Main Street

CySEC contro gli affiliati: i broker dovranno controllarli

Nuovo terremoto in casa CySEC, e questa volta è un terremoto destinato a scuotere le migliaia di siti internet di affiliati “furbetti”. Stiamo parlando di tutti quei siti internet affiliati che non rispetto la legge CySEC, proponendo landing page e contenuti fuorvianti. I broker dovranno oggi monitorare e riferire il nome ed il cognome dei proprietari dei siti internet.

Tramite una nota da parte dell’autorità per la regolamentazione dei mercati finanziari di Cipro, la CySEC ha affermato che i broker dovranno garantire che i propri affiliati (i partner) dovranno assolutamente utilizzare delle strategie di marketing appropriate e quindi affidabili, in modo da poter raggiungere il cliente finale nel migliore dei modi.

CySEC contro affiliati ed il loro marketing “ai limiti”

Attraverso un comunicato stampa, la CySEC ha affermato che i servizi di intermediazione regolamentati presso la CySEC dovranno utilizzare strategie di marketing non aggressive.

È stato sottolineato che la due diligence da parte del broker dovrà assolutamente includere l’identità di chi è dietro il sito internet affiliato.

La CySEC ha inoltre in mente di aggiornare il sito internet ufficiale con un elenco di affiliati “non affidabili” che hanno avuto una cattiva condotta e non rispettano le linee guida. L’elenco in questione fornirà quindi trasparenza per i broker, che potranno subito capire quali sono i siti dove è meglio evitare di fare business tramite affiliazione.

I broker dovranno fornire info sugli affiliati

Ha fatto scalpore anche la decisione della CySEC, che ha affermato che i broker dovranno essere obbligati a controllare i propri partner, proprio come se “delle estensioni” del broker. Inoltre il marketing che viene utilizzato dagli affiliati deve essere assolutamente conforme con le normative della CySEC.

I broker devono essere inoltre assolutamente incoraggiati per utilizzare strumenti di marketing che consentano di monitorare tutte le azioni fatte dai siti internet affiliati. Nel caso in cui venga individuato un partner che non rispetta le regolamentazioni CySEC, il broker dovrà istantaneamente terminare qualsiasi collaborazione. Il broker dovrà inoltre dichiarare l’avvenimento sul sito internet, riportando successivamente alla CySEC anche l’identità del proprietario del sito affiliato.

La CySEC inoltre dovrà assolutamente tenere aggiornato tutto l’elenco dei siti internet affiliati che non rispettano le regolamentazioni CySEC.

CySEC sempre più severa

Si tratta di un terremoto che rischia di mettere in grave difficoltà sia i broker che gli affiliati. La CySEC non è nuova a rivoluzioni di questo tipo (ricordiamo le regolamentazioni molto recenti sul limite della Leva Finanziaria disponibile e sull’erogazione dei bonus).

Inoltre, qualche mese fa, la CySEC ha compiuto un nuovo importante passo nel tentativo di innalzare il livello di controllo delle aziende che forniscono servizi finanziari che operavano sotto il sigillo della CySEC. La CySEC infatti decise di chiudere tutti i call center dei broker Forex e CFD che avevano sede al di fuori dell’Unione Europea.

La CySEC sta dimostrando quindi di essere sempre più dura, sia sulle richieste ai broker che adesso nei limiti agli affiliati.

Sull'autore

Alessia Toffanin

Laureata in economia e commercio. Sono appassionata di trading online dal 2005. Mi occupo di notizie riguardanti finanza, economia e trading online.

Lascia un Commento