Investimenti

Il prelievo Plus500: come funziona

Pubblicato: 19 Settembre 2022 di Andrea Motta

In questo articolo ci occuperemo del prelievo Plus500: come funziona? Sono diversi i criteri di valutazione che inducono un trader a selezionare l’intermediario con il quale aprire un conto di trading online. Uno dei fattori da valutare è legato alle modalità di prelievo. Si tratta di un aspetto importante da tenere in considerazione quando si sceglie il broker su cui registrarsi per aprire un conto di trading.

La funzionalità e l’efficienza di una piattaforma si misura in relazione alle prestazioni nelle singole operazioni, dai tempi di deposito alla tempistica di prelievo alla velocità di immissione di un ordine, alla stabilità del sistema operativo, alla praticità di utilizzo, all’esperienza di navigazione che deve essere ottimale da qualsiasi dispositivo si accede.

Clicca qui per iscriverti su Plus500

77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro

Prelevare su Plus500

Prelevare Plus500

Prelevare Plus500

Il prelievo con Plus500 (servizio CFD) è gestito in modo efficiente e rapido. Anche su questo punto la valutazione è eccellente in linea con un top broker. Mediante la piattaforma di Plus500 è possibile fare trading su mercati differenti dal Forex alle materie prime, dagli indici alle azioni. E’ un broker efficiente, versatile, dove la sicurezza e l’esperienza utente è una delle priorità.

Il momento in cui avviene il prelievo fa la differenza. Quando l’investitore vuole prelevare le somme maturate deve essere messo in condizione di farlo in modo rapido e senza complicazioni di alcun genere.

L’ordine di prelievo innesca il processo di trasferimento dell’ammontare conteggiato sull’account di trading verso un conto nella disponibilità del trader che da esso può disporne per contanti o per spenderli.

I tempi di prelievo garantiti da Plus500 sono rapidissimi, di solito può bastare un solo giorno lavorativo per elaborare il pagamento. Poi incidono i tempi di lavorazione della propria banca che di solito sono rapidi, certamente meno lunghi rispetto al passato.

Altri broker non vantano gli stessi standard di qualità e di eccellenza dei servizi di Plus500. Anzi. Ci sono intermediari che all’atto del prelievo adducono motivazioni a volte inverosimili per ritardare le operazioni. Bisogna prestare molta attenzione. Ci sono anche broker non autorizzati dalle autorità di vigilanza. In questi casi si corre il rischio che l’operazione di prelievo non vada a buon fine. Purtroppo ci sono piattaforme dubbie che alla fine fanno perdere le somme investite. Ecco perché bisogna affidarsi solo a broker autorizzati ed efficienti di pari livello di Plus500.

Per procedere con l’apertura di un conto personale con il broker Plus500 collegati da qui e segui la procedura di registrazione.

Apri un conto di trading su Plus500, clicca qua >> 

Plus500: tutto ciò che c’è da sapere

Conosciamo meglio Plus500. La compagnia è focalizzata sui Contratti per Differenza. Il trader può registrarsi e attivare un conto demo basato su soldi virtuali oppure un conto reale, per iniziare subito ad operare.

I trader in erba possono iniziare con un conto dimostrativo per testare in modo pratico quanto studiato attraverso il corso e il materiale didattico messo a disposizione dal broker. Il suggerimento è di fare durare questo test non a lungo. 

Una volta effettuata la registrazione del conto non rimane che operare. E’ necessario disporre dei fondi da investire e quindi si deve fare un deposito sul conto di Plus500. Le somme non vanno in alcun modo ad essere intaccate dal broker. Il conto è una sorta di parcheggio. Le chiavi sono detenute solo dal trader. I soldi servono soltanto per i trade.

L’investitore a sua discrezione può sempre richiedere il prelievo della somma presente sull’account. Il trader immette l’ordine di prelievo e così parte il trasferimento al conto indicato. Non esistono vincoli o lungaggini ma solo degli adempimenti legati alle vigenti normative in ambito finanziario.

Apri un conto demo su Plus500, clicca qua >>

Tassazione

Va fatta una precisazione importante. Quanto viene prelevato non è al netto delle tasse dal momento che i broker e quindi anche Plus500 non sono un sostituto di imposta. Spetta all’investitore pagare le tasse. Il pagamento avviene in dichiarazione dei redditi. L’attuale aliquota è pari al 26%.

E’ dovere morale e legale del trader dichiarare i guadagni e pagare le tasse. Ciascuno a suo rischio e pericolo è legittimato a seguire le norme di legge o ad eluderle. Molti confidano sulla difficoltà di individuare queste somme ed evadono…in modo scorretto. Se proprio si vuole risparmiare la strada c’è. Si individua un Paese dove la tassazione è più favorevole e ci si trasferisce.

Plus500: metodi di prelievo e paypal

Per prelevare su Plus500 va indicato il conto dove si vuole ricevere l’accredito: un conto corrente. In alternativa va bene anche una carta di credito o un conto virtuale come Skrill o Paypal. Per ogni genere di dubbio o quesito è sufficiente rivolgersi al servizio clienti di Plus500. Si avranno risposte esaustive avendo modo di parlare con persone qualificate e molto gentili. Il contatto può avvenire per chat, email.

Il conto Paypal è sempre più diffuso. Non tutti i broker però si sono adeguati. Plus500 è sempre un passo avanti. Paypal è uno strumento molto comodo soprattutto per i trader alle prime esperienze i cui flussi di cassa sono ridotti.

Plus500: le opinioni dei trader

I commenti sono tutti positivi. Difficile. Anzi rarissimo trovare un trader scontento del servizio  e delle performance di Plus500. Questa compagnia scommette tantissimo sulla soddisfazione degli investitori. Le opinioni su Plus500 sono tutte di persone soddisfatte dalla facilità di uso della piattaforma. Prelevare con Plus500 è semplice e veloce. La maggioranza dei trader consiglia di scegliere Plus500.

Apri un conto di trading su Plus500, clicca qua >>

Prelievo Plus500: considerazioni finali

Plus500 è un broker globale CFD che offre il trading su materie prime, forex, criptovalute, azioni e molto altro ancora. Il broker è quotato alla Borsa di Londra e venne fondato nel 2008 in Israele. È regolato da diverse autorità finanziarie internazionali, comprese quelle di alto livello come CySEC (#250/14).

Plus500 ha una piattaforma di trading semplice e facile da usare, con una piattaforma mobile particolarmente ben progettata. Il processo di apertura dell’account è completamente digitale e senza interruzioni. Le commissioni di negoziazione sono basse. Durante l’articolo abbiamo visto nel dettaglio come sia facile prelevare e depositare su questa piattaforma. Clicca qua per ottenere un conto ed iniziare oggi ad operare.

77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro

Prelievo su Plus500: domande frequenti

Qui di seguito puoi trovare le domande più comuni degli utenti circa il Prelievo su Plus500.

A chi è consigliato Plus500

Consigliato per i trader esperti che cercano una piattaforma facile da usare e un’ottima esperienza utente.

Si può prelevare con Postepay?

Sì, purché sia stata utilizzata per effettuare il primo deposito.

Plus500 truffa?

Plus500 è una società regolamentata Cyprus Securities and Exchange Commission (meglio conosciuta come CySEC), Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito e la Australian Securities and Investments Commission (ASIC).

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Andrea Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.