Investimenti

Bitcoin Truffa? Guida per sapere come difenderti e guadagnare [2020]

Bitcoin Truffa? Durante gli ultimi anni questa criptomoneta ha avuto un aumento di popolarità senza precedenti e sempre più persone vogliono capire che cos’è nel dettaglio e se è possibile guadagnare in sicurezza con essa. Una cosa è chiara: Bitcoin è un’opportunità d’investimento reale e può consentire di ottenere un guadagno se si utilizzano gli strumenti adatti per investire.

Sempre più persone si stanno informando sul Bitcoin, tuttavia gli utenti alle prime armi che si avvicinano a questo mondo pensano a priori che il Bitcoin sia una truffa. In tanti cercano su Google “Bitcoin Truffa” per cercare di sincerarsi che questa tipologia d’investimento è legittima o meno. Ma il Bitcoin è veramente una truffa oppure si può investire in sicurezza e guadagnare concretamente?

Truffe Bitcoin: le più famose

Dire che il Bitcoin è una truffa non è la verità. Ma non è nemmeno vero dire che non ci sono truffe associate al Bitcoin. La verità sta nel mezzo.

Comunque sia, in moltissimi casi, il collegamento con il Bitcoin è, appunto, soltanto con il nome. I truffatori infatti, stanno recentemente sfruttando la popolarità del Bitcoin per cercare di attirare gli ingenui attraverso sistemi come i robot per le criptovalute. Quest’ultimi, come ad esempio Bitcoin Up, Bitcoin Profit, Bitcoin Revolution, Bitcoin Trader, oppure Bitcoin Rush, non hanno tuttavia nulla a che fare con il Bitcoin (quello vero).

Questo dovrebbe essere un avvertimento verso chi ha intenzione di investire sul Bitcoin, che dovrebbe prestare la massima attenzione prima di registrarsi su qualsiasi tipologia di servizio.

Nonostante l’alta presenza di sistemi non validi e che truffano, dire che il Bitcoin (quello vero) è una truffa è assolutamente sbagliato. Chi investe sfruttando le occasioni che il mercato offre sono riusciti ad accumulare con facilità ingenti profitti.

Gli investitori che sono diventati milionari con il Bitcoin sono molti. Non si tratta di una storia inventata o di menzogne, ma storie che sono state trattate da quotidiani e riviste del settore. Come riferimento possiamo menzionare quella più celebre: i fratelli Winklevoss, i quali vinsero $ 65 milioni dalla causa contro Facebook e hanno investito $ 11 milioni in Bitcoin nel 2013, accumulando uno dei più grandi portafogli di Bitcoin nel mondo – l’1% dell’equivalente in dollari dell’intera offerta della criptovaluta.

La particolarità del Bitcoin è l’assenza di un ente centrale che regola il mercato, porta l’investitore ad incorrere in un rischio maggiore di truffe.

Il fenomeno di Mt. Gox venne soprannominato come una delle “più grandi truffe nella storia del Bitcoin“. Quando questo bitcoin exchange giapponese sottrasse nel 2014 dai conti dei propri utenti una somma equivalente ad oltre 400 milioni di dollari.

In quegli anni Mt. Gox era uno degli bitcoin più famosi ed utilizzati. La truffa fu così estesa che si pensava fosse la la fine bitcoin. In realtà la criptomoneta riuscì a sopravvivere anche se le truffe da parte degli exchange di Bitcoin continuarono e in molti casi continuano indisturbate tutt’oggi.

Durante gli anni, sono spuntate come funghi criptovalute finte che si sono invece dimostrate dei veri e propri schemi ponzi. Tra i principali possiamo menzionare:

Molte di queste truffe sono strutturate in modo uguale. Gli autori di questi sistemi convincono gli utenti ad investire in una criptovaluta sconosciuta, con la promessa che il suo valore salirà nel tempo.

Dietro alla criptovaluta ed alla piattaforma c’è un’azienda registrata in un Paradiso Fiscale che ha creato appositamente la falsa criptovaluta e le promesse di guadagni, che però non arrivano.

Dopo poco tempo l’utente verrà raggirato e i suoi risparmi investiti nel sistema verranno congelati o persi nel nulla, con l’impossibilità di tornarne in possesso. L’utente viene quindi raggirato, senza un centesimo di guadagno ed impossibilitato a tornare in possesso dei fondi persi.

Come non venire truffati col Bitcoin

Il nostro primo suggerimento per stare lontani dalle truffe del Bitcoin è prima di tutto di stare il più alla larga possibile dalle criptovalute false che sono basate su schemi piramidali/ponzi e che fanno sostanzialmente guadagnare solo i creatori (i quali truffano).

