Bitcoin

Il Bitcoin è una delle criptovalute più famose di sempre, si tratta della moneta elettronica creata nel lontano 2009, inventata dal programmatore Satoshi Nakamoto, con un’idea destinata a rivoluzione il mondo dei pagamenti per sempre.

Il termine Bitcoin si riferisce alla tecnologia e alla rete di computer collegati tra di loro.

La peculiarità del Bitcoin è che, differentemente dalle classiche valute tradizionali, non è presente un’entità centrale che controlla la quantità di denaro in circolo e il suo costo; il Bitcoin è bensì un network completamente decentralizzato e indipendente, distribuito all’interno dei nodi della rete che consentono l’invio e la ricezione delle transazioni, il Bitcoin utilizza la crittografia per rendere anonime le transazioni, generando nuova valuta e attribuendo la proprietà di ogni singola parte die Bitcoin.

Lo scopo principale del Bitcoin e della sua rete, è quello di garantire il trasferimento ed il possesso anonimo delle monete all’interno della rete. I dati che sono necessari per sfruttare i propri Bitcoin, possono essere salvati sul proprio computer, smartphone, in portafogli di terze parti oppure addirittura su un pezzetto di carta.

È possibile trasferire valore, quindi Bitcoin, semplicemente attraverso tramite internet a qualsiasi altra persona che abbia un indirizzo Bitcoin. Avere un indirizzo Bitcoin non costa niente, basta avere installato sul proprio computer o smartphone un software (gratuito) di portafoglio Bitcoin.

Le varie peculiarità del Bitcoin, consentono ai suoi utilizzatori di essere anonimi, rendendo impossibile a qualsiasi governo, autorità o altri di bloccare i trasferimenti oppure di sequestrare i Bitcoin.

Il Bitcoin è una delle primissime implementazioni del concetto di criptovaluta.

Valore di Mercato del Bitcoin

Valore di Mercato del Bitcoin

Valore di Mercato del Bitcoin

Per capire l’importanza di Bitcoin, è importante capire la capitalizzazione di mercato. Nel 2012 era di soltanto 140 milioni di Dollari USA, per poi diventare di 1,4 miliardi nel 2013. Oggi la capitalizzazione del Bitcoin ha raggiunto i 41 miliardi di dollari.

Nonostante questo, l’economia su cui si basano i Bitcoin è ancora molto piccola, se comparata rispetto alle economie che vengono stabilite da molto tempo. Tuttavia sono già in tantissimi i siti internet che riescono ad offrire il Bitcoin come metodo di pagamento. Ad oggi è possibile comprare automobili, contratti di sviluppo software, immobili, così come per servizi online e per altri beni tangibili.

Gli enti che già accettano donazioni in Bitcoin sono svariati, è possibile già citare svariati nomi come Electronic Frontier Foundation, The Pirate Bay, Free Software Foundation e anche Wikimedia Foundation. WordPress, Reddit, Virgin Galacting, Microsoft e centinaia di altre aziende accettano oggi i pagamenti in Bitcoin.

Importante anche segnalare che l’Università di Nicosia a Cipro, consente di usare il Bitcoin come pagamento per le tasse universitarie.

Differenze con Euro, Dollaro etc

Quali sono le differenze tra il Bitcoin e le altre monete a corso legale? I Bitcoin hanno come caratteristica principale il fatto che praticamente nessuno può controllare il valore dei Bitcoin a causa del fatto che i Bitcoin sono presenti in natura in quantità finita. Con il Bitcoin, la circolazione della valuta viene limitata a priori, ed è inoltre conosciuta a priori da tutti i suoi utilizzatori.

I trasferimenti di Bitcoin vengono definiti attraverso un cambio di proprietà della valuta, reso anonimo tramite la crittografia. Gli scambi di Bitcoin tra gli utenti in tutto il mondo possono avvenire tramite un ente esterno che debba controllare la transazione.

Questo è un vantaggio, ma è comunque importante sottolineare che le transazioni, una volta inviate, non sono annullabili. Una volta inviato un pagamento, il client Bitcoin invia subito la transazione ai nodi, che ne verificano l’autenticità controllando anche la quantità di fondi presenti all’interno del portafoglio Bitcoin, ritrasmettendoli agli altri nodi. Una volta che un tot di nodi avrà confermato la transazione, questa verrà finalizzata.

Uno dei problemi del Bitcoin ancora irrisolti, è che oggi a causa della grande quantità di utenti che inviano a ricevono Bitcoin, il tempo necessario per questa conferma è aumentato da qualche minuto fino a svariate ore. Per sopperire a questo problema si è pensato ad un hard fork del Bitcoin, che causerebbe un split in “Bitcoin” e “Bitcoin classic”.

Il numero totale dei Bitcoin è stato fissato al limite di 21 milioni. Nel 2013 è stata generata la metà dei Bitcoin totali, per il 2017 sono stati raggiunti i 3/4 dei Bitcoin totali. In meno di 32 anni verranno generati tutti i Bitcoin.

Tecnologia Bitcoin

Bitcoin è un’evoluzione di b-money di Wei Dai e Bitgold di Nick Szabo, il modo in cui funziona il sistema Bitcoin venne reso pubblico da Satoshi Nakamoto nel 2008.

Il client ufficiale di Bitcoin si chiama “Bitcoin Core”, ed è disponibile gratuitamente per Windows, Mac e Windows. Il software deriva direttamente dal programma scritto da Satoshi Nakamoto.

Bitcoin pone le sue fondamenta sul trasferimento all’interno di conti pubblici sfruttando la crittografia a chiave pubblica. Tutte le transazioni sono quindi pubbliche (ma crittografate, quindi non è possibile capire chi sono le persone reali che stanno dietro alle transazioni) e vengono memorizzate in un database presente in tutti i nodi e computer della rete Bitcoin, che vengono utilizzati per confermare la transazione, evitando quindi casi in cui una valuta possa venire spesa due volte.

All’interno di ogni portafoglio di Bitcoin è presente una serie di chiavi. Queste chiavi sono il punto di invio/ricezione per qualsiasi pagamento.

Una chiave ha un aspetto del genere:

173tWpb8K1S7NrT4Rx6rgfF9WQtrZr245P

Gli indirizzi sono quindi delle sequenze casuali di cifre e caratteri che hanno solitamente una lunghezza media di 33 caratteri.

Le chiavi sono già presenti all’interno del proprio portafoglio Bitcoin, ed è possibile continuare a generarne in quantità infinita, proprio per consentire l’anonimato.

Come vengono generati i Bitcoin

Nella rete Bitcoin sono presenti dei client chiamati Miners (minatori) che sono i computer di tutte le persone che desiderano fornire la propria potenza di calcolo per mantenere la rete Bitcoin efficiente.

La rete Bitcoin, per premiare questi minatori, fornisce una quantità di Bitcoin in maniera totalmente casuale, per ben sei volte l’ora a tutti i client che prendono parte al mining. Le probabilità che un client riceva un certo numero di Bitcoin dipende strettamente dalla potenza computazionale.

I client guadagnano non solo dal mining, ma anche dalle commissioni, se pur molto piccole, che è necessario pagare per inviare denaro. Chi effettua una transazione può impostare il livello di commissione liberamente. Impostare le commissioni ad un livello estremamente basso può risultare tuttavia pericoloso, in quanto le commissioni al di sotto di 0.0001 vengono dichiarate non-standard e quindi potrebbero non venire mai confermate.

Bitcoin valore

Bitcoin Valore

Bitcoin Valore

Il valore del Bitcoin è uno di quegli aspetti che ha consentito a questa criptovaluta di riscuotere un grande successo. Il valore del Bitcoin è costantemente aumentato negli ultimi anni.

Se nel 2009 valeva soltanto pochi dollari, adesso un Bitcoin vale migliaia di dollari.

A Giugno 2017 la notizia che il Bitcoin aveva raggiunto il prezzo di 3000 dollari per la prima volta nella storia, ha fatto scalpore.

Il flusso di nuovi capitali all’interno del mercato delle criptovalute ha permesso al Bitcoin di trarre vantaggio da questa situazione. Il Bitcoin sta quindi andando ad una grande velocità, rompendo ogni record in maniera estremamente veloce.

