Mercati

EUR/USD Analisi 18 Luglio 2017: di nuovo sopra 1.15

La coppia EUR/USD ha continuato il movimento rialzista oltre il livello di 1,15$ durante la scorsa sessione, arrivando dunque a toccare un nuovo tetto massimo di 1,1539. Stiamo parlando dei massimi livelli rispetto al maggio scorso.

L’altissima accelerazione verso l’alto è stata facilitata da Donald Trump, che sembra essere nuovamente in difficoltà con la riforma sanitaria, che non sta trovando l’appoggio di alcuni membri.

Il Dollaro USA è dunque sceso di valore dopo queste numerose preoccupazioni sulle politiche fiscali dell’amministrazione Trump.

EUR/USD: la direzione è quindi rialzista?

L’obiettivo di eliminare ObamaCare da parte di Trump e i dubbi e paure per quanto riguarda le riforme fiscali, sembra aver fatto iniziare una vera e propria vendita allo scoperto di massa sul Dollaro USA. Molte persone stanno quindi investendo in direzione opposta sul Dollaro USA. Sembra quindi essere arrivata a conclusione le “Trump Trade” nel forex: la scommessa si rialzo sul dollaro sembra quindi essersi esaurita dopo l’euforia iniziale.

La debolezza del Dollaro USA quindi continua, dopo i dati fondamentali che hanno portato le aspettative di un possibile innalzamento del tasso d’interesse da parte della Fed entro la fine del 2017.

Durante la sessione attuale, il momento rialzista della coppia EUR/USD potrebbe continuare a procedere regolarmente in attesa della prossima reunion da parte della Banca Centrale Europea.

La rottura della resistenza posta a 1,15 necessiterà di una conferma della chiusura della candela, che dovrà necessariamente terminare la sessione attuale al di sopra di tale livello.

Le notizie fondamentali da parte della Banca Centrale Europea, come ad esempio la decisione sui tassi d’interesse e la conferenza stampa seguente, saranno cruciali per capire la direzione futura di questo mercato finanziario.

Il Dollaro continua a scendere

Il Dollaro USA ha quindi continuato a scendere contro gran parte delle altre valute. L’Empire State Manufacturing Index ha riportato dei risultati negativi durante la sessione di ieri.

Un rapporto sull’indice del mercato immobiliare verrà rilasciato più tardi durante la giornata di oggi, e domani saranno pubblicati altri dati sul settore immobiliare. Va sottolineato inoltre che i tre principali indici di Wall Street sono stati positivi durante tutto il mese scorso.

Yen al rialzo

I trader giapponesi sono tornati oggi all’interno del mercato e hanno prontamente venduto gli indici Nikkei e Topix. Lo Yen è aumentato rispetto al Dollaro Usa e il livello di 112,00 è in fase di test. Una valuta giapponese più forte non aiuterà l’economia giapponese, e questo ha probabilmente creato cautela all’interno dei mercati azionari. Altri scambi azionari asiatici hanno anche portato posizioni al ribasso sul mercato.

Il mercato dell’Oro è in fermento

L’oro ha vissuto un solido aumento di valore nelle due ultime sessioni di negoziazione, in quanto un Dollaro Usa più debole ha aiutato la domanda. Il metallo prezioso è vicino a 1236,00 dollari l’oncia. Gli acquirenti sembra che stiano guadagnando fiducia nell’oro, tuttavia il suo range nelle due settimane precedenti evidenzia che i commercianti devono rimanere attenti per i declini improvvisi.

 

Sull'autore

Andrea Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.

Lascia un Commento