Investimenti

Exmo Exchange è affidabile? [Opinioni e recensioni 2021]

Pubblicato: 14 Aprile 2021 di Francesco

Quando si sente parlare di negoziazioni online e di acquisti di criptovalute, uno dei primi concetti a venire in mente è sicuramente quello degli exchange. Si tratta semplicemente di piattaforme di scambio, che permettono di convertire valuta Fiat (come ad esempio euro o dollaro, contro strumenti crittografici, come ad esempio Bitcoin). Uno fra i tanti, prende il nome di Exmo.

Si tratta di un operatore online, nato e presente ormai da molti anni, che ha iniziato lentamente a generare interesse sul mercato. Ricordando come lo stesso settore possa ad oggi considerarsi uno dei più delicati, la scelta in merito al migliore intermediario rappresenta un processo da svolgere con attenzione.

Nel corso del nostro approfondimento scopriremo nel dettaglio le principali caratteristiche di Exmo Exchange, soffermandoci nel dettaglio su alcuni punti chiave:

  • Storia e nascita di Exmo
  • Principali funzionalità presenti al suo interno
  • Opinioni e recensioni su Exmo attinenti le stesse funzionalità proposte

In aggiunta a ciò, ricorderemo come il mercato crittografico conti ad oggi numerosi sistemi per poter puntare sui propri strumenti crittografici di interesse. Fra questi è possibile citare i migliori broker di CFD, come ad esempio eToro.

Qui in basso ulteriori piattaforme professionali, ma soprattutto in possesso delle dovute regolamentazioni:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Exmo Cos’è

    Exmo viene ad oggi considerato una delle tante scelte di scambio online presenti sul mercato. La sua fondazione ufficiale risale al 2014, quando per la prima volta le sue funzionalità entrarono a pieno regime, permettendo a migliaia di utenti di poter convertire valute correnti con criptovalute.

    Uno dei principali obiettivi della piattaforma, era quello di proporre servizi semplificati, ma soprattutto rapidi, in modo da avvicinare nuovi utenti al mondo delle criptovalute. Le stesse idee, alla base del proprio modello di business, le permisero di aumentare la propria quota di mercato.

    Ad oggi viene infatti conosciuto come uno degli scambiatori più utilizzati online e diretto competitors di altri exchange rinomati quali Binance, Coinbase, Huobi e molti altri. Nel corso degli anni ha implementato nuovi servizi, ormai presenti all’interno di quasi tutte le piattaforme di scambio.

    La sede di Exmo è sita nel Regno Unito, precisamente a Londra, ma la compagnia ha all’attivo numerosi uffici strategicamente dislocati in tutto il mondo, come ad esempio Istanbul, Mosca e molto altro. La piattaforma conta ad oggi migliaia di utenti registrati e numerosi servizi integrativi.

    Quanto alla squadra di sviluppo, ricordiamo Ivan Petuhovskii e Edward Bark, entrambi professionisti del settore ed appassionati di criptovalute e di ecosistemi crittografici. Hanno entrambi voluto strutturare un progetto che potesse garantire un’esperienza completa agli utenti, associata tuttavia alle tipiche caratteristiche presenti su ogni exchange.

    Exmo Come funziona

    Come esposto in precedenza, il business principale di Exmo attiene la possibilità di poter convertire monete reali in criptovalute (come ad esempio Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash e quant’altro) attraverso una piattaforma online.

    Le funzioni principali attengono da una parte la modalità Exchange e dall’altra la modalità Traders. Ma come funziona Exmo? A seguire alcuni punti chiave:

    • Gli utenti hanno la possibilità di registrarsi all’interno della pagina ufficiale, seguendo la tipica procedura di iscrizione ed inserimento dati. La creazione di un unico account permette di poter utilizzare la funzione “Traders” e la funzione “Exchange”.
    • Per utilizzare ogni funzionalità a pieno, gli utenti, all’interno dello stesso processo di registrazione, devono portare a compimento la procedura di riconoscimento sull’identità KYC (ossia Know Your Customer).
    • Una volta creato l’account, è possibile finanziare il proprio profilo utilizzando i diversi sistemi di pagamento messi a disposizione (carte di debito, Ok Pay, Payza e molto altro).

    La modalità Exchange permette a questo punto di accedere a diverse valute Fiat ed a molteplici criptovalute. Lo scambio può quindi avvenire in modo diretto, inviando successivamente le criptovalute acquisite all’interno del wallet integrato.

    Quanto alla modalità Traders, permette di selezionare all’interno della modalità “Commercio” le sezioni di Asta ed Asta veloce. Danno la possibilità di negoziare su assets crittografici, potendo visionare grafici, parametri ed ulteriori indicatori su ogni criptovaluta o token.

    La gestione di entrambe le funzioni può avvenire sia attraverso computer che tramite dispositivi mobili. In ultimo, ricordiamo la funzione Referral, che dà la possibilità di ottenere una prestabilita percentuale di ritorno (in riferimento alle transazioni) sulla base dei volumi mostrati da un proprio utente referral associato.

    Exmo Exchange è sicuro?

