Investimenti

Primi passi nel trading online

Iniziare a muovere i primi passi nel mondo del trading online non è mai una cosa facile. Significa entrare per la prima volta nel mondo degli investimenti, nel mondo dove “i soldi fanno altri soldi”.

Il trading online è l’atto di piazzare ordini di acquisto/vendita di titoli finanziari e/o valute con l’uso di piattaforme di trading proprietarie su Internet, fornite da società di intermediazione. L’uso del trading online è aumentato esponenzialmente durante la metà e la fine degli anni ’90, con l’introduzione di computer ad alta velocità a prezzi accessibili e la connessione ad internet.

Azioni, obbligazioni, opzioni, futures e valute possono essere contrattate on-line.

L’utilizzo del trading online ha aumentato il numero delle posizioni messe a mercato, essenzialmente perché il trading su internet permette a molti broker di tagliare ulteriormente i costi, e parte dei risparmi possono essere passati ai clienti sotto forma di commissioni più basse.

Un’altro vantaggio del trading online è l’aumento nella velocità in cui le operazioni possono essere eseguite e chiuse, perché non vi è alcuna necessità di documenti cartacei da inserire nel sistema, né il bisogno di archiviarli, in quanto ogni contrattazione è immessa sul mercato in maniera completamente elettronica.

Come iniziare a fare trading online

Per poter iniziare a trarre vantaggio dal trading online, c’è bisogno di “perdere un po’ di tempo” per avere e studiare tutti questi pre-requisiti: bisogna avere l’accesso a un servizio di trading online, conoscere i meccanismi dei mercati finanziari, disporre di una buona informazione sulla società e sul titolo o mercato dove si vuole negoziare, e conoscere a menadito le svariate tecniche di analisi finanziaria.

É necessario quindi iniziare con la scelta del broker. Solitamente è preferibile scegliere un broker di trading online CFD, in quanto consente di accedere al mondo dei mercati finanziari in maniera abbastanza economica. C’è da ricordarsi inoltre che è obbligatorio, per legge, optare per un broker che sia almeno regolato dalla Consob, in modo da non dover rischiare di incappare in truffe o cose simili. Scegliere un società di brokeraggio online è quindi importantissimo, non solo per i tipi di mercati e per i costi, ma anche per la tipologia di trading che si dovrà andare a fare. Su alcuni è possibile non solo fare trading manuale, ma anche automatico, grazie al Social Trading, che consente di copiare i migliori in automatico.

In tutti gli investimenti, vi è un rischio di frode. Questo rischio può aumentare per i broker di trading on-line in cui l’investitore non ha un rapporto personale con i proprietari, e il broker è situato in una giurisdizione diversa. Per questo motivo alcuni regolatori finanziari avvertono i potenziali investitori per quanto concerne la ricerca dei broker online in rete, sincerandosi che alle imprese siano concesse le licenze all’interno del loro stato. Gli investitori ben informati hanno meno probabilità di cadere vittima di schemi piramidali o altre truffe, come ad esempio la cosiddetta truffa della “Boiling Room“. Il Governo Italiano fornisce consigli pratici per evitare truffe di investimento tramite il loro sito web CONSOB. Questo sito mette in guardia gli investitori a diffidare da newsletter e forum, è consigliabile fidarsi soltanto dei siti più visitati e apprezzati, come appunto e-Conomy. Gli investitori sono inoltre invitati a rivolgersi a fonti imparziali quando si ricerca investimenti.

Gli investitori, in genere, investono senza l’aiuto di un agente di cambio o di un consulente di investimento, e potrebbero non comprendere appieno i potenziali rischi che ci sono nell’investire in un determinato titolo. Gli investitori inesperti sono facile preda di manipolatori azionari e schemi di pump and dump, spesso associati con le penny stock. Per questo motivo, molti broker online offrono una serie di strumenti di investimento per educare e informare i nuovi investitori.

Gli investitori che fanno trading attraverso una società di trading on-line possono quindi fare trading in tutto semplicità, con l’aiuto di una piattaforma di trading on-line. La piattaforma di trading online funge da hub, consentendo agli investitori di acquistare e vendere tali titoli come forex, azioni, opzioni, e fondi comuni di investimento. Insieme alla piattaforma di trading online ci sono svariati strumenti per seguire e controllare titoli, portafogli e indici, così come strumenti di ricerca, le news e interviste streaming in tempo reale e comunicati stampa; che sono tutti necessari per il commercio online. Spesso, i migliori strumenti di ricerca sono disponibili (ma spesso soltanto per gli account premium) come le analisi approfondite da parte degli analisti, e backtesting personalizzati per verificare l’efficacia delle strategie di investimento durante diversi periodi storici.

Dopo che è stato scelto il broker, è consigliabile iniziare a studiare il mercato nel quale si ha intenzione di investire i propri fondi. Un buon libro sui mercati finanziari (Forex, Azioni etc) e sull’analisi tecnica, potrà sicuramente aiutare a fornire un’infarinatura generale sui vari argomenti principali del trading online.

Chi fa trading, dovrebbe conoscere a menadito i mercati dove viene fatto trading più spesso. Approfondire dunque la conoscenza dei mercati di trading più “battuti” è importante, in quanto permette al trader di conoscere i movimenti del mercato e di non rischiare di essere preso di sorpresa.

Trader online come funziona

La leggenda vuole che Joseph Kennedy abbia venduto tutte le azioni che possedeva il giorno prima del ”Black friday,” l’inizio del crollo catastrofico nel 1929 del mercato azionario. Molti investitori hanno subito enormi perdite nel crollo, che è diventato uno dei tratti distintivi della Grande Depressione.

Cosa ha portato Kennedy a vendere? Secondo la storia, ha ottenuto un suggerimento da un lustrascarpe. Nel 1920, il mercato azionario era il regno dei ricchi e dei potenti. Kennedy pensò che se un ragazzo lustrascarpe poteva possedere delle azioni, qualcosa doveva essere andato terribilmente storto. Prima il trading online era infatti un luogo per poche persone privilegiate,ma con l’avvento del trading online è diventato sempre più accessibile, e sempre più economico. Con l’avvento dei CFD è inoltre diventato possibile speculare sia al rialzo che al ribasso, senza alcun problemi. Tutti possono guadagnare con il trading online, basta sapere prima di tutto cosa si sta facendo e perché.

Prima di poter negoziare titoli online, è necessario selezionare un broker online. Il broker on-line permette di eseguire i commerci e segregare i soldi e investimenti in un account. Il settore del trading on-line ha visto un sacco di fusioni e acquisizioni, ma ci sono ancora molte aziende tra cui scegliere. Diverse aziende offrono anche diversi tipi di account e altri servizi.

Una volta aperto e finanziato il proprio account, è possibile acquistare e vendere azioni, materie prime, forex e molto altro ancora. Ma prima di farlo, solitamente è bene conoscere la quotazione in tempo reale che conferma il prezzo corrente del mercato in questione. Molti siti di notizie finanziarie gratuiti offrono quotazioni, ma è possibile consultare questo tipo di informazioni anche direttamente sulla piattaforma del broker dove ci si è registrati.

Una volta che si avrà deciso il mercato e la direzione dove investire, non resta alto che aprire la posizione, ricordandosi di impostare sempre, per qualsiasi mercato, un livello di prendi profitto e di stop loss. Si tratta di misure per massimizzare i profitti e minimizzare le perdite.

Stop Loss – è una forma di ordine di mercato, che viene eseguito dopo che il prezzo è sceso attraverso un punto impostato. L’ordine viene eseguito al prezzo di mercato, non al punto di arresto.
Stop Limit – Una tipologia molto simile allo stop loss, ma vengono eseguiti ad un prezzo impostato piuttosto che al prezzo di mercato. Nei mercati in rapido movimento, il broker potrebbe non essere in grado di eseguire il proprio ordine al prezzo stabilito, il che significa che il mercato che si possiede può continuare a crollare in termini valore.
Trailing stop – Come un ordine di stop loss, un trailing stop viene eseguito quando il prezzo scende attraverso un punto impostato. Tuttavia, il suo prezzo di vendita è in movimento, invece che essere fisso. È possibile impostare un parametro in punti o in percentuale, e la vendita viene eseguito quando il prezzo scende in misura corrispondente. Se il prezzo aumenta (o diminuisce, a seconda se si è comprato o venduto), il trailing stop si muove verso l’alto con esso. Quindi, se un titolo è scambiato a $ 20 per azione, e si imposta un ordine di trailing stop con un parametro a tre punti, il prezzo di vendita iniziale sarebbe $ 17 per azione. Ma se il prezzo aumenta quindi a $ 25 per azione, il nuovo prezzo di vendita sarà di $ 22 per azione.

È inoltre necessario decidere se far rimanere l’ordine attivo fino alla fine della giornata, fino a una data specifica o fino a quando non si cliccherà su “chiudi posizione”.

Contrariamente alla percezione di molte persone, fare trading on-line non sempre è istantaneo, mentre si sta mettendo un ordine a mercato. Potrebbe essere necessario del tempo per trovare un acquirente o il venditore, e per elaborare elettronicamente il commercio, sopratutto sui broker di trading online ECN. Inoltre, anche se è possibile accedere al proprio account e inserire ordini di compravendita ventiquattro ore al giorno, i vostri commerci saranno eseguiti solo quando i mercati sono aperti. Un’eccezione è se il titolo azionario permette il trading after-hours, che è più rischioso a causa del ridotto numero di transazioni che si svolgono. Nel mercato Forex ad esempio, il sabato e la domenica sono gli unici giorni dove non è possibile fare trading online.

Trading online sicuro

Come fare trading online in totale sicurezza? Per fare trading online sicuro è prima di tutto necessario registrarsi su un broker di trading online che sia regolato dalla CONSOB, e permetta quindi di contrattare sui mercati finanziari in totale sicurezza. L’albo CONSOB è la lista di tutti i broker regolati. La Consob fornisce la lista dei broker regolamentati, ai quali viene consegnato un numero di licenza, che solitamente viene esposto il bella vista sulla homepage del broker di trading online.

Fare trading online è quindi sicuro, ma oltre al broker, servono molti altri accorgimenti. La psicologia di trading è una di questi: bisogna rispettare il proprio trading plan, altrimenti si rischia di fare trading emotivo, che non porta mai buoni risultati.

Studiare quindi a priori la propria strategia, ottimizzandola nel dettaglio più piccolo, è importante. Importante è quindi impostare sempre un valore di stop loss e di take profit, in modo da fare trading sicuro, massimizzando i profitti e minimizzando le perdite.

Sull'autore

Giuseppe Motta

Appassionato di finanza, economia, trading. Giornalista pubblicista dal 2001.

Lascia un Commento