Per chi desidera investire nelle criptovalute, il Bitcoin è senza dubbio la prima cosa che viene in mente, in quanto trattasi del mercato dominante degli asset digitali alternativi. Inoltre è importante notare che molti decidono di acquistare il Bitcoin anche per acquistare altre criptovalute.

Questo sviluppo di prezzo è quindi la riprova che il mercato delle criptovalute è in grande crescita e sta supportando il crescente interesse, che si sta tramutando in nuovi flussi di capitale.

Saxo Bank ha pubblicato inoltre un report, affermando di prevedere che il prezzo di Bitcoin arriverà a 100,000 dollari nel 2027.

Considerando il prezzo del Bitcoin raggiunto quando era a 3000, BitGo ha inoltre calcolato che l’incremento giornaliero del Bitcoin dal 2010 ad oggi è stato del 0.42% giornaliero. Se il Bitcoin dovesse continuare con lo stesso ritmo, sarebbe in grado di raggiungere 250 mila dollari entro il 2020.

(Prezzo=3000, Giorni=1095): 3000*1.0042^1095=$295,297

Tuttavia c’è comunque da considerare che questo calcolo è stato fatto senza considerare fattori tecnici, fondamentali e psicologici. Tuttavia uno scenario del genere potrebbe rivelarsi affidabile, considerando che l’offerta di Bitcoin è limitata e continuerà a diminuire anno dopo anno.

Come acquistare Bitcoin

Acquistare Bitcoin potrebbe rivelarsi un’operazione alquanto complicata se non si conosce come funzionano i siti internet che li offrono.

La storia del Bitcoin è infatti segnata da svariate truffe, che attraverso i cosiddetti portafogli virtuali hanno distrutto le speranze di arricchimento degli investitori. Ancora oggi risulta essere pericoloso cercare di acquistare i Bitcoin, se si decide di non affidarsi a piattaforme di trading autorizzate e regolamentate, che hanno dunque una registrazione da parte dell’ente di controllo italiano CONSOB e di quello europeo CySEC.

I soldi, qualsiasi tipologia di soldi, sono una cosa seria. Fare trading e acquistare i Bitcoin deve esserlo altrettanto, in quanto stiamo parlando di un asset che ha una probabilità di crescita incredibile, i fatti non mentono.

Fare trading nel mercato del Bitcoin deve essere assolutamente una operazione da fare con le migliori piattaforme regolamentate e autorizzate per fare trading con i Bitcoin.

Gli esperti considerano le piattaforme CFD come le migliori. Per CFD si intende contratti per differenza. Si tratta di uno strumento che rappresenta la quotazione del Bitcoin, grazie ai CFD è quindi possibile investire nei Bitcoin senza il rischio di comprarli.

I vantaggi di utilizzare una piattaforma di trading CFD sono numerosi:

  • Trading con solo 100 euro: si possono investire anche soltanto 100 euro e comprare frazioni di Bitcoin.
  • Possibilità di guadagnare sia quando il prezzo sale che quando il prezzo scende.
  • Possibilità di investire nel Bitcoin realmente oppure anche virtualmente.
  • Regolamentazione Italiana ed Europea durante il trading online di Bitcoin. Sicurezza dei Fondi, rispetto delle normative antiriciclaggio e di segregazione dei propri fondi in conti diversi da quelli del broker.

La migliore piattaforma di trading per il trading con il Bitcoin (e numerose altre Criptovalute) è Plus500. Plus500 è una piattaforma di trading regolamentata in tutta europa. Si tratta della soluzione più affidabile, con zero commissioni e zero costi nascosti per iniziare con il Bitcoin e le altre criptovalute.

Plus500 è una piattaforma di trading completamente gratuita, che non ha alcun tipo di commissioni sulle operazioni eseguite e non ha costi nascosti. Tutti gli iscritti hanno accesso gratuito, illimitato ad una piattaforma di trading virtuale, con cui è possibile iniziare ad imparare il trading senza rischi. Per iscriverti gratis a Plus500, clicca qui.

Ecco le migliori piattaforme di trading CFD con il Bitcoin:

Piattaforma Vantaggi Deposito min. Inizia
Demo gratis 100 € Apri un conto
Formazione, demo gratis 100 € Apri un conto
Social trading 200 € Apri un conto