    Durante un processo di scelta, in questo caso attinente il mercato crittografico, uno degli aspetti più valutati attiene la sicurezza. A tal riguardo, contrariamente da molte altre piattaforme di scambio, Exmo mostra una propria licenza attinente l’ente FCA (ossia Financial Conduct Authority).

    Al di là di ciò, lo stesso concetto di sicurezza, può essere associato in modo diretto anche in riferimento alle procedure di controllo ed ai sistemi utilizzati all’interno di qualsiasi scambiatore mondiale. In modo particolare, Exmo mette a disposizione un sistema di autenticazione controllato, in riferimento al login sul proprio account.

    Anche il wallet integrato dell’exchange, che ricordiamo essere multivaluta (ossia con possibilità di accettare ed inviare molteplici criptovalute utilizzando i propri indirizzi di pertinenza), è dotato di procedure di controllo e di archiviazione standard.

    Nonostante nel corso degli ultimi anni gli stessi scambiatori, anche molto famosi, abbiamo migliorato di molto le proprie procedure di sicurezza, la presenza di numerosi attacchi informatici nel corso della storia, ha portato notevoli problematiche e perplessità all’interno del settore.

    Anche Exmo, come esposto nel prossimo paragrafo, ha dovuto fare i conti con questa fastidiosa piaga, difficile da eliminare o lenire del tutto.

    Exmo Attacco informatico

    Come esposto in precedenza, durante il 2020, Exmo ha dichiarato di esser stata oggetto di attacco informatico da un gruppo di operatori online. Lo stesso attacco, che aveva fatto molto discutere durante quei periodi, aveva portato non pochi dibatti in merito.

    Nonostante le problematiche e gli squilibri portati, l’exchange ha sin da subito tentato di tranquillizzare i propri utenti, ribadendo di poter risolvere la situazione senza grosse difficoltà e di aiutare gli utenti danneggiati.

    Lo stesso attacco ha comunque riguardato un numero relativamente basso, soprattutto se paragonato a numerose altre violazioni hacker subite da altri exchange nel corso della storia.

    Le abilità delle organizzazioni criminali, in continuo aggiornamento, continuano a dimostrare di riuscire a valicare numerosi sistemi di protezione, portando numerose preoccupazioni nel settore.

    Sistemi alternativi per negoziare su criptovalute

    Le stesse argomentazioni esposte in precedenza, hanno portato in molti a chiedersi se ad oggi esistano altri sistemi alternativi per poter negoziare sui propri strumenti crittografici di interesse. A tal riguardo, è importante considerare come oltre agli scambiatori puri, ossia Exchange, sul mercato siano presenti anche i Broker di CFD.

    Si tratta di piattaforme specializzate, che hanno riscontrato numerosi successi anche nel settore del trading online su criptovalute e che permettono di negoziare su centinaia di strumenti crittografici rilevanti. La differenza principale attiene il non possesso degli strumenti trattati. Cosa significa tutto ciò?

    Operare tramite contratti per differenza, ossia semplicemente strumenti derivati, significa prendere in considerazione solamente il differenziale dei prezzi (associato a repliche dell’andamento) senza possedere alcuna criptovaluta in modo fisico.

    In questo modo, oltre a poter puntare solamente al rialzo (come nel caso degli acquisti diretti e fisici), si ha l’opportunità di agire anche allo scoperto. In ottica di aumento dei prezzi, la strategia associata potrà essere quella di acquisto, viceversa, in ottica di diminuzione dei prezzi, la strategia associata potrà essere quella di vendita.

    Agendo in questo modo, non ci sarà alcun bisogno di possedere wallet integrati (o nella peggiore delle ipotesi esterni a pagamento). Due operatori leader, a disporre di numerosi servizi per i propri utenti, sono eToro e OBRinvest.

    eToro

    Un primo operatore professionale, che ha saputo nel corso degli anni incrementare in modo esponenziale la sua valenza nel campo crittografico, è eToro (clicca qui per la pagina ufficiale). La piattaforma messa a disposizione risulta fin da subito facile da utilizzare e richiede pochissimi minuti per poter essere compresa.

    Cercare criptovalute su eToro è altrettanto basilare. Una volta entrati all’interno della pagina ufficiale del proprio profilo, si potrà selezionare la lista delle criptovalute (nel comparto affine) ed aprire la pagina di riferimento di ogni asset. All’interno della stessa è possibile visualizzare il grafico in tempo reale, numerose indicazioni, nonché utilizzare interessanti strumenti analitici.

    Scopri qui eToro e la sua lista di criptovalute

    criptovalute eToro

    Un ulteriore supporto concreto, messo a disposizione degli utenti, attiene il Copy Trading, ossia un sistema semplice, a costo zero, che permette di copiare le scelte strategiche avviate dai migliori Popular Investor presenti sul broker. A seguire alcuni passaggi chiave:

    • Accesso all’interno della propria pagina ufficiale eToro
    • Individuazione dei migliori Top Traders
    • Avvio della copia, iniziando comodamente da un account demo

    L’account demo può essere gestito sia tramite piattaforma desktop sia tramite applicazione per dispositivi mobili. Non ha vincoli di tempo e permette in ogni caso di passare alla modalità reale con un semplice tasto.

    Clicca qui per eToro ed il suo conto di prova

    OBRinvest

    Una seconda piattaforma completa, in possesso di reali licenze ed autorizzazioni (da broker) è OBRinvest (clicca qui per la pagina ufficiale). Si tratta di un operatore specializzato, che permette di accedere al mercato in modo rapido, semplicemente utilizzando un computer ed una connessione ad internet.

    I sistemi per poter gestire il proprio account sono essenzialmente tre:

    • Sistema standard desktop: attiene la possibilità di avviare negoziazioni su criptovalute semplicemente tramite la piattaforma web.
    • MetaTrader4: garantisce una delle migliori esperienze operative, comprendendo una serie di strumenti unici nel loro genere.
    • Applicazione OBRinvest: può essere scaricata su qualsiasi device e permette di controllare costantemente le proprie posizioni, o di agire in caso di necessità.

    Il database di OBRinvest (qui per la pagina ufficiale) si compone di numerosi assets crittografici. Risulta così possibile selezionare il Bitcoin, l’Ethereum, il Ripple e molto altro, agendo successivamente sulla base dei propri studi. Anche in questo caso risulta sempre possibile iniziare da un account simulativo, senza scadenza e senza alcun obbligo di deposito iniziale.

    Per agevolare e supportare i propri utenti, il broker dispone di numerosi servizi integrativi. Fra i più importanti ricordiamo i segnali di trading (inviati sotto forma di notifica) ed il corso formativo, messo a disposizione tramite eBook gratuito.

    Clicca qui per il corso di OBRinvest

    Exmo Costi e commissioni

    Quali commissioni applica Exmo? Entrando all’interno della pagina ufficiale, è possibile far riferimento alle numerose sezioni informative esponenti i costi dell’exchange. Si parte dai sistemi di deposito e di prelievo, che possono essere effettuati attraverso diversi canali.

    Come in molti altri exchange, anche Exmo basa il proprio sistema di Fees suddividendo le percentuali di commissione sulla base di diversi parametri. Da una parte troviamo il volume degli scambi (nel corso dei 30 giorni) e dall’altra la differenziazione fra soggetti Taker e soggetti Maker.

    Quanto alle commissioni di prelievo, in questo caso associate al portafoglio digitale di archiviazione della piattaforma, si ricordano commissioni variabili sulla base della singola criptovaluta trattata. In merito alla registrazione, non richiede nessun costo e può essere effettuata senza obblighi di deposito iniziali.

    Exmo Opinioni e recensioni

    Monitorando il web alla ricerca di informazioni attinenti opinioni e recensioni su Exmo, si evince la presenza di numerosi parerei riguardanti l’operatore. I tanti anni di esperienza alle spalle, le hanno infatti permesso di accrescere in modo considerevole il numero degli utenti e di stabilizzarsi nel settore.

    La presenza di un numero rilevante di strumenti di scambio, ha rappresentato un primo elemento distintivo, associato alla presenza di un proprio wallet integrato. Molti altri exchange, soprattutto se di bassa qualità, non mettono infatti a disposizione un proprio portafoglio crypto, costringendo utenti ad utilizzare servizi a pagamento.

    D’altro canto, la presenza dei costi, seppur variabili sulla base dei parametri esposti in precedenza, rappresenta un aspetto da poter tenere in considerazione nel computo delle proprie strategie su criptovalute.

    Approfondisci anche: Litecoin, Ethereum, Monero

    Exmo

    Conclusioni

    L’attuale guida ci ha permesso di intraprendere un percorso completo ed a 360 gradi sull’exchange Exmo. Lo stesso rappresenta una delle tante possibili scelte all’interno del settore crittografico, ormai pieno di scambiatori e piattaforme similari.

    Fra i principali punti esaminati, abbiamo ricordato il suo funzionamento, le principali caratteristiche associate alla propria operatività, la presenza di diversi strumenti di scambio, l’ambito sicurezza e la recente violazione subita nel corso del 2020.

    Per completezza, abbiamo esposto come ad oggi esistano numerosi servizi, regolamentati ed autorizzati, per scambiare su criptovalute (storiche e di nuova generazione). Fra questi è possibile ricordare i Broker di CFD, come ad esempio eToro e OBRinvest, che permettono di usufruire anche di un iniziale conto di prova.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Domande Frequenti su Exmo Exchange

    Cos’è Exmo?

    Si tratta di uno dei tanti exchange presenti ad oggi sul mercato degli scambi crittografici. E’ attivo ormai da molti anni e presenta diverse funzionalità al suo interno, compreso un token di nuova generazione (Exmo token).

    Ci sono commissioni su Exmo?

    All’interno della sezione informativa dell’exchange è possibile riscontrare le varie tabelle attinenti i costi e le commissioni (sulle diverse funzionalità).

    Exmo è l’unico operatore per negoziare online?

    Ad oggi il settore crittografico conta centinaia di piattaforme competitors. Fra queste, oltre agli exchange, ricordiamo innovativi broker di CFD, che permettono di negoziare su assets crittografici in modo autonomo e senza la necessità di alcun wallet.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento