, senza commissioni. Per gli utenti senza esperienza, che desiderano accumularne il più possibile prima di investire in modalità reale, segnaliamo la disponibilità di un conto di trading demo totalmente gratuito ed illimitato.

    In questo modo è possibile imparare come funziona l’investimento in Ripple senza alcun rischio grazie ad una piattaforma virtuale, senza il rischio di commettere errori. Una volta che si avrà appreso le basi (anche grazie alla guida) sarà possibile investire iniziando con denaro reale.

    Per ottenere un conto gratuito su ForexTB, clicca qua.

    Ripple: la storia e le origini

    "<yoastmark

    Il Ripple è una criptomoneta non presente in forma cartacea, ma bensì basata completamente su internet.

    Ripple venne ideato da Jed McCaleb e sviluppato da Arthur Britto e David Schwartz. I due hanno poi collaborato con Ryan Fugger, il quale aveva presentato nel 2005 un servizio finanziario per fornire opzioni di pagamento sicure ai membri di una comunità online attraverso una rete globale. Fugger aveva sviluppato un sistema chiamato OpenCoin, che avrebbe servito poi come le fondamenta per lo sviluppo del Ripple.

    La società ha inoltre progettato la propria forma di valuta digitale denominata XRP in un modo simile al bitcoin, utilizzando il token per consentire agli istituti finanziari di trasferire denaro con commissioni e bassi tempi d’attesa.

    Lo scopo principale di Ripple, era quello di risolvere una volta gli svantaggi che erano sorti con l’utilizzo del Bitcoin. Quindi l’intuizione degli inventori di Ripple era quella di cercare prima di tutto di abbassare le commissioni per le transazioni di criptovaluta.

    Dal 2013, il protocollo di Ripple fu adottato da un numero crescente di istituzioni finanziarie per “offrire” un’opzione di rimborso alternativo ai consumatori. Ripple consente il pagamento per i clienti retail, le società e altre banche.

    L’inventore di Ripple ha affermato che “Ripple semplifica il processo [di scambio] creando trasferimenti point-to-point trasparenti, in cui le banche non devono pagare le tasse bancarie.

    Ripple è quindi qualcosa di più di una semplice alternativa al Bitcoin, ma una criptovaluta molto orientata al sistema bancario.

    Ripple [XRP]: come funziona?

    In maniera simile alla rete Bitcoin, la Rete di Ripple si basa su di una piattaforma di trading open source. Si tratta dunque di una rete che è liberamente modificabile dai suoi creatori, secondo i limiti stabiliti dalle regole del network di questa criptovaluta.

    La caratteristica principale della rete Ripple è la presenza di registri di transazioni denominati “Ledger” che consentono di effettuare un monitoraggio di tutte le transazioni in maniera estremamente veloce.

    Una delle caratteristiche fondamentali della rete Ripple è anche la possibilità di trasferire i fondi all’interno della rete senza alcuna continuità di forma. È possibile dunque trasferire i propri dollari per inviarli ad un proprio amico che vuole ricevere euro. Penserà a tutto la rete Ripple.

    La Rete Ripple è essenzialmente composta da 3 parti:

    • Un network di pagamenti
    • Una borsa
    • La Valuta Ripple (XRP)

    È possibile considerare la rete Ripple come una versione più moderna dell’attuale sistema di banche ed intermediari finanziari, in quanto gran parte del sistema Ripple si basa essenzialmente sulla fiducia.

    Essenzialmente Ripple funziona come un sistema bancario “medioevale”. Si tratta di un sistema per trasmettere denaro senza essenzialmente muoverlo.

    Questo viene ottenuto essenzialmente fornendo l’aspetto di un pagamento istantaneo tra posizioni separate; per esempio, inviare denaro tra città o paesi diversi. Per spiegare come funziona Ripple, è necessario tornare alle basi:

    Come Funziona Ripple

    Come Funziona Ripple

    Mettiamo caso che Andrea voglia inviare del denaro ad Elisabetta:

    Andrea va al suo agente locale e gli dà un pò di soldi e una password, che lui ed Elisabetta condividono.
    L’agente telefona all’agente locale di Elisabetta e gli dice di rilasciare fondi a qualcuno che può fornire la password richiesta.
    Beth va dal suo agente, gli fornisce la password e riceve del denaro. Le commissioni possono essere richieste da uno o entrambi gli agenti.

    Adesso è stato trasferito del denaro tra Andrea ed Elisabetta, ma i fondi fisici non si sono realmente mossi. Adesso siamo praticamente nella situazione dove l’agente di Alex deve dei soldi all’agente di Elisabetta.

    I due agenti possono quindi decidere di saldare il debito in un secondo momento, oppure attendere che i due invertano le transazioni se altri clienti vogliono inviare il denaro nella direzione opposta.

    Tornando al discorso precedente all’esempio, in una situazione come questa ci sono ben tre relazioni di fiducia:

    1. Alex deve fidarsi che il suo agente faccia la cosa giusta, dato che è lui che “muove” i soldi;
    2. Elisabetta deve fidarsi che il agente faccia la cosa giusta, in quanto è lei che sta aspettando i soldi;
    3. Gli agenti devono fidarsi l’uno con l’altro per il pagamento del debito IOU (I owe you, “ti devo”) – documento informale che attesta un debito).

    Ovviamente l’esempio dell’agente è facilmente assimilabile nella realtà ad un sito internet oppure un negozio, in quanto gli IOU vengono comunicati elettronicamente.

    Il modo in cui funziona Ripple è quindi estremamente semplice: Andrea si collega all’interno del suo gateway Ripple, deposita soldi e richiede al gateway di inviare fondi ad Elisabetta tramite il gateway. Successivamente poi Elisabetta procederà con il ritirare i fondi.

    Tuttavia Ripple può funzionare non solo con il denaro contante, ma anche per l’Oro fisico. Questo significa che fino a che entrambi i gateway saranno disposti ad accettare e distribuire il metallo prezioso e avranno una relazione di fiducia che prevede IOU dell’oro (a differenza degli IOU di denaro contante nel primo esempio), la rete funzionerà ancora con gli stessi principi e sarà dunque possibile trasmettere oro all’interno del network. È possibile dunque inviare e ricevere qualsiasi altra cosa al posto di oro e dollari, come fiori, birra, vino e molte altre cose ancora. Con Ripple è essenzialmente possibile trasferire qualsiasi cosa.

    Se il gateway prevede la conversione dei beni, è possibile anche scambiare oro per dollari, o fiori per birra. Di tutto un pò.

    Ripple: differenze con il Bitcoin

    Ripple e Bitcoin sono quindi due criptovalute estremamente diverse. Prima di tutto il Bitcoin è soltanto una valuta, mentre il Ripple è una rete molto più complessa dove questa criptovaluta viene utilizzata.

    Ripple è inoltre una criptovaluta estremamente più veloce, richiede infatti soltanto 2-3 secondi per inviare e ricevere il denaro, mentre con il Bitcoin sono necessari minuti, ore oppure molto di più a causa della saturazione del network negli ultimi mesi.

    Si tratta di due criptovalute che raggiungono in modalità diverse il consensus, e quindi le operazioni per ottenere la totale sicurezza della transazioni sono totalmente diverse.

    Come abbiamo già affermato precedentemente, con il Ripple è possibile tracciare essenzialmente qualsiasi valuta, mentre con il Bitcoin è possibile soltanto tracciare il BTC.

    Inoltre è presente anche una profonda differenza sull’offerta della valuta: se da un lato il tetto massimo di Bitcoin è fissato a 21 milioni, quello di Ripple è a quota 100 miliardi.

    Vantaggi e Svantaggi Ripple vs Bitcoin

    Ripple è quindi migliore di Bitcoin? Questo non possiamo dirlo, ma possiamo sicuramente dire che apprezziamo il fatto che su Ripple inviare denaro è estremamente veloce. La possibilità inoltre di tracciare qualsiasi valuta è sicuramente uno dei motivi che stanno portando sempre più persone ad utilizzare il Ripple.

    Gli esperti di criptovalute affermano tuttavia che il più grande svantaggio del Ripple è la mancanza di transazioni libere. Ripple è infatti un sistema centralizzato che si basa essenzialmente sulla fiducia. Si tratta quindi di un sistema totalmente opposto a quello del Bitcoin. Attualmente infatti, il Ripple deve gran parte della sua fama al grande interesse da parte delle banche.

    Ripple Prezzo e Quotazione

    Ripple Prezzo Quotazione

    Ripple Prezzo Quotazione

    Il prezzo di Ripple è aumentato enormemente nel 2017, superando il livello di 0.05 e spingendosi ben oltre gli 0.20 centesimi di dollaro per XRP.

    Secondo gli analisti tuttavia, questo grande rally di Ripple è dovuto al supporto delle numerose banche che stanno investendo in questa criptovaluta e che ha contribuito enormemente nel recente rally di prezzo.

    I grandi investitori stanno infatti scommettendo sul fatto che il Ripple possa dare forza ai trasferimenti di denaro internazionali tra banche e tra i consumatori e le banche nel futuro. L’invio e ricezione di pagamenti è un mercato da 500 miliardi di dollari all’anno e Ripple sta stringendo molti accordi di partnership con le grandi banche.

    Con eToro (clicca qui per aprire un conto gratuito) è possibile fare trading con il Ripple, in quanto non sono presenti costi di trading, in quanto le commissioni sono a zero. Tramite eToro, piattaforma di trading regolamentata, è possibile dunque acquistare e vendere Ripple.

    Per iscriverti gratis a eToro, clicca qui.

    Considerazioni finali

    Ripple è tra le migliori criptovalute dove investire oggi. Questo token è più riuscito a garantire grandi soddisfazioni agli investitori durante gli ultimi anni. Per investire su questa criptovaluta ed ottenere risultati positivi è tuttavia necessario evitare di fidarsi delle promesse dei guadagni facili fatte dai truffatori. Per ottenere il massimo dal Ripple è assolutamente necessario rivolgersi ad una soluzione d’investimento che sia autorizzata e regolamentata. Inoltre, per ottimizzare i profitti è importante anche accertarsi che i costi di trading siano ragionevoli.

    Come è possibile investire in Ripple? Acquistare Ripple potrebbe verificarsi un’operazione alquanto difficile, in quanto gran parte dei siti internet che consentono di acquistare criptovalute si sono rivelate una truffa.

    La storia del Ripple è purtroppo contornata da svariate truffe negli anni. Durante la mini-guida abbiamo visto l’importanza di affidarsi a piattaforme di trading online regolamentate ed affidabili per investire in Ripple. È necessario dunque scegliere piattaforme di trading online sicure, che abbiano come minimo il sigillo di regolamentazione della CySEC oppure l’autorizzazione dell’ente di controllo mobiliare CONSOB.

    Durante la guida abbiamo visto che una delle migliori piattaforme in assoluto per investire sul Ripple, sia quella di eToro. Si tratta di una soluzione di trading totalmente gratuita, che non ha alcun tipo di costo sulle operazioni eseguite e non ha commissioni nascoste. Tutte le persone registrate hanno accesso gratuito ed illimitato non solo alla piattaforma reale, ma anche a quella virtuale. Con quest’ultima è è possibile iniziare ad imparare il trading senza rischi. Per iscriverti gratuitamente a eToro, clicca qui.

    Ecco il riassunto delle migliori piattaforme di trading CFD per investire con Ripple:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 1€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Andrea Motta

    Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.