Quando si investe sulle criptovalute bisogna prima di tutto operare attraverso servizi e piattaforme reali, autorizzate e regolamentate.

Mt.Gox era un exchange di Bitcoin, tra i più famosi al suo tempo e veniva etichettato come “affidabile” ma nonostante questo alla fine ha truffato migliaia e migliaia di investitori. Perché è successo questo? Molto semplice: Mt.Gox era un exchange non regolamentato in Europa. Per investire in sicurezza si dovrebbe prima di tutto evitare gli exchange di Bitcoin ed optare per soluzioni affidabili e sicure per investire in Bitcoin.

Non in molti sono al corrente della possibilità di investire in Bitcoin utilizzando piattaforme regolamentate dalle autorità di vigilanza europea ed autorizzazione italiana CONSOB.

Queste piattaforme autorizzate consentono di investire in sicurezza attraverso i Contratti per Differenza del Bitcoin. I contratti CFD sono infatti degli strumenti finanziari che tracciano in tempo reale il prezzo del Bitcoin. È possibile operare attraverso i CFD con piattaforme autorizzate e regolamentate, che vengono scrutinate da enti come la CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa), quindi al 100% sicure.

I vantaggi dei CFD sono numerosi, tra i principali segnaliamo i seguenti:

  • Zero commissioni: i broker CFD sono gratuiti. Il profitto di una piattaforma CFD è dato dallo spread, la piccola differenza tra il prezzo a cui è possibile comprare e il prezzo a cui si vende.
  • Piattaforme autorizzate: non c’è il rischio di venire truffati;
  • Possibilità di guadagnare sia quando il prezzo del bitcoin sale, sia quando scende, ovviamente se si prevede in anticipo il trend
  • Semplicità d’utilizzo: le piattaforme d’investimento con i CFD le possono usare anche gli utenti alle prime armi. Non serve avere conoscenze avanzate per investire in bitcoin.

Le migliori piattaforme per investire sul Bitcoin in sicurezza

In Europa sono disponibili svariate piattaforme per i CFD, ma quelle che forniscono la possibilità di operare sulle criptovalute in modalità sicura sono numerose.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 1€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Qui di seguito vedremo nel dettaglio le caratteristiche principali di ciascuna di queste piattaforme.

    eToro

    La piattaforma di eToro è una delle migliori piattaforme d’investimento. Oltre a trattarsi una delle soluzioni più intuitive di sempre, mette inoltre a disposizione una piattaforma di social trading evoluta. Si tratta di uno strumento con il quale è possibile individuare i profitti fatti dagli altri trader e di copiare, in modalità totalmente automatica, le loro operazioni.

    Il sistema di copia ha un vantaggio di tipo duplice: da un lato è possibile iniziare ad ottenere profitti fin da subito, ancor prima di fare esperienza. Dall’altra, studiando quello che fanno i trader più bravi è possibile imparare dalle basi facilmente e velocemente.

    Puoi incominciare ad investire con bitcoin con eToro cliccando qui.

    ForexTB

    La piattaforma di ForexTB è considerata come una delle migliori e più facili da utilizzare anche per gli utenti alle prime armi. SI tratta di una piattaforma al 100% gratuita, senza commissioni di alcun tipo. Per tutti gli investitori senza esperienza, sono disponibili gratuitamente corsi di trading di altissima qualità, sia online che dal vivo.

    I corsi sono tenuti periodicamente nelle principali città italiane. Per partecipare ai vari corsi, sia quelli online che quelli dal vivo, è sufficiente effettuare l'iscrizione.

    È molto interessante l’offerta fornita da ForexTB sopratutto per tutti quelli che incominciano per la prima volta ad investire sul Bitcoin. A tutti gli utenti che si iscrivono vengono forniti gratuitamente dei corsi di trading sulle criptovalute di altissima qualità, sia online che dal vivo.

    I corsi dal vivo vengono organizzati periodicamente nelle più importanti città italiane. Per seguire i corsi, è sufficiente aprire un conto oppure cliccare qua per scaricarli gratis.

    I vantaggi per gli utenti alle prime armi non finiscono qui. Chi si iscrive ottiene l’assistenza gratuita telefonica da parte di veri esperti del Bitcoin che fanno parte dello staff di ForexTB e che sono pronti per aiutare gli utenti alle prime armi.

    La piattaforma di ForexTB mette anche a disposizione utili indicatori e segnali di trading, strumenti di vitale importanza per chi investe manualmente in Bitcoin oppure su altre criptovalute. Clicca qua per ricevere i segnali di trading su Bitcoin gratuiti.

    Per iniziare oggi ad investire sul bitcoin con ForexTB clicca qui.

