Mercati

Bitcoin arriverà a 100 mila dollari entro il 2027

Il Bitcoin è il mercato che è in questi anni è sulla bocca di tutti e che sta trovando sempre più investitori, che hanno portato il prezzo a superare addirittura la resistenza posta a 2000 dollari. Tuttavia, secondo gli analisti, siamo ancora distanti dal reale valore che questa nuova criptovaluta potrebbe raggiungere negli anni. Vediamo perché.

Che cos’è il Bitcoin

Prima di parlare del prossimo target di Bitcoin, è bene anche chiarire che cos’è e cosa significa questo termine. Il Bitcoin è una valuta completamente elettronica, ideata nel lontano 2009 da un certo Satoshi Nakamoto. Con il termine Bitcoin ci si può riferire sia alla tecnologia Bitcoin che alla rete Bitcoin

In maniera molto differente rispetto alle altre valute classiche, il Bitcoin non ha un ente centrale ma utilizza invece un database completamente decentralizzato tra tutti i nodi dell’azienda, tenendo traccia delle transazioni ed utilizzando la crittografia per generale nuove monete e per effettuare le transazioni all’interno della rete.

Bitcoin quindi non dipende da banche od altri enti, tutto avviene attraverso la rete. È possibile inviare e ricevere senza pagare commissioni, senza intermediari, in maniera anonima e molto velocemente.

Bitcoin a 100 mila dollari tra 10 anni?

C’è una ultimissima previsione per la quotazione del Bitcoin. Il prezzo potrebbe infatti raggiungere i 100 mila dollari entro i prossimi 10 anni. Una previsione del genere sulla criptovaluta regina, potrebbe diventare reale oppure si tratta di un qualcosa impossibile da avverarsi?

Secondo gli analisti, il Bitcoin potrebbe salire di circa il +3000% per arrivare fino al livello dei 100 mila dollari nel giro di soli 10 anni. Il Bitcoin come saprete è stato recentemente protagonista di uno dei rally più stupefacenti della storia e sembra non volersi fermare!

Secondo uno degli analisti più famosi della storia (Van-Petersen) il Bitcoin ha ancora moltissima strada da percorrere. Questo potrebbe quindi tramutarsi in una grandissima opportunità d’investimento per chi decide di entrare oggi ad investire in questo mercato.

Per esempio, la piattaforma di trading Markets.com consente di investire nei Bitcoin al rialzo oppure al ribasso (posizioni di trading long o short) attraverso i contratti per differenza. Questo significa che è possibile investire nei Bitcoin senza l’onere di doverli possedere fisicamente (con tutti i rischi del caso). Markets.com è quindi la soluzione più adatta per chi desidera investire nel Bitcoin con grande sicurezza. Clicca qua per iniziare gratuitamente.

Bitcoin a 100 mila dollari entro poco

Van-Petersen è quindi abbastanza certo che il bitcoin e le altre criptovalute legate alla tecnologia della blockchain siano destinate ad arrivare anche tra la gente comune nel corso della prossima decade.

Intervistato dalla CNBC, Van Petersen sostiene che entro 10 anni le criptovalute varranno circa il 10% dei volumi medi giornalieri di tutte le valute mondiali. Il Bitcoin potrebbe quindi arrivare a valere circa il 35% della quota di mercato, con ben 175 miliardi di dollari in Bitcoin inviati e ricevuti ogni giorno.

Perché il Bitcoin sta salendo?

Sono in molti a domandarsi come mai la criptovaluta più importante sia salita così tanto recentemente. Negli ultimi tempi il Giappone è stato uno dei fattori più cruciali nel successo del Bitcoin. Il Giappone ha infatti recentemente reso il Bitcoin una valuta al 100% legale e questo è stato uno dei motivi principali che ha consentito al Bitcoin di ricevere sempre più interesse e salire con il prezzo.

Oltre a questo fattore puramente macroeconomico, ci sono anche fattori intrinsechi che hanno decretato il successo di Bitcoin nel tempo. L’offerta limitata è una di queste: il Bitcoin ha un tetto limite di 21 milioni di unità, e questo garantisce al Bitcoin di avere uno status di “safe haven” ovvero di rifugio sicuro, al riparo dall’inflazione. Entro il 2140 si prevede infatti che i Bitcoin saranno all’incirca 16,3 milioni.

Il Bitcoin è stato il precursore di tutte le criptovalute. Ad oggi si contano svariate valute che hanno “preso ispirazione” dal Bitcoin come: Ethereum, Ripple, Litecoin e molte altre ancora.

Adesso è possibile affermare con certezza che il Bitcoin non è più una moda, ma una criptovaluta che potrebbe essere destinata a sostituire il denaro “classico”. Si tratta quindi di una grande opportunità per tutti quelli che di mestiere fanno l’investitore: il Bitcoin potrebbe regalare grandi ricchezze a chi oggi è disposto ad investire in questo mercato. Non dimentichiamo inoltre che chi ha investito in Bitcoin nei giorni della sua invenzione e nei mesi successivi, adesso è diventato ricco.

Bitcoin: sale o no?

Tuttavia l’opinione pubblica resta ancora molto divisa. C’è chi sostiene che il Bitcoin sia sopravvalutato e chi invece è fiducioso del fatto che il Bitcoin potrà continuare la sua cavalcata verso nuovo massimi. Un rialzo del 3000% in 10 anni forse è troppo, ma considerando che siamo passati da qualche decina di dollari ad oltre 2000 nel giro di qualche anno, non stiamo parlando di un obiettivo così poi irraggiungibile.

In molti stanno continuando a parlare di bolle speculativa del Bitcoin, che potrebbe mettere i freni alle speranze degli investitori.

La verità sul futuro di Bitcoin è quindi ignota. Ma quello che è sicuro è che si può investire in questo mercato sia al rialzo che al ribasso con zero commissioni. Clicca qua per farlo gratuitamente con Markets.

Sull'autore

Andrea Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.

Lascia un Commento