    Bitcoin Truffa

    Truffa MT. Gox

    MT. Gox Bitcoin Truffa

    MT. Gox Bitcoin Truffa

    In precedenza abbiamo parlato di una delle truffe più celebri che hanno coinvolto il Bitcoin: Mt. Gox. Vediamo più nel dettaglio cosa successe durante questo scandalo dove vennero sottratti milioni di euro a migliaia e migliaia di investitori.

    Mt. Gox era un exchange di criptovaluta con sede a Tokyo che ha operato tra il 2010 e il 2014. Poco prima del fallimento, era responsabile di oltre il 70% delle transazioni bitcoin. L’exchange dichiarò bancarotta nel 2014, ma ha continuato a essere oggetto di cause legali e speculazioni.

    La sua importanza lo rese anche un bersaglio per gli hacker e l’exchange ebbe svariati problemi di sicurezza durante i suoi anni di attività. Nel 2011, gli hacker hanno utilizzato le credenziali rubate per trasferire bitcoin senza autorizzazione. Nello stesso anno, le carenze nei protocolli di rete hanno portato alla “perdita” di diverse migliaia di bitcoin.

    Nei mesi precedenti al febbraio del 2014, i clienti hanno espressero crescente frustrazione per i problemi con il prelievo dei fondi. Bug tecnici hanno impedito alla società di avere una solida conoscenza dei dettagli della transazione, inclusa l’incertezza relativa al fatto che i bitcoin fossero stati trasferiti ai portafogli digitali dei clienti. Questo problema era il risultato di un bug nel software bitcoin che consentiva agli utenti di modificare gli ID delle transazioni.

    L’exchange ricevette un colpo fatale nel febbraio 2014. All’inizio del mese, l’exchange ha sospeso i prelievi dopo aver affermato di aver riscontrato attività sospette nei suoi portafogli digitali. La notizia della sospensione ha fatto precipitare il prezzo del bitcoin del 20%. L’azienda rivelò di aver “perso” più di 850.000 bitcoin, che rappresentavano oltre il 6% dei bitcoin in circolazione in tutto il mondo all’epoca.

    Il team dell’exchange è stato in grado di “ritrovare” 200.000 dei bitcoin rubati, i 650.000 bitcoin mancanti hanno avuto un effetto profondamente destabilizzante sul mercato. Il valore dei bitcoin è stato stimato in oltre $ 450 milioni. La perdita portò Mt.Gox a dichiarare bancarotta e chiudere le attività. L’azienda infine presentò un’istanza di fallimento presso il tribunale distrettuale di Tokyo e venne ordinato a liquidare nell’aprile del 2014.

    Considerazioni finali

    Bitcoin non è una truffa: si tratta della prima criptovaluta al mondo che ha cambiato il modo in cui affettiamo pagamenti e, più recentemente, come investimento online. Quando si investe, è importantissimo fare attenzione, in quanto esistono tantissime truffe che usano la fama del Bitcoin per cercare di incastrare gli investitori più ingenui. Individuarle è molto semplice: solitamente vengono promessi soldi facili e veloci.

    È impossibile prevedere dove andrà il Bitcoin nel 2020. Nonostante questo, le aziende serie che consentono di investire su questa criptovaluta, non fanno promesse di soldi facili e richiedono sempre un impegno continuo anche se sono facili da usare, intuitive e alla portata sia degli utenti alle prime armi che dei più esperti.

    Qui di seguito, puoi trovare le migliori piattaforme per investire sul Bitcoin. Abbiamo trovato le più facili da usare (e sono tutte senza commissioni e costi di alcun tipo). Qui di seguito la lista aggiornata delle migliori:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 1€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Domande frequenti

    Come recuperare i soldi persi con le truffe del Bitcoin?

    Il modo migliore per tornare in possesso dei fondi persi con una truffa è quello di richiedere il charge-back alla banca emittente della carta utilizzata per effettuare il pagamento sulla piattaforma.

    Come guadagnare realmente con il Bitcoin?

    Anche gli utenti alle prime armi possono ottenere risultati tangibili con il Bitcoin. L’importante è utilizzare una piattaforma autorizzata e regolamentata. Durante la guida abbiamo visto come attraverso eToro sia possibile copiare in automatico le mosse dei più grandi investitori ed ottenere fin da subito risultati eccellenti.

    Come riconoscere le truffe?

    Il modo migliore per riconoscere le truffe è controllare l’autorizzazione CONSOB. Solitamente le piattaforme di criptovalute non autorizzate non lo sono.

    Bitcoin truffa?

    No, Bitcoin è un investimento legittimo e tra i più profittevoli che è possibile fare al giorno d’oggi. Tuttavia, sono presenti moltissime truffe con le quali è necessario prestare la massima attenzione.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Andrea Motta

    Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.

    Lascia